Ere ancora decisivo, il capitano fa grande Varese e manda Venezia ko

Ere ancora decisivo, il capitano fa grande Varese e manda Venezia ko

Commenta per primo!

CASALE MONFERRATO – La Cimberio si aggiudica la seconda vittoria in campionato su tre partite contro l’Umana Reyer Venezia con il risultato di 84-72. Ottima la gara dei biancorossi autori di un secondo tempo da favola dove hanno annullato gli attacchi degli oro-granata con precisione e qualità. Tanti i protagonisti di giornata, ma un plauso particolare va fatto a Franklin Hassell, il “Carrarmato”, che ha disputato la migliore gara della stagione mostrando evidenti miglioramenti su entrambi i lati del campo; merito del duro lavoro quotidiano diretto da Fabrizio Frates, che ha sortito gli effetti sperati. Dalla prossima gara, finalmente, si tornerà al PalaWhirlpool; il campionato della Cimberio è solo all’inizio… La tripla di Ere e il canestro di Hassell annullano l’iniziale vantaggio degli ospiti che avevano aperto le marcature con Taylor. Easley riesce a tenere a galla i suoi con 4 punti consecutivi, ma è la Cimberio che trova il primo mini-strappo con 5 punti di fila di Scekic che valgono il 16-10 a più di 2 minuti dalla fine del primo quarto. Tre azioni offensive buttate al vento dai biancorossi permettono agli ospiti il controsorpasso che si manifesta nel 16-17 al 10?. Passa poco più di un minuto del secondo periodo e Venezia si porta in avanti (18-23) grazie a Smith e ai liberi di Vitali; ci pensa la bomba di Polonara ad avvicinare nuovamente i padroni di casa che, con Rush, Coleman ed Ere, siglano il -1 (28-29). E’ la tripla di Clark, ex di turno, e quella successiva ancora di Polonara ad invertire l’inerzia del match, con i padroni di casa che si riportano nuovamente in avanti sul 34-29. Gli oro-granata riescono a ricucire in parte lo strappo, ma a comandare, a metà gara, è Varese per 39 a 38. L’inizio del terzo quarto è uno show della Cimberio che grazie alle bombe di Ere e Polonara si porta facilmente sul 54-47 a 3 minuti dall’ultima pausa. Mazzon chiama time-out per i suoi e Vitali esegue all’istante le richieste del suo tecnico mettendo a referto 4 punti consecutivi; ci pensa Hassell a mantenere invariato il gap, con il supporto di capitan Ere che, con 2/2 ai liberi, fissa il punteggio al 30? sul 63-55. Un 2+1 di Smith serve agli ospiti per accorciare le distanze in apertura di ultimo periodo ma è l’ennesima tripla di Ere e il canestro prezioso di Hassell a valere il +10 (70-60) a 6 minuti dal termine del match. La lucidità viene via via a mancare da entrambi i lati ma Venezia riesce ugualmente a recuperare con Taylor ed Easley portandosi sul -6 (72-66) al 38?. Due bombe consecutive di Ere spengono definitivamente le speranze di recupero di Venezia che alla fine si arrende con il punteggio di 84-72. Cimberio Varese-Umana Reyer Venezia: 84-72 (16-17; 39-38; 63-55) CIMBERIO VARESE: Scekic 8, Coleman 14, Rush 5, Clark 5, De Nicolao, Testa, Balanzoni, Mei, Hassell 18, Ere 21, Polonara 13. Coach: Fabrizio Frates. UMANA REYER VENEZIA: Peric 17, Giachetti, Rosselli 4, Linhart 2, Vitali 12, Taylor 12, Smith 16, Akele, Magro, Easley 9. Coach: Andrea Mazzon.

Fotogallery a cura di Alberto Ossola & Gianluca Bertoni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy