Ennesimo crollo finale di Caserta, Reggio Emilia passa al PalaMaggiò

Ennesimo crollo finale di Caserta, Reggio Emilia passa al PalaMaggiò

La Grissinbon Reggio Emilia passa a Caserta nonostante una buona prova di squadra dei bianconeri e un ottimo Bobby Jones.

La Pasta Reggia Caserta ha affrontato al PalaMaggiò la Grissinbon Reggio Emilia in una sfida importantissima per la salvezza. La Juve con il rientro di Bobby Jones e Dario Hunt ha dovuto rinunciare a Linton Johnson mentre Reggio Emilia ha dovuto far fronte a molte assenze tra i lunghi. Alla fine è la Grissinbon Reggio Emilia a sorridere nonostante uno straordianario Bobby Jones.

 

Primo tempo – L’avvio di partita è tutto di marca emiliana: infatti, gli ospiti aprono il match con un 4-0 di parziale firmato Polonara-Kaukenas. Sono proprio le scorribande dell’ala italiana della Grissinbon a costringere coach Dell’Agnello a un immediato timeout sul 9-1 in favore degli ospiti. Al rientro in campo la Juve non si ritrova dal punto di vista offensivo, restando attaccata solo ai punti di Dario Hunt, mentre la Grissinbon ha troppo vita facile nella metà campo avversaria. In questa fase gli errori si susseguono da una parte e dall’altra e il punteggio resta fermo per qualche possesso sul 14-7 per Reggio Emilia prima che gli ospiti trovino la doppia cifra di vantaggio sul 17-7 con la tripla di Kaukenas. Bobby Jones è il principale artefice dell’8-0 di parziale dei padroni di casa che porta la Juve a -2 (17-15) e spinge coach Menetti a chiedere timeout. Nel finale di quarto solo le triple di Della Valle e Aradori impediscono il rientro casertano e si va al primo mini intervallo sul 23-21 per Reggio Emilia.

La Pasta Reggia Caserta apre il secondo quarto con un parziale di 4-0 che viene interrotto dal 2/2 di Della Valle dalla lunetta. La Juve trova il suo primo vantaggio di giornata (28-25) grazie alla tripla di Cinciarini, ma in questa fase di segna molto poco e la partita è estremamente equilibrata. La Grissinbon realizza un parziale di 8-0 costruito principalmente in lunetta che la porta avanti nel punteggio per 33-28, mentre Caserta deve fare i conti con il terzo fallo sanzionato a Dario Hunt. Cinciarini e Downs interrompono il parziale avversario portando i bianconeri a -1 (33-31), prima delle triple di Kaukenas e Slokar. Nel finale di quarto l’attacco casertano si inceppa e la Grissinbon prova la fuga portandosi a +6 sul 43-37. La tripla finale di Parrillo fissa il punteggio alla fine del primo tempo sul 46-38 in favore di Reggio Emilia.

Secondo tempo – Veremeenko apre le marcature del secondo quarto portando i suoi a +10 sul 48-38. In questa fase la partita non è bellissima e lo scarto tra le due formazioni resta sempre intorno alla decina di punti. La Grissinbon colpisce da tre punti con Polonara e De Nicolao mentre la Pasta Reggia cerca di attaccare l’area procurandosi anche qualche viaggio in lunetta. Kaukenas porta i suoi a +13 (58-45) e Sandro Dell’Agnello chiama un timeout all’uscita del quale la Juve sembra un po’ in confusione. Il tiro libero di Bobby Jones e la schiacciata di Dario Hunt portano Caserta a -11 (63-52), mentre la tripla di Jones regala addirittura la singola cifra di svantaggio sul 63-55. Il parziale bianconero si protrae e la Juve arriva fino al -4 sul 63-59 grazie a un ispirato Bobby Jones. Nel finale di quarto Aradori riesce a far sì che la propria squadra conduca per 67-61.

Bisogna aspettare più di un minuto per vedere i primi punti segnati del quarto quarto che arrivano dal 2/ dalla lunetta di Jones dopo aver subito un fallo antisportivo da parte di Aradori. Le difese in questa fase sono molto aggressive, il pubblico inizia a scaldarsi per qualche decisione arbitrale non gradita e la partita resta molto spigolosa. Il canestro di Cinciarini porta i padroni di casa a -2 (67-65), ma la Grissinbon si riporta in un amen a +7 sul 72-65. Giuri in penetrazione interrompe il parziale avversario, ma la tripla di De Nicolao rimette otto punti tra le due formazioni, costringendo la panchina casertana a un immediato timeout. Al rientro in campo Bobby Jones concretizza un gioco da tre punti, ma Polonara risponde prontamente. Peyton Siva è l’artefice di un parziale di 5-0 che porta la Juve a -4 (79-75), ma poi commette il suo quinto fallo mandando in lunetta Polonara che fa 2/2. Downs realizza cinque punti in fila che portano Caserta a -1 sull’81-80 con tutta l’inerzia a proprio favore. Dopo un timeout Polonara torna in lunetta e fa bottino pieno mentre dall’altra parte Downs sbaglia la tripla. Della Valle sbaglia la tripla, ma Downs perde palla per un infrazione di piede. Della Valle va in lunetta e fa 1 /2, Giuri realizza e fa -2 Caserta sull’84-82. Aradori fa 2/2 e rimette quattro lunghezze di distanza tra le due formazioni quando mancano 12’’ alla sirena finale. Cinciarini si fa stoppare e Giuri sbaglia la tripla. Alla fine vince Reggio Emilia per 87-82.

PASTA REGGIA CASERTA 82-87 GRISSINBON REGGIO EMILIA (21-23; 38-46; 61-67)

Pasta Reggia Caserta: Downs 11, Siva 7, Hunt 12, Cinciarini 10, Gravina, Ventrone, Jones 26, Giuri 10, Ingrosso, Slokar 6. All. Sandro Dell’Agnello

Grissinbon Reggio Emilia: Aradori 14, Polonara 18, Della Valle 14, De Nicolao 6, Parrillo 3, Strautins, Veremeenko 9, Kaukenas 21, Degli Esposti, Gentile 2. All. Massimiliano Menetti

Arbitri: Paternicò, Biggi, Calbucci

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy