Daye è un rebus per Varese, Pesaro rimonta e torna al successo

Daye è un rebus per Varese, Pesaro rimonta e torna al successo

La Vuelle recupera 16 punti di distacco nell’ultimo quarto e punisce i lombardi. Devastante Austin Daye, trascinatore dei suoi con 32 punti a referto

Commenta per primo!

PESARO – Questa volta Pesaro non ha steccato, e alle prese con la terza gara consecutiva decisa in volata, si è rifatta della sconfitta subita in rimonta a Pistoia punendo con la stessa medicina Varese. Eppure l’Openjobmetis, che dalla metà del secondo quarto si era tenuta sulla doppia cifra di vantaggio, era sembrata a lungo avere la partita in cassaforte. Non aveva fatto i conti, evidentemente, con un Austin Daye letale nelle fasi finali della gara (per lui doppia doppia da 32 punti e 10 rimbalzi), ben coadiuvato da Christon. Addirittura 25-4 il parziale del quarto periodo, che rende bene l’idea di come Wayns e compagni abbiano gettato all’aria la partita, forse già pregustando il successo dopo la disfatta nel derby con Milano. L’Openjobmetis resta quindi a debita distanza dalla zona playoff, appena 2 punti sopra la Vuelle, che si schioda dall’ultimo posto in classifica.

Starting five

Consultinvest Pesaro: Shepherd, Lacey, Christon, Daye, Lydeka.
Openjobmetis Varese: Davies, Faye, Wayns, Kuksiks, Galloway.

La cronaca – A spingere la Vuelle nelle prime battute è il solito Daye, che parte subito infilando 6 punti (3’, 8-2). I lombardi, che si oppongono con una difesa piuttosto blanda, provano a tenersi a contatto con Galloway, e quando i padroni di casa prendono nuovamente il largo (7’, 20-12), ci pensa Ruksiks a guidare un break di 8-0 che tiene il match in equilibrio. Daye aiuta Pesaro a ristabilire il gap (11’, 27-20), ma l’Openjobmetis risponde e ribalta completamente la situazione (15’, 30-38), con un devastante parziale di 18-2 e 3 bombe infilate in neanche un minuto. Varese ha ormai piazzato il mirino dall’arco dei 6.75, e con Wayns e Galloway ormai saliti in cattedra la Consultinvest, che perde 7 palloni nel solo secondo periodo, sprofonda sul 32-48 a pochi spiccioli dall’intervallo.

Pesaro rientra in campo con un piglio diverso, tanto da ritrovarsi alla soglia della doppia cifra di distacco (24’, 42-53). Malgrado Daye a dar man forte, gli uomini di coach Moretti non mollano un colpo e tengono in pugno la gara (30’, 51-67), dopo un terzo quarto decisamente poco entusiasmante. E’ a 7’ dalla sirena finale che cambia la storia della partita: la Consultinvest riesce ad accorciare le distanze spinta, manco a dirlo, dall’ex Pistons, iniziando a far sentir il fiato sul collo a Varese (33’, 60-69). In fase offensiva si susseguono gli errori della Openjobmetis, ma gli uomini di Paolini faticano ad approfittarne (36’, 65-71). Almeno finché la coppia Daye-Christon non decide di sbloccare la situazione, spingendo avanti i marchigiani con 7 punti di fila (39’, 72-71). Varese butta il tiro del vantaggio nell’azione successiva, ed è nuovamente Christon ad andare fino in fondo e a realizzare il canestro del +3 a 20’’ e poco più dalla fine. Wayns va in lunetta a 12’’ dalla fine, non regge la pressione dell’Adriatic Arena e sbaglia entrambi i liberi, ma Varese strappa il rimbalzo in attacco. Faye ha in mano la tripla del pareggio, spara dall’arco, ma è solo ferro. Finisce 76-71, la Vuelle ritorna a sorridere.

MVP Basketinside.com – Austin Daye: 32 punti, 7/12 da 2 punti, 4/5 da 3 punti, 6/9 ai liberi, 10 rimbalzi, 41 di valutazione.

CONSULTINVEST PESARO 76–71 OPENJOBMETIS VARESE (24-20, 11-28, 16-19, 25-4)

Consultinvest Pesaro: Basile, Shepherd 4, Gazzotti, Lacey 14, Christon 13, Daye 32, Solazzi n.e., Candussi, Rosa n.e., Ceron, Lydeka 13.
Openjobmetis Varese: Davies 6, Faye 6, Wayns 23, Varanauskas, De Vita n.e., Campani 4, Kangur 11, Rossi n.e., Ferrero, Pietrini n.e., Kusiks 11, Galloway 10.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy