Della Valle incontenibile, Trento è crisi nera

Della Valle incontenibile, Trento è crisi nera

Della Valle trascina i suoi ad una vittoria meritata dopo una partita e molto equilibarata.

Partita bellissima ed equilibrata fino all’ultimo quarto nel quale Polonara e compagni sono riusciti a mettere in cassaforte parziali importanti che alla fine hanno pesato notevolmente sul punteggio. Della Valle in particolare nel terzo e nel quarto quarto si è caricato letteralmente i suoi in spalla realizzando da qualsiasi posizione del campo chiudendo con il personale score di 31 punti. Ora Trento se vuole entrare nei playoff dovrà capovolgere questo momento negativo che dura da ben sette gare. I bianconeri nel prossimo turno se la vedranno con Torino mentre la Grissin Bon affronterà Pistoia.

STARTING FIVE

TRENTO: Flaccadori, Sutton, Sanders, Pascolo, Wright.

REGGIO EMILIA: De Nicolao, Aradori, Polonara, Kaukenas, Veremeenko.

PRIMO QUARTO: Primo possesso giocato dalla Dolomiti Energia Trentino che trova i primi due punti dell’incontro con Wright. Sanders fa subito +4 dopo la conclusione sul ferro di De Nicolao. Aradori apre le marcature per la Grissin Bon ma sull’azione successiva la difesa emiliana si piazza male e concede un facile canestro da tre punti a Trento (9-4). I bianconeri da queste prime battute di gara si dimostrano più motivati in attacco, grazie al solito strapotere a rimbalzo (14-9). Pick and roll bruciante sull’asse Flaccadori-Wright e Trento va ancora a segno (16-9) Della Valle dopo aver realizzato dalla media è abilissimo a rubare palla sulla ripartenza di Trento e a segnare nuovamente (16-14). Jamarr Sanders letteralmente scatenato ruba su Della Valle e va a prendersi un gioco da tre punti subendo fallo (19-14). Quando manca un minuto al termine del quarto De Nicolao accorcia le distanze con un’ottima penetrazione a cui risponde immediatamente Lockett (21-16). Con l’ultimo possesso del quarto a disposizione Reggio riesce a trovare il canestro con il solito Della Valle (21-18).

SECONDO QUARTO: Il secondo parziale di gara si apre con una bomba allo scadere di Trent Lockett e con una bellissima iniziativa personale di Forray che portano i padroni di casa sul +6. Ogni volta che Trento sembra poter allungare peroò, Della Valle punisce la difesa bianconera riportando i suoi sotto nel punteggio (30-24). Aradori accorcia il divario delle due squadre a sole 3 lunghezze dopo una bomba dall’angolo (30-27). Ancora una volta i padroni di casa riescono a farsi recuperare, grazie questa volta ad un’ottima penetrazione di potenza di Veremeenko (30-29). Sutton prima e Pascolo poi riportano la Dolomiti Energia sul +5 (34-29). Kaukenas si fa trovare pronto in post basso, dove sfrutta bene il mismatch ai danni di Flaccadori (36-33). Veremeenko va in lunetta realizzando un canestro su due (36-34). L’ultimo possesso della prima metà di gara è nelle mani di Trento che costruisce bene e realizza. Sullo scadere è Aradori a segnare sulla sirena decretando il punteggio finale di 38-37 in favore dei bianconeri.

TERZO QUARTO: La seconda metà di gara inizia con la posterizzata di Veremeenko ai danni di Wright (38-39). Ancora possesso per i biancorossi e ancora Veremeenko a realizzare in lob. De Nicolao prova ad allungara con una bomba dai 6,75 che spezza le gambe a Trento e costringe coach Buscaglia a chiamare time-out (38-44). La Dolomiti Energia esce bene dall’interruzione di gioco grazie a Berggren e successivamente alla penetrazione di Wright (41-44).I padroni di casa difendono bene ancora una volta e realizzano da tre punti riportando la partita in parità (46-46). Berggren è in trance agonistica. Prende il rimbalzo in attacco e realizza riportando i bianconeri in vantaggio (48-46). Attacco sterile di Reggio che non riesce a trovare buoni tiri ed è Flaccadori questa volta a stracciare la retina per il +4 (50-46). Ci pensa Kaunkenas a rimettere i suoi in carreggiata con  la bomba del pareggio (52-52). A questo punto della partita gli attacchi delle due squadre sembrano aver trovato entrambi buona continuità procedendo punto a punto. Reggio, dopo un quarto giocato in assoluta parità tenta l’allungo sui trentini con Della Valle che spara da tre e scrive sul tabellino + 4 Grissin Bon. In venti secondi però Trento riesce a riportarsi in vantaggio grazie ad una bomba sullo scadere di Poeta (61-60).

QUARTO QUARTO: Della Valle apre le marcature di questo ultimo quarto con una conclusione dai 6,75 (61-63). Sutton gira bene sul piede perno riacciuffando la parità (65-65). Silins dall’altra parte del campo è micidiale da tre punti. Poeta perde palla regalando campo aperto a Reggio Emilia, Della Valle spara da tre e segna, +6 biancorossi (65-71). Partita davvero folle, quando sembrava che Trento potesse aver subito il colpo del K.O. Pascolo e Sanders riescono a costruire un parziale di 5-0 e accorciare a -1 dagli ospiti (70-71). Della Valle è l’autentico trascinatore dei suoi, tre triple di fila a -5 dalla fine valgono il momentaneo +10. Trento subisce il colpo e coach Buscaglia è costretto nuovamente ad interrompere il gioco (70-80). Forray e compagni escono bene dal time-out rosicchiando 4 punti alla Grissin Bon (76-80). Trento ancora una volta rinasce dalle sue ceneri, fallo in attacco di Kaukenas e possesso ai bianconeri che però non sfruttano a dovere (76-82). A due minuti dalla fine Della Valle infila un’altra bomba che vale come una sentenza per Trento (76-87). La partita senza più nulla da dire si conclude col parziale di 84-90.

MVP: Amedeo Della Valle

Dolomiti Energia – Grissin Bon Reggio Emilia: (21-18, 17-19, 23-23, 23-30) 84-90

TRENTO:  Poeta 5, Sanders 14, Pascolo 11, Baldi Rossi 0, Forray 7, Loefberg 0, Flaccadori 10, Bellan 0, Sutton 8, Lockett 10, Lechthaler 0, Wright 13, Berggren 6, All. Buscaglia

REGGIO EMILIA: Aradori 8, Bonacini 0, Polonara 4, Della Valle 31, De Nicolao 8, Strautins 0, Veremenko 11, Kaukenas 14, Silins 6, Golubovic 8, All. Menetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy