F8 2016, SF: Altra passeggiata per Milano, Cremona ko. Domani sarà finale

F8 2016, SF: Altra passeggiata per Milano, Cremona ko. Domani sarà finale

Milano archivia facilmente la pratica Cremona e domani sfiderà la Sidigas Avellino per la conquista del trofeo

Milano non fallisce contro Cremona e per il secondo anno consecutivo giocherà domani contro Avellino la finale della Coppa Italia, trofeo che manca ormai da 20 anni nella bacheca dell’Olimpia. La gara contro la squadra di Pancotto dura poco più di un quarto, prima che la squadra di Repesa crei un break decisivo ed irrecuperabile per gli avversari. Simon, autore di 17 punti e 22 di valutazione, è l’MVP della partita.

Primo quarto: Cremona parte in quintetto con Cazzolato, Turner, Washington, Dragovic e Cusin, mentre Milano sceglie Cinciarini, Jenkins, Simon, Macvan e Magro.Le due squadre in avvio si affidano ai giocatori di maggior talento offensivo: Simon è fin da subito ispirato e dà 5 lunghezze di vantaggio a Milano. Cremona rimane a contatto grazie ad un buon gioco di squadra, efficace nonostante Milano abbia una grande intensità difensiva fin da subito. La forza offensiva della squadra di Repesa le permette di trovare soluzioni diverse con molti giocatori, toccando la doppia cifra di vantaggio già in questa prima frazione: il canestro di Turner fissa il punteggio sul 24-17 Olimpia dopo i primi 10 minuti.

Secondo quarto: L’avvio di secondo periodo vede la squadra di Pancotto provare a rientrare a contatto, ma Milano rimane in vantaggio anche grazie ad una serie di rimbalzi offensivi e seconde opportunità non sempre sfruttate. Il parziale a favore della squadra di Repesa prosegue, dilatando il divario a 13 lunghezze. Le percentuali di tiro non elevate fanno sì che il punteggio rimanga abbastanza basso in questa frazione: un break di Cinciarini permette alla sua squadra di mantenere un vantaggio in doppia cifra ed i liberi di Macvan chiudono i primi 20 minuti sul punteggio di 45-31.

Terzo quarto: Un 5-0 firmato Sanders dà il massimo vantaggio a Milano al rientro dagli spogliatoi, sul 50-31. La squadra di Repesa continua a spingere sull’acceleratore, trovando canestri da 3 con grande continuità e superando i 20 punti di vantaggio. La partita, nonostante gli sforzi di Cremona, si avvia ad essere un lungo garbage time, con l’Olimpia che si limita a controllare e a mantenere il divario pressochè invariato: dopo 30 minuti il punteggio è 76-45.

Quarto quarto: L’ultimo periodo è puro garbage time, trova spazio anche chi solitamente gioca meno: il punteggio finale è 90-58 Milano.

VANOLI CREMONA – EMPORIO EA7 ARMANI MILANO 58 – 90 (17-24, 14-21, 14-31, 13-14)

VANOLI CREMONA: Dragovic 6, Mian 5, Gaspardo 6, Cusin 4, Cazzolato 2, Boccasavia n.e., Washington 15, Biligha 2, McGee 12, Turner 6. All: Pancotto

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: McLean 7, Lafayette 4, Gentile n.e., Amato 3, Kalnietis 2, Macvan 10, Magro 8, Vecerina, Cinciarini 13, Sanders 16, Jenkins 10, Simon 17. All: Repesa

Fotogallery a cura dei nostri inviati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy