La Manital completa il miracolo! Pesaro battuta, sarà ancora Serie A!

La Manital completa il miracolo! Pesaro battuta, sarà ancora Serie A!

Torino si sbarazza della Vuelle (già salva) e conquista una clamorosa salvezza. Retrocede la Virtus Bologna.

Commenta per primo!

La Manital Torino compie il suo dovere per la lotta salvezza superando con grinta e convinzione la Consultinvest Pesaro.

A fine gara il Palaruffini si ferma ed attende le notizie dai campi di Caserta e Reggio Emilia e dulcis in fundo festa per tutti i tifosi gialloblu che apprendono della salvezza conquistata quasi miracolosamente in quest’ultima giornata.

Pesaro, come si presupponeva è venuta a Torino per giocarsela fino in fondo, ma la Manital stasera ha sfoderato tutta la sua voglia di restare in massima Serie e per gli uomini di Paolini c’è stato poco da fare nonostante la prestazione maiuscola di Daye.

Per i padroni di casa un DJ White sontuoso (ed ottimamente assistito dai compagni) guida lo scorer della Manital, ma tutta la squadra ha dato il suo contributo a partire dagli uomini che hanno conquistato la Serie A la stagione scorsa, ovvero Rosselli, Giachetti e Mancinelli.

QUINTETTI INIZIALI:

TORINO: Dyson, White, Mancinelli, Eyenga, Goulding

PESARO: Shepherd, Lacey, Christon, Daye, Lydeka

LA CRONACA:

PRIMO QUARTO: Un PalaRuffini esaurito totalmente accoglie quest’ultima e decisiva giornata di campionato. Dopo 4 minuti, sul punteggio di 6 pari, da segnalare i due falli di Daye che viene comunque lasciato in campo da Paolini, cosa che non fa invece Vitucci nei confronti di Mancinelli al 7’ nella stessa situazione richiamandolo in panca sul 12-12; con un colpo di coda finale Jacopo Giachetti realizza sulla sirena la tripla che chiude il quarto sul 17-12 a favore della Manital. White miglior realizzatore con 8 punti.

SECONDO QUARTO: Pronti, via, Rosselli con un incursione da bulldozer entra a canestro spalla a spalla con Gazzotti, segna, subisce fallo e dopo l’immediato timeout di Paolini, realizza anche il libero aggiuntivo del 20-12; Torino sbaglia troppo sotto le plance e Pesaro ricuce portandosi 20-18, timeout per Vitucci dopo 2’; Giachetti fa il funambolo, Rosselli è cuore e grinta (e senza White in campo da inizio quarto) e Torino si porta sul +9, 30-21, a 4’ dall’intervallo lungo; a 2’ dal termine Torino avanti 35-25, tornano in panchina Mancinelli e Lacey autori di 3 falli, ma visti i troppi svarioni in attacco Vitucci chiede timeout; sul finale di quarto due triple di Lacey e Daye riavvicinano i biancorossi; il quarto si chiude sul 37-33. White 13 punti, Daye e Lydeka 8.

TERZO QUARTO: Christon e Lacey spingono sull’acceleratore e riportano Pesaro a ridosso, 39-38, poi una tripla di Daye pareggia a quota 41 a 6’30” da fine quarto; il Ruffini esplode sul tap-in di Ebi che riporta la Manital a +4, 45-41, ma nell’azione successiva Dyson, in contrasto con Lydeka (4° fallo), crolla al tappeto sbattendo la nuca sul parquet, al suo posto rientra giacchetti che realizza due liberi del 47-41; subito dopo Ebi ruba palla e va in solitaria a schiacciare, poi prende lo sfondamento di Gazzotti ed il Ruffini è una bolgia! A metà quarto 49-41 e timeout Pesaro; Torino gioca magnificamente in questo frangente, Ebi, Giachetti e White danno spettacolo ed a due minuti da fine quarto la Manital sale a +15, 58-43; 5° fallo di Lydeka che manda Giachetti in lunetta per il 61-45; il quarto termina sul 61-51. 19 punti White, 15 Christon, 13 Daye.

ULTIMO QUARTO: Kloof apre quest’ultimo quarto della stagione con una bomba, ma il pubblico del Ruffini ha smorzato i toni a causa dei risultati che arrivano dagli altri campi; a metà quarto la Manital mantiene le distanze, 68-56, ma il clima al PalaRuffini è cambiato, a parte i RudeBoys che non hanno smesso di sgolarsi con cori e canti il resto del palazzetto è ammutolito; 2 triple di Daye a 3’ dal termine portano Pesaro a -6, 72-66 ed i giocatori della Manital si alzano dalla panchina per esortare il pubblico ed i compagni a crederci ancora; anche Candussi esce per 5 falli e la Manital allunga nuovamente a +12, 78-66 quando il tabellone segna 1’45” alla fine della stagione; il pubblico si risveglia in questi ultimi frangenti per ringraziare, vada come vada, la propria squadra; è ormai “garbage time” ma c’è il tempo ancora per la tripla di Mancinelli. Si chiude questa partita con il punteggio di 83-66, ora si aspettano i risultati da Caserta e Reggio Emilia.

Manital Torino – Consultinvest Pesaro 83-66

PARZIALI:  17-12 / 37-33 / 61-51 / 83-66

MVP Basketinside: DJ White immarcabile per la difesa ospite porta subito Lydeka ad uscire per falli,  realizza 23 punti e strappa 11 rimbalzi

TABELLINO:

TORINO: Dyson 9, White 23 (+ 11 rimb.), Giachetti 9, Mancinelli 15, Rosselli 9, Fantoni ne, Kloof 9, Blotto ne, Bottiglieri ne, Eyenga, Goulding 2, Ebi 7. – All. Francesco Vitucci

PESARO: Basile, Shepherd 4, Gazzotti, Lacey 8, Christon 15, Daye 25, Candussi 4, Lydeka 8, Ceron 2, Rosa. – All. Riccardo Paolini

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy