F8 2016, QF: Venezia strapazzata, Milano esulta e va in semifinale

F8 2016, QF: Venezia strapazzata, Milano esulta e va in semifinale

Venezia parte male, poi rientra ma dopo l’intervallo è un monologo biancorosso. Sarà derby lombardo in semifinale.

Era la sfida con meno pathos sulla carta e così è stato. Un gap tecnico ma anche motivazionale tra le due squadre troppo netto per giustificare una partita simile, in cui Venezia si scioglie rapidamente come neve al sole, incapace di reagire una volta messa alle corde dopo l’intervallo. L’Ea7 fa le prove nel primo quarto (11-6 al 5′, 18-10 al 10′), ma nel secondo Venezia ha un minimo di reazione e il 38-31 dell’intervallo fa capire che c’è partita. E’ però solo illusione: perchè dopo l’intervallo è un monologo in campo. Venezia trova qualche sprazzo da Owens, ma subisce pesantemente il collettivo biancorosso: da Simon a Lafayette, passando per Cinciarini e McLean e così nulla può l’Umana per contenere un ciclone come quello della squadra di Repesa, arrivata anche ad avere trenta punti di margine (79-49 al 35′).  Soddisfazione quindi per coach Repesa, con la sua squadra che termina con ben cinque elementi in doppia cifra (Sanders top scorer con 16).

Milano: Cinciarini-Simon-Jenkins-Macvan-Batista

Venezia: Green- Goss- Bramos-Ress-Owens

MILANO MORDE, MA NON SCAPPA- Mani subito calde in campo, con Green e Macvan che dalla lunga distanza firmano il 5-6 iniziale. Milano capisce che deve sfruttare il proprio tonnellaggio sotto canestro ed è grazie a Macvan e Batista prima e l’inchiodata del neo entrato McLean che Milano tocca il più sette. De Raffaele chiama subito minuto di sospensione, ma è un monologo biancorosso: Sanders spara dall’arco, Cerella vola in contropiede sigillando il 18-10 del primo periodo. Anche nel secondo periodo la trama è la stessa: segna Cinciarini, poi di nuovo Cerella ed è in un amen più undici. Botta e risposta dall’arco tra Simon e Goss, ma tre canestri di Owens, tra cui una schiacciata clamorosa, risvegliano Venezia che ricuce fino al meno sei. McLean torna a metter punti sul suo tabellino, ma Jackson con una tripla sigla il 34-28. Gli ultimi acuti sono di Macvan e Simon, con la prima metà di gara che va in archivio sul punteggio di 38-31.

MONOLOGO MILANO, TUTTO FACILE PER L’EA7- La Reyer continua a rosicchiare punto su punto: due schiacciate di Owens riavvicinano a un singolo possesso gli oro granata. Cinciarini dai 6.75 sblocca l’Ea7, ma Owens è dominante tiene in scia la propria squadra. Milano però non ci sta: Cinciarini in lunetta è una sentenza, Simon si sblocca nel momento migliore e i lombardi ritrovano la doppia cifra di scarto. De Raffaele ci provo con un timeout, ma è un recupero di Cinciarini a permettere a McLean sul lato opposto di insaccare comodamente il 49-37. La Reyer sbanda, Milano sulle ali dell’entusiamo vola via: Simon e Lafayette salgono in cattedra costruendo i punti che portano i meneghini al massimo vantaggio, sul punteggio di 64-42. Green in lunetta mette fine al digiuno della Reyer, ma Sanders banchetta ancora nella difesa della Reyer legittimando una terza frazione a senso unico, chiusa col parziale di 28-13 che decreta il 66-44 a dieci dal termine. L’ultimo quarto non ha più nulla da dire: Milano tocca ventisette punti di scarto (73-46 al 33’), De Raffaele ci prova col timeout, ma è ormai notte fonda e con la standing ovation per Simon, Repesa inizia già a metter nel mirino la sorprendente Vanoli, uscita vincente dal confronto contro Sassari. Sarà quindi derby lombardo. Milano vince la partita col punteggio finale di 88-59.

MVP BASKETINSIDE.COM: Simon

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – REYER VENEZIA 88 59

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: McLean 12, Lafayette 10, Gentile ne, Amato, Cerella 2, Macvan 12, Magro, Cinciarini 8, Sanders 16, Jenkins 7, Simon 13, Batista 8. All: Repesa

REYER VENEZIA: Goss 5, Bramos 1, Tonut 4, Jackson 8, Green 10, Ruzzier 1, Owens 12, Ress, Simioni ne, Ortner 10, Viggiano 5, Savovic 3. All: De Raffaele

Fotogallery a cura dei nostri inviati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy