De Nicolao trascina Reggio Emilia contro Cantù: Grissin Bon nuovamente in vetta

De Nicolao trascina Reggio Emilia contro Cantù: Grissin Bon nuovamente in vetta

Prestazione strepitosa di De Nicolao: il numero nove reggiano disputa una gara sontuosa, chiudendo con 15 punti e 6 assist. Heslip e Fesenko non bastano a Cantù. Prova incolore per Ukic e Johnson.

La Grissin Bon espugna il Pianella riprendendosi così la vetta del campionato, grazie allo stop interno di Milano. La formazione di Menetti è trascinata da un De Nicolao sontuoso, protagonista ed mvp con 15 punti e 6 assist a referto. Con lui, sono le triple di Della Valle (17pt, 4/9 da 3pt) e i soliti canestri d’opportunismo di Lavrinovic a spezzare i tentativi di rientro dei bianco blu. Cantù ha provato ad affidarsi alla coppia Heslip-Fesenko per venire a capo di un rebus risultato troppo difficile da risolvere, complici le serate negative di Ukic e soprattutto Johnson, da un po’ lontano parente della prima versione ammirata un mesetto fa.

Cantù: Ukic-Hodge–Abass—Johnson- Fesenko

Reggio: Gentile-Della Valle-Aradori-Polonara-Golubovic

EQUILIBRIO IN CAMPO, MA CANTU’ E’ AVANTI- C’è il Pianella delle grandi occasioni ad accogliere la corazzata Reggio Emilia. Reggio Emilia prova subito a sfruttare le doti fisiche di Golubovic, che realizza 4 punti dei 6 iniziali. Cantù risponde con Abass, ma è Polonara dall’arco a timbrare il più cinque ospite che segna il primo timeout di serata.  Ancora il capitano canturino trova la via del canestro dalla lunga distanza, ma è un 2+1 di Fesenko a rimettere un solo possesso tra le due compagini (10-12). I primi punti di Heslip seguiti dalla gran giocata di Fesenko danno il primo vantaggio ai brianzoli, ma Silins mette a segno il piazzato del 15-16 che chiude la prima frazione. Il secondo quarto parte subito con due triple di Heslip prima e Hodge poi, mentre Reggio replica con sei punti di De Nicolao, con il punteggio sul 23-22 dopo tre giri di lancette. La partita si accende, una fischio contro il numero cinque canturino viene malpreso dai tifosi di casa che alzano prepotentemente i decibel di tifo. Fesenko in lunetta trova il più quattro, ma la Grissin Bon è sempre incollata alla gara, con Polonara bravo a realizzare il 26-24. De Nicolao dai 6.75 trova il nuovo sorpasso, ma la trama è sempre la stessa con l’equilibrio a farla da padrone e all’intervallo è 35-31.

REGGIO CORSARA CON UN GRAN DE NICOLAO- Dopo l’intervallo Johnson sale in cattedra con una poderosa inchiodata, replicata dai tre punti di Gentile. Abass ristabilisce sei punti di margine, ma Aradori e Della Valle ricuciono e rimettono i reggiani davanti, sul 42-45 con la tripla del numero otto, obbligando Bazarevich a chiamare minuto di sospensione. La formazione di Menetti prova l’allungo sfruttando due triple di Polonara e Della Valle per il più nove, ma Johnson risponde con il tap in volante del 46-53. A suonare la carica per i padroni di casa è il dodicesimo punto di Heslip, ma Della Valle continua nel suo show offensivo trovando un’altra tripla pazzesca. La guardia canadese trova nuovamente la via del canestro con un gran tiro dall’angolo per il meno quattro, ma un 2/2 di De Nicolao, tiene Reggio a debita distanza con il 52-58 che chiude i primi tre quarti. Gli ultimi dieci minuti partono con il 2+1 di Hodge, che rimette soli tre punti di distacco sul tabellone. Johnson in acrobazia realizza il meno uno, ma Lavrinovic trova cinque punti di fila per il 57-63. A riavvicinare ancora una volta l’Acqua Vitasnella son tre punti di uno strepitoso Heslip, a segno con il canestro del meno quattro. Cantù spreca una ghiotta opportunità di ricucire ulteriormente sprecando una rimessa offensiva, mandando su tutte le furie coach Bazarevich: De Nicolao ringrazia e sul fronte opposto firma il 61-67. Fesenko fa valere la propria stazza siglando ancora il meno quattro, ma Lavrinovic colpisce ancora ed è 63-69 a a 2’20’’ dalla fine. Cantù però di morire non ne vuole sapere, Abass da nove metri colpisce per il meno tre, ma Silins replica prendendosi la linea di fondo e andando a inchiodare in faccia a Ukic. Il croato forza dall’arco nell’azione seguente, ma Reggio non vuole saperne di chiudere i conti e da una palla persa sul fronte offensivo arriva il 2/2 dello stesso Ukic per il 68-71 a quindici secondi dal termine. Della Valle è però glaciale, Hodge in velocità fa ancora meno tre, ma con due secondi da giocare basta l’1/2 di Aradori per far gioire i tifosi ospiti sul coro “Salutate la capolista”. La Grissin Bon si aggiudica la gara con il punteggio di 70-74.

MVP BASKETINSIDE.COM: De Nicolao

ACQUA VITASNELLA CANTU’ –  GRISSIN BON REGGIO 70 74

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Ukic 5, Abass 12, Heslip 18, Zugno ne, Wojciechowski, Cesana ne, Johnson 12, Tessitori, Fesenko 15, Hodge 8. All. Bazarevich.
GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Aradori 7, Polonara 8, Lavrinovic 9, Della Valle 17, De Nicolao 15, Strautins, Silins 4, Lever ne, Gentile 4, Golubovic 10. All. Menetti.

Arbitri: Paternicò, Bettini, Rossi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy