Germani Basket Brescia travolta in casa dall’Openjobmetis Varese

Germani Basket Brescia travolta in casa dall’Openjobmetis Varese

La Leonessa incassa contro Varese il terzo ko consecutivo dopo Capo d’Orlando e Brindisi, affossata sotto i colpi di Johnson e Maynor

La Leonessa incassa contro Varese il terzo ko consecutivo dopo Capo d’Orlando e Brindisi, affossata sotto i colpi di Johnson e Maynor. Una Varese in gran forma quella scesa sul campo della Germani, che inanella la quarta vittoria consecutiva e sbanca il PalaGeorge con una prova di grande intensità.

BRESCIA: Moore, Berggren, Vitali L., Landry, Moss

VARESE: Johnson, Anosike, Maynor, Ferrero, Eyenga

CRONACA

1° QUARTO:
Il primo possesso è di Varese, che con Maynor apre i giochi con una tripla. Di tutta risposta capitan Moss per la Leonessa replica griffando una bomba dall’angolo. Berggren si impone su Johnson stoppandolo e Moore mette a segno la seconda tripla bresciana di serata: al 2’ Brescia è avanti 6-3. Ancora uno straordinario Maynor realizza due bombe di fila, impattando prima sul 7-7 e portando poi avanti i suoi 10-9. Interviene anche Luca Vitali, che oltre a dirigere il gioco prende la tripla del 12-10 di vantaggio. Uno scatenato Moore gonfia il canestro da sotto le plance e per la Germani è +4 (14-10). Per la Opnejobmetis scalda i motori anche Ferrero, segnando da fuori arco il riavvicinamento varesino. Ad 1’ dal termine del primo quarto Burns marca il +5 della Germani (20-15), che deve però fare i conti con le bombe di Cavaliero e Kangur: sei pesantissimi punti di fila per il sorpasso di Varese (21-20). A pochi secondi dalla sirena Moss firma la tripla che porta nuovamente avanti Brescia: 23-21 al 10’ per i padroni di casa.

2° QUARTO:
Kangur in tap-in porta a casa due punti per l’Openjobmetis, ristabilendo il gioco in perfetta parità sul 23-23. Johnson dalla media segna comodamente due punti, seguito da Kangur: il break varesino di 4-0 (27-23) costringe coach Andrea Diana a chiamare il timeout per provare a spezzare l’avanzata rossa. Al 15’ Eyenga commette fallo ma una Brescia confusa non riesce a sfruttare la rimessa in attacco e l’azione si conclude con un nulla di fatto. Bushati prova a prendere una tripla ma il tiro risulta estremamente forzato e nemmeno in questa occasione la Germani riesce a sbloccare il risultato. Al 16’ Landry dalla linea della carità rosicchia due punti che riavvicinano i suoi (25-27), Pelle ne segna altrettanti e Moss ci mette la pezza con un tiro dalla media. Il match è un continuo susseguirsi di battute colpo su colpo: Brescia pasticcia qualche pallone di troppo e Landry non riesce ad ingranare. Ad ogni tentativo di rimonta gli ospiti si fanno sempre più agguerriti: Kangur al 18’ marca il +4 (33-29), mentre Brescia dalla lunetta con Berggren realizza 0/2. Johnson bastona poi il canestro bresciano con una bomba pesantissima, che spedisce gli uomini di coach Diana a -7 (29-37). Ultimi secondi di fuoco al PalaGeorge: Luca Vitali su assist di Laganà firma la tripla che riporta un po’ di ossigeno tra i ranghi biancoblù (39-34), ma Johnson sulla sirena segna da tre punti e Varese chiude il primo tempo sul 42-34.

3° QUARTO:
Varese inaugura il terzo quarto con un canestro da due punti di Eyenga ed una tripla di Johnson. Landry scalda i motori e risponde con una bomba, ma Johnson non perdona: l’Openjobmetis è avanti 50-37 al 23’. Moss e Moore mettono a referto quattro punti consecutivi, mentre Ferrero, a quota quattro falli, lascia il campo. Maynor al 26’ spara la tripla del +11, e nel frattempo anche Landry abbandona il parquet (4 falli). Per Brescia risalire la corrente si fa sempre più complicato: Eyenga centra un tiro da tre al quale risponde Moore da fuori arco ma non basta, perché i varesini sembrano carichi di energia inesauribile. Il parziale di 5-0 di Johnson cade come la pioggia sul bagnato e per la Germani riprendersi è davvero impresa ardua. Il tabellone segna 65-48 per l’Openjobmetis al 28’. Burns e Bushati si prendono due tiri dalla lunga e fanno centro: sei punti importanti per Brescia ma non sufficienti per scoraggiare gli uomini di coach Attilio Caja, che rispondono a tono. Al 30’ le redini del match sono ancora saldamente in mano di Varese, che conduce 67-54.

4° QUARTO:

Luca Vitali chiude il gioco da tre punti ed il gap bresciano si porta sul -10 (67-57). Burns si attacca al ferro ed in schiacciata fa frusciare la retina. Nemmeno Bushati si tira indietro dalla lotta e con una delle sue triple marca il recupero della Leonessa che vale il -5 (62-67). Johnson ai tiri liberi non sbaglia ma sempre Bushati ci mette mano: al 35’ Brescia si mantiene sul -5, che diventa poco dopo -3 grazie a due punti di Landry. Maynor al 36’ rispedisce Brescia a -6, che recupera con un 2/2 dalla lunetta di Landry. Johnson con due bombe prova a spegnere le speranze di Brescia, portandosi di nuovo a +8 (78-70), ma ad 1’ dal termine ancora Bushati porta la Leonessa ad un solo possesso di distanza.  La Leonessa fatica a rialzarsi ma si gioca tutte le carte possibili per invertire a proprio favore l’inerzia della gara: impossibile contenere però i varesini, che portano a casa il match 87-78.

GERMANI BASKET BRESCIA LEONESSA – OPENJOBMETIS VARESE: 78-87

(23-21; 34-42; 54-67)

Brescia: Moore1 15, Berggren 2, Vitali L. 12, Landry 12, Laganà, Bolis, Zanetti, Burns 9, Moss 17, Bushati 11. Coach: Diana

Varese: Johnson 30, Anosike 9, Maynor 18, Avramovic, Pelle 6, Bulleri, De Vita, Cavaliero 3, Kangur 9, Canavesi, Ferrero 3, Eyenga 9. Coach: Caja

Arbitri: Sahin, Martolini, Belfiore

Fotogallery a cura di Riccardo Cherubini

Dominique Johnson

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy