F G3, Sassari risorge! Rimonta pazzesca, Reggio è battuta in volata

F G3, Sassari risorge! Rimonta pazzesca, Reggio è battuta in volata

Commenta per primo!

Con un quarto periodo pazzesco, vietato ai deboli di cuore, la Dinamo riequilibra la serie battendo Reggio Emilia per 80-77. Sotto di 13 punti a 4 minuti dalla fine i sardi sembravano destinati alla terza sconfitta di fila contro la squadra emiliana, ma un super Logan, autore di 5 bombe nell’ultima frazione, ha recuperato lo svantaggio chiudendo in pratica la partita già ad un minuto dalla fine. Sassari si conferma dunque una squadra davvero imprevedibile capace di risorgere quando tutto sembra perso; dalla sua, Reggio non si può recriminare nulla visti 3 quarti giocati con grande intensità e sicurezza nei propri mezzi, con il solito Kaukenas trascinatore con 16 punti e Della Valle e Polonara sempre più leader con 18 e 14 punti. Sassari nonostante una serata no di Lawal ha trovato in Sosa, Dyson e nel già citato Logan (25pt) i canestri che hanno tenuto a galla la loro squadra dimostrando a tutti che la serie è tutt’altro che chiusa. Appuntamento ora a sabato sera per una gara 4 tutta da vivere.

1° QUARTO: Pronti via ed è subito spettacolo, con Reggio che gioca 4 minuti di grande basket volando con Kaukenas e Polonara sul 5-11; Sassari sembra ripete gli errori delle due gare giocate in terra emiliana, ma spinta dalla fiducia del suo pubblico ribalta tutto con una grande reazione giostrata da Lawal e Dyson, che riportano avanti i sardi sul 15-13. La Grissin Bon non ci sta e dopo il timeout chiamato da Menetti ritorna avanti con una bomba di Polonara. Sassari però è un’altra squadra rispetto a martedì e riesce nel finale con difesa e intensità a chiudere avanti grazie allo scatenato Sanders, che con 9 punti personali totali nel quarto tiene avanti i sardi sul 26-22 finale.

2° QUARTO: Nel secondo periodo la Dinamo inizia come aveva finito nel primo: difesa forte a tutto campo che permette a Logan e Sosa di far volare i sardi sul +9 costringendo ancora Menetti al timeout. Al rientro sul parquet il solito Kaukenas accorcia, Della Valle dalla lunetta fa 1/ 2 e Reggio torna prepotente sul -6. Sassari dopo il mini parziale reggiano sa reagire alla grande con un Sosa nuovamente sugli scudi dopo due partite sottotono: prima una bomba e poi una schiacciata in contropiede valgono il 36-25. Ancora il lituano Kaukenas prende in mano i suoi con una bomba, Cinciarini è concreto dall’area e in un amen Reggio è nuovamente a -6. Nel finale Sassari riprende in mano la partita tornando avanti di 12 lunghezze complici Dyson e il solito Sanders. Quando però il match sembra nelle salde mani di Sassari, ecco che Kaukenas e due canestri di fila di Chikoko riportano sulla terra la Dinamo con Reggio che chiude il tempo sul solito -6. Finisce 43-37.

3° QUARTO: Terzo quarto in stile Sassari con una partenza shock e ben 6 minuti e 30 senza vedere la via del canestro, Reggio non perdona e piazza un parziale di 14-0 che vale l’incredibile 43-51. I sardi sono irriconoscibili rispetto ai primi due periodi e trovano il canestro con Dyson, due volte, riportandosi sul -6, ma la Grissin Bon è cinica e con Della Valle e Kaukenas gela il PalaSerradimigni dalla lunetta chiudendo il tempo avanti di 9 lunghezze.

4° QUARTO: Chikoko segna il primo canestro del quarto mandando in visibilio lo spicchio riservato ai tifosi emiliani; Brooks e Cinciarini, dopo un accenno di rissa tra Della Valle e Brooks vanno in lunetta segnando entrambi e mantenendo il risultato sul +11 reggiano (49-60). Lavrinovic è ancora protagonista, dopo il timeout, di un canestro che sembra chiudere i conti con il punteggio che vede gli ospiti avanti di 13 lunghezze. Quando il match sembra ormai chiuso la Dinamo ritrova orgoglio e bombe, ben 4, tutte per mano di Logan, che riporta Sassari a contatto sul 61-64. Dopo il break sassarese Reggio reagisce con Polonara glaciale da sotto, ma Logan è ispiratissimo e con 5 punti di fila, tra cui l’ennesima bomba, la quinta, porta i sardi sul 66 pari. Nel finale Cinciarini e Lavrinovic, autore anche di un tecnico, consegnano la partita nelle mani della Dinamo che grazie ai liberi vola sul +6. Nel finale la partita si gioca sul filo dei nervi con molti errori dalla lunetta da ambe le parti. Il finale, nonostante qualche spavento per i tifosi isolani non riserva sorprese: finisce 80-77.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Logan 25, Sosa 13, Formenti 0, Sanders 13, Devecchi 0, Lawal 7, Chessa 0, Dyson 16, Sacchetti 4, Vanuzzo 0, Brooks 2, Kadji 0. Coach Romeo Sacchetti

Grissin Bon Reggio Emilia: Chikoko 8, Polonara 18, Lavrinovic 9, Della Valle 18, Pechacek , Pini n.e., Kaukenas 16, Cervi 0, Silins 3, Casu n.e., Lavacchielli n.e., Cinciarini 9. Coach Massimiliano Menetti

MVP BASKETINSIDE.COM: David Logan (25 punti e 19 di valutazione)

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Grissin Bon Reggio Emilia 80-77 (26-22, 17-15, 4-19, 33-21)

Dinamo Sassari – Logan 25, Sosa 13, Formenti, Sanders 13, Devecchi, Lawal 7, Chessa, Dyson 16, Sacchetti 4, Vanuzzo, Brooks 2, Kadji. All. Meo Sacchetti.

Grissin Bon – Chikoko 8, Polonara 14, Lavrinovic 9, Della Valle 18, Pechacek, Pini, Kaukenas 16, Cervi , Silins 3, Casu, Lavacchiella, Cinciarini 9. All. Massimiliano Menetti

Arbitri: Tolga Sahin, Dino Seghetti e Roberto Chiari.

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy