Kuzminskas è l’uomo derby: Milano piega Cantù e resta imbattuta

Kuzminskas è l’uomo derby: Milano piega Cantù e resta imbattuta

Cantù regge 15 minuti poi esce tutta la superiorità dei meneghini.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Milano si conferma regina del campionato infilando la nona vittoria in campionato in altrettante partite, costringendo Cantù al quinto stop consecutivo. L’Acqua San Bernardo tira male dall’arco al contrario di Milano spinta dai suoi bombardieri, decisivi a scavare il solco nel secondo quarto con il più otto dell’intervallo che diventa una montagna troppo alta da scalare. Nella ripresa la formazione di Pashutin parte bene e rientra a meno quattro spinta dagli acuti di Jefferson e Gaines ma è soltanto un fuoco di paglia mentre Kuzminskas si prende la copertina trascinando i compagni nel quarto periodo fino oltre i venti punti di margine. Milano s’impone 74-101.

Cantù: Gaines-Mitchell-Parrillo-Jeffereson-Udanoh
Milano: James-Jerrells-Fontecchio-Brooks-Gudaitis

MILANO ALLUNGA NEL SECONDO QUARTO- Gaines da una parte e James dall’altra aprono ufficialmente il derby tra Cantù e Milano, con il PalaDesio strapieno sugli spalti. Si sblocca anche Gudaitis, ma l’Acqua San Bernardo risponde colpo su colpo e una tripla di Mitchell scatena il primo boato casalingo sul 10-8. Jefferson allunga fino al più cinque, con i due allenatori che danno ampie rotazioni sfruttando le panchine. Si sblocca anche Burns, ma è ancora una volta l’asse James-Jerrells a punitre la difesa avversaria firmando il sorpasso sul 14-17. Udanoh e Blakes impattano a quota 18, decretando la fine dei primi dieci minuti. Nel secondo quarto Milano parte forte: Burns suona la carica, poi sono due triple di Micov e Kuzminskas a scrivere il 22-27 che obbliga Pashutin al minuto di sospensione. Kuzminskas al rientro sigla il più otto, Jefferson risponde da sotto, ma Burns e Kuzminskas rimpolpano ulteriormente il margine meneghino con Bertans a inserirsi nel festival del canestro con la bomba del 26-39. Cantù sbanda, Cinciarini la punisce in contropiede ma Udanoh trova il modo di fermare il break ospite con due canestri in fila seguiti da una magia di Gaines, che vale il 32-41 che porta Pianigiani al minuto di sospensione. Blakes da una parte e Kuzminskas dall’altra chiudono la frazione sul 36-44.

KUZMINSKAS LETALE, MILANO SI PRENDE IL DERBY- Nella ripresa Cantù parte forte e con Udanoh e Gaines ricuce fino al meno quattro. Guidaitis con una schiacciata prova a spegnere l’entusiasmo dei padroni di casa. Il solito Jefferson va ancora a segno ma è un fuoco di paglia. Milano corre e trova numerose soluzioni, prima col 2+1 di Brooks, poi con la tripla di Jerrells e infine con il contropiede finalizzato da Kuzminskas che porta il distacco nuovamente in doppia cifra, sul 48-61. L’Acqua San Bernardo prova col minuto di sospensione, ma Milano è in pieno controllo e a dieci dal termine conduce sul 52-64. Nell’ultimo quarto Cantù prova subito a rientrare con il duo Gaines-Udanoh, ma il tempo è il miglior alleato di Milano che con attacchi ordinati trova sempre come bucare la difesa di casa. La bomba di Cinciarini vale il 56-71, ma Gaines risponde con il 2+1 che tiene vive un minimo di speranze. Milano però risponde da grande squadra e prima trova un altro canestro di Cinciarini, poi sfrutta l’ennesima ingenuità difensiva canturina che regala tre liberi a Della Valle. Sono i punti che indirizzano la parola fine sull’esito del derby. Milano vola via, con Della Valle che dall’arco fa più ventidue a tre minuti dal termine. Cantù perde anche l’orgoglio con i biancorossi che dilagano fino al 74-101 finale.

MVP BASKETINSIDE.COM: KUZMINSKAS

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ – AX ARMANI EXCHANGE MILANO 74 101

Cantù: Gaines 16, Mitchell 8, Blakes 13, Udanoh 14, Baparapè, Parrillo 3, Davis, Tassone ne, La Torre, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 20.

Milano: Della Valle 8, Micov 5, Barbieri ne, Gudaitis 19, Bertans 3, Fontecchio 2, Kuzminskas 20, Cinciarini 7, Burns 15, Brooks 4, Jerrells 11.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy