F G1 – Kaukenas mostruoso ma solo, Milano si prende l’1-0

F G1 – Kaukenas mostruoso ma solo, Milano si prende l’1-0

L’Olimpia scappa nel secondo quarto e tocca più volte il +16, prima di controllare il tentato rientro reggiano nel finale

Commenta per primo!

 

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 87 – 80 (20-21, 47-35, 66-53)

Non bastano i 27 di un meraviglioso Kaukenas a Reggio Emilia per prendersi gara-1, che finisce nelle mani di Milano, vincente per 87-80. Un successo più ampio di quanto dica il punteggio finale, con l’Olimpia che scappa via nel secondo periodo con un break iniziale di 17-0. Più volte a +16, l’EA7 si lascia andare nel finale dopo aver controllato con Sanders, ottimo su entrambi i fronti, Macvan ed un ritrovato Gentile. Tra 48 ore gara-2, sempre al Forum, partendo dall’1-0 per gli uomini di Repesa.

QUINTETTO BASE MILANO: Kalnietis, Simon, Gentile, Sanders, Batista
QUINTETTO BASE REGGIO EMILIA: De Nicolao, Kaukenas, Aradori, Polonara, Lavrinovic

CRONACA – Avvio ad intensità massima per Reggio: 0-6 in 3′, 3/3 da 2 e neanche un tiro concesso a Milano, con una difesa esemplare. La reazione dell’EA7 è affidata a Batista: 4 per lui e risveglio dal letargo. Un risveglio che si tramuta in rimonta, con le triple di Sanders e Lafayette (10-9 al 4′). La finale entra quindi pienamente nel vivo, così come si accende Kaukenas: 2/2 da 3, ma Gentile ne fa 5 e tiene lì i suoi, prima del +1 di Cerella (19-18 all’8′, time-out Menetti). Il primo quarto non regala altre emozioni e si conclude sul 20-21 per la Grissin Bon.

L’inizio di secondo quarto è ancora di grande intensità, stavolta più per Milano: break 9-0  in 3′, chiuso da un’inchiodata super di Gentile su Polonara (29-21 al 13′). L’attacco Olimpia è comunque frutto del lavoro difensivo: chiusure perfetto e Reggio al digiuno per oltre 5′ (parziale 17-0, risultato sul 37-21). La Reggiana non ci sta a mollare subito ed accorcia col solito Kaukenas che porta a -12 i suoi (44-31), prima che Macvan risollevi i suoi. All’intervallo lungo il punteggio dice 47-35.

La Grissin Bon rientra più aggressiva, ma è costretta a cedere comunque davanti al talento di Sanders, che va oltre la difesa reggiana; c’è poi l’esperienza di Kaukenas e Lavrinovic a tenere a -8 gli ospiti, perfettamente in partita. Col lungo momentaneamente fuori per 4 falli, è sempre il 13 a comandare: altri 5 per lui, che arriva a 21 punti in 25′, e Reggio a -6 (55-49 al 25′). L’attacco milanese resta un po’ inceppato, ma tiene contro le magie di quel giovanotto di Kaukenas (per la prima volta applaudito dal Forum al suo sedersi in panca, nonostante il passato senese): 64-53 al 28′. Si arriva al 30′ con l’Olimpia a +13, 66-53.

Bum-bum firmato da McLean+Lafayette e l’Olimpia torna a +16, ma Polonara ne fa 5 e tiene lì i suoi (76-64 al 34′). In partita c’è sicuramente Macvan, molto attivo su entrambi i lati del campo, con tante piccole cose, da vero leader ombra: è lui a tenere in controllo Milano, prima del risveglio di Della Valle che piazza due triple e fa -6 prima e -5 poi, ma con meno di 1 minuto da giocare (83-78 al 39′). La Grissin Bon prova con le ultime energie una disperata rimonta, ma l’Olimpia amministra (seppure con grande fatica) i possessi e porta a casa gara-1: il finale è 87-80.

BASKETINSIDE MVP: RAKIM SANDERS

TABELLINI:
MILANO: McLean 13, Lafayette 8, Gentile 15, Cerella 2, Kalnietis 8, Macvan 14, Pena n.e., Magro n.e., Cinciarini 4, Sanders 13, Simon 4, Batista 6. Coach: Repesa.

REGGIO EMILIA: Aradori 2, Needham 6, Polonara 9, Lavrinovic 7, Della Valle 6, De Nicolao 6, Parrillo 0, Veremeenko 8, Kaukenas 27, Degli Esposti n.e., Silins 9, Lever n.e.. Coach: Menetti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy