F G4 – Hogue abbatte Venezia, la serie è riaperta

F G4 – Hogue abbatte Venezia, la serie è riaperta

Hogue e compagni si aggiudicano gara 4 al termine di un match che non ha mai visto i ragazzi di coach Buscaglia particolarmente in difficoltà

Commenta per primo!

La Dolomiti Energia è partita forte fin dalle prime battute di gioco, rendendo la vita complicatissima in attacco alla Reyer. I Veneti sono stati costretti a forzare tiri per praticamente tutto il match. Nel momento migliore egli ospiti però i bianconeri sono stati bravissimi ad alzare gli scudi difensivi e riproporsi in avanti con decisione conqusitando una meritata vittoria. Gara 5 di Domenica prossima sarà fondamentale per mettere una seria ipoteca sul trofeo.

TRENTO: Craft, Flaccadori, Gomes, Shields, Hogue.

VENEZIA: Haynes, Peric, Ortner, Bramos, Tonut.

PRIMO QUARTO: Palladue conquistata da Trento e subito Shields a mettere a referto i primi due punti del match (2-0). Break dei bianconeri che si portano sul 6-0 grazie a due ottime giocate di Toto Forray. E’ Bramos a segnare i primi punti per Venezia e lo fa con un’ottima tripla dall’angolo (6-3). Gomes tutto solo penetra, canestro fallo e +6 Trento (9-3). Ejim ne mette due facili facili in faccia a Forray accorciando il gap di svantaggio a -4 (9-5). Dolomiti Energia incontenibile in attacco con Hogue e Shields, De Raffaele è costretto a chiamare time-out (13-5). Nonostante l’interruzione di gioco è ancora l’Aquila a fare la voce grossa in attacco. Hogue è indomabile e ne piazza altri due nel suo score personale (18-5). A meno due minuti alla fine del quarto Trento è avanti di 14. La Reyer completamente stordita è costretta a forzare ogni tiro. Dopo l’infortunio subito in gara 2 fa il ritorno sul parquet Dominique Sutton (20-6). Il quarto si conclude sul 22-9 per i padroni di casa con il tiro sulla sirena di Shields.

SECONDO QUARTO: Peric sfida in post Shields ed ha la meglio, dall’altra parte del campo è Flaccadori a dare spettacolo, bomba da distanza pazzesca (28-13). Il baby talento ha la mano bollente e sono altri 3 punti per i padroni di casa. La risposta di Venezia arriva dalle mani di Ejim che ruba palla a Gomes e si invola in solitaria a canestro (34-17). De Raffaele non sa più che pesci pigliare con l’attacco trentino che sta andando ai duecento all’ora. Decide di fermare nuovamente il gioco per parlare un po’ ai suoi (36-19). Bramos sembra aver ascoltato il suo coach nell’interruzione di gioco. Bomba in faccia a Craft e punteggio che recita (36-24). McGee non può contenere il fisico di Hogue e lo manda in lunetta. L’americano realizza entrambi i liberi portando i suoi a +14 (40-26). Filloy con la tripla allo scadere rende meno amaro il divario tra le due squadre (40-31).

TERZO QUARTO: Secondo tempo che riparte sulla falsariga del primo, Aquila a dettare gioco e Venezia a rincorrere. Guidati da Gomes e Hogue i bianconeri mettono subito a segno un parzialone di 8 punti (48-31). Ancora una volta la Reyer è costretta a chiamare time-out. Ejim sblocca i suoi con un ottimo tiro da dietro i 6,75 (48-36). Venezia reagisce con con un gran break finalizzato dalla bomba di Filloy. I veneti sono rientrati ed ora vedono Trento avvicinarsi a soli tre possessi di vantaggio (48-39). Flaccadori traghetta i suoi fuori dalla crisi penetrando a difesa schierata ed appoggiando alla tabella (52-40). Polveri bagnate per Filloy sta sera, ne approfitta Forray che su ribaltamento di fronte si fa trovare preparato e segna (54-44). La stoppatona di Ortner ai danni di Flaccadori è l’ultimo acuto del quarto (54-46).

QUARTO QUARTO: Forray viene mandato in lunetta, fa due su due e la Dolomiti Energia è nuovamente a +10 (56-46). Ejim lascia il campo per falli. Inchiodata incredibile di Ortner in testa a Gomes (57-48). Ingenuità di De Raffaele, che contesta con troppa foga l’operato di Mazzoni e regala un fallo tecnico ai suoi. La Dolomiti Energia ne approfitta e torna a +12 (60-48). Hogue decide di fare tutto da solo, riceve l’assist di Forray, manda al bar Ortner e realizza (62-48). A quattro minuti dalla fine del match, complice una difesa organizzativa l’Aquila allunga nuovamente dando agli ospiti quella che potrebbe essere la spallata decisiva (68-48). Due minuti alla fine delle ostilità, Trento non deve far altro che gestire il match per aggiudicarsi gara 4 e riportare la serie in parità (71-54). Ad un minuto dalla fine Flaccadori lascia McGee sul posto e realizza il canestro che sancisce la vittoria di Trento (78-56).

MVP BASKETINSIDE.COM: Dustin Hogue

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – UMANA REYER VENEZIA: 78-56

Parziali: 22-9, 18-22, 14-15, 24-10

Trento: Craft 7, Sutton 3 Baldi Rossi 0, Moraschini 0, Bernardi 0, Forray 14, Flaccadori 14, Gomes 13, Hogue 14, Lovisotto 0, Lechthaler 0, Shields 13, All. Buscaglia.

Venezia: Haynes 0, Ejim 10, Peric 8, Stone 0, Bramos 8, Tonut 8, Visconti 0, Filloy 12, Ress 0, Batista 0, Ortner 4, Viggiano 0, McGee 6, All. De Raffaele.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy