Il Pianella torna a spingere Cantù: Avellino cade nel finale

Il Pianella torna a spingere Cantù: Avellino cade nel finale

Cantù torna a sorridere e al termine di una gara al cardiopalma, s’impone 84-82 contro una buona Avellino schiacciata in un finale in cui l’mvp Abass (29pt e 34 di val) e un ottimo Berggren (15pt+6rb) hanno poi fatto la differenza. Una partita a due volti, con la Sidigas partita subito forte grazie ad Acker (11 pt per lui nel finale), trovando poi nel tiro dalla lunga distanza (10/24) e nella ripresa stratosferica di Buva (18pt+8rb), le chiavi dell’allungo che hanno portato gli irpini a trovare anche dodici punti di margine (63-75 al 31’). Poi tanto cuore, un break di 9-0 e i decibel del Pianella, hanno spinto la squadra di Corbani alla conquista dei due punti, fondamentali dopo i tanti passi a vuoto proprio nelle battute finali (contro Brindisi ma anche nelle trasferte a Reggio Emilia e Pistoia). In doppia cifra anche Heslip con 19 punti e Hasbrouck con 10. Cantù: Hall-Heslip-Abass-Ross-Berggren Avellino: Green – Acker- Nunnaly Leunen-Cervi HESLIP E ABASS, CANTU’ AVANTI- Avellino comincia subito bene con cinque punti di Acker, ma è la prima schiacciata di Cervi a mettere un possesso pieno tra le due compagini sul 4-7 dopo due minuti di gioco. Leunen da sotto trova il più facile dei canestri, serve così una tripla di Abass per mantenere la squadra di casa a contatto. Acker però continua nel suo show offensivo, siglando il settimo punto personale mentre Corbani mischia già le carte, inserendo Hasbrouck per Heslip. Cervi con una gran giocata sigla l’allungo ospite, con Abass che però replica immediatamente dai 6.75. La Sidigas però continua a dominare la scena e sull’asse Acker-Cervi raggiunge il massimo vantaggio (13-21), obbligando l’Acqua Vitasnella al timeout immediato. La doppia cifra di margine arriva subito dopo, con ancora Acker libero di penetrare e appoggiare a canestro. Una tripla di Heslip e il piazzato di Wojciechowski rianimano i lombardi, ma è una folle tripla di Blums a tenere a debita distanza gli irpini. Heslip trova l’ultimo acuto, fissando il 20-26 della prima frazione. Gli ospiti ricominciano a premere, due punti di Buva ed ennesimo canestro facile, questa volta targato Veikalas, con la difesa di casa assai rivedibile (22-30).  Tessitori sblocca il tabellino di casa, Hall va a segno con due liberi e con la bomba mandata a segno da Heslip, Cantù si rifà sotto, con il 29-32 sul tabellone di gioco. Green sale in cattedra con cinque punti consecutivi, ma Heslip non è da meno e con due triple di fila infiamma il Pianella. Abass completa l’opera piazzando recupero e inchiodata sotto la curva Eagles, con la formazione di casa che torna così avanti sul 39-37. Margine con cui vanno al riposo le due squadre, con l’Acqua Vitasnella avanti 44-42.

In crescita il rendimento di Berggren
CANTU’ NEL SEGNO DI ABASS, SECONDA VITTORIA STAGIONALE- Dopo l’intervallo, Abass trova subito due punti, ma Buva dopo una prima metà opaca si mette in mostra con otto punti di fila, che valgono l’ennesimo controsorpasso sul 46-50. Berggren interrompe il parziale della Sidigas, Heslip con il solito marchio di fabbrica non sbaglia, rimettendo Cantù sul meno uno (51-52). Tessitori impatta in lunetta, ma prima Veikalas e poi Buva rispondono con due giochi da sotto per il 52-56. E’ ancora l’ex Cantù con il numero venticinque a trovare la via del canestro, salendo a quota quattordici punti sul tabellino personale. La partita s’infiamma, Green dall’arco non sbaglia, ma Hasbrouck lo imita tenendo i bianco blu sul meno tre. Al festival del tiro da tre punti s’iscrive anche Veikalas, con Berggren che di tutta risposta inchioda il 60-64. Due triple di Veikalas e Green riallontanano la Sidigas, Hasbrouck limita i danni e a dieci dalla fine è 63-70. Anche l’ultimo periodo riparte con ancora Avellino a segno dalla lunga distanza con Blums. Buva continua nel suo momento offensivo devastante, scrivendo 63-75, portando subito Corbani al minuto di sospensione. E’ una pausa che risveglia la squadra di casa, con Abass e Hasbrouck e ancora Abass che in un amen piazzano tre triple una dopo l’altra, con il 9-0 di
Prima gioia in campionato per il nuovo proprietario Gerasimenko
parziale che riapre totalmente i giochi sul 72-75. Il Pianella diventa un catino infernale, Avellino non trova più la via del canestro e Berggren da sotto mette il meno uno. Acker da tre punti vede solo il primo ferro, Ross nel momento che conta dimostra sangue freddo realizzando i due punti che valgono il 76-75 a cinque minuti dalla fine. Emozioni a non finire, Nunnally spara cinque punti di fila, ma i due canestri consecutivi di Berggren valgono la parità a quota 80. Cantù torna avanti con la giocata di Abass, ma Buva risponde da sotto lasciando immutata la situazione sul tabellone. Si entra così negli ultimi sessanta secondi di gioco, con il clima infernale sugli spalti del Pianella. E’ Abass a meno di trenta secondi alla fine a firmare il canestro che vale l’84-82.  Cantù difende alla grande, ma una chiamata discutibile contro Abass permette alla Scandone di avere la chance di chiamare un minuto di pausa con sei secondi da giocare. L’ultima preghiera di Veikalas non trova però il fondo della retina, lasciando così esplodere di gioia i tifosi canturini. Punti d’oro per la squadra di Corbani, che centra il secondo successo stagionale. Finisce 84-82. MVP BASKETINSIDE.COM: Abass ACQUA VITASNELLA CANTU’ vs SIDIGAS AVELLINO 84 – 82 Parziali: (20-26, 44-42, 63-70, 84-82) ACQUA VITASNELLA CANTU’: Berggren 15, Abass 29, Heslip 19, Ross 4, Zugno, Nwohuocha NE, Wojciechowski 2, Cesana, Hall 2, Tessitori 3, Hasbrouck 10. All. Corbani SIDIGAS AVELLINO: Norcino NE, Gioia NE, Veikalas 12, Acker 11, Leunen 4, Green 14, Cervi 6, Severini NE, Nunnally 9, Buva 18, Blums 8, Parlato NE. All. Sacripanti

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy