La Montepaschi si garantisce una facile vittoria grazie alla difesa, Varese stritolata

La Montepaschi si garantisce una facile vittoria grazie alla difesa, Varese stritolata

Montepaschi Siena – Cimberio Varese 72–59 (22-11; 42-23; 61-40)

Vittoria di spessore per la Montepaschi, che si impone con grande autorità contro una Varese spenta e limitata dalla grande difesa messa in campo da Banchi. Il parziale di +11 del primo quarto, accresciuto minuto dopo minuto fino al +21 del 30’; soltanto nell’ultimo quarto, complice un calo d’intensità dei bianco verdi, ha riacceso la speranza degli ospiti di riaprire l’incontro. Paradossalmente, per i lombardi meglio le seconde linee che il quintetto titolare, unico a salvarsi Dunston con 17 punti e 8 rimbalzi, per 25 di valutazione. Siena vince trascinata dai soliti Brown (15pt) Hackett (13pt) e Moss (top scorer con 17 punti fondamentali), ma la palma di mvp spetta a Ortner, vicino alla doppia doppia con 8 punti 10 rimbalzi e 20 di valutazione, oltre ad un’accettabile difesa sui Dunston ed i generale sui lunghi varesini. Vittoria che obbliga, a rigor di logica, a ritenere favorita la Montepaschi, attesa di nuovo di fronte ai suoi tifosi sabato, per una gara 3 crocevia per la serie.

Quintetto iniziale Siena: Brown Hackett Moss Kangur Eze

Quintetto iniziale Varese: Green Banks Ere Sakota Dunston

CRONACA

aSIENA SHOW, GIA’ +11 – Inizio d’incontro teso ed estremamente fisico tra i centri delle due formazioni, i quali vengono cercati con continuità dai propri compagni; sono infatti di Dunston ed Eze i primi 4 punti di Varese e Siena, generati da “sportellate” sotto canestro come il basket di una volta. Il primo vantaggio senese arriva solo al 5’, dopo due consecutivi contropiedi generati da pelle recuperate, finalizzati da Brown e Kangur (10-8). Punteggio congelato a tabellone per altri due giri d’orologio, fino al primo canestro dell’incontro di Hackett, che obbliga coach Vitucci ad un pronto timeout, vista la totale siccità in attacco; tant’è che, solo al 9’, il solito Dunston segna quei “maledetti” due punti che schiodano Varese da quota 8. Siena però è padrona del campo, non solo in difesa, ma anche e soprattutto in attacco; le due triple nell’ultimo minuto, la prima di Moss e la seconda, allo scadere, di Janning, fanno esplodere il Palaestra e regalano il massimo vantaggio bianco verde dell’incontro, 22-11.

VARESE ANNICHILITA, SIENA VOLA – La seconda frazione di gioco non inizia diversamente da come era terminata la prima, con la Montepaschi che piazza un altro mini-parziale di 5-0 prima di alzare il piede dall’acceleratore, permettendo, come era lecito attendersi, a Varese, di piazzare i punti per tornare sul -10 (29-19 al 15’). Speranza di rimonta però ricacciata indietro con veemenza dal killer instinct di Siena, la quale alza terribilmente la pressione sui portatori di palla bianconeri e non sbaglia più in attacco: tripla di Kangur, tripla di Brown e tap-in di Ortner, 37-19 al 18’, il quale però non sarà il massimo vantaggio del primo tempo, chiuso dalla Montepaschi clamorosamente avanti 42-23 (55-7 valutazione di squadra).

PARTITA IN ARCHIVIO – Nonostante la pausa lunga, al rientro in campo i discorsi di coach Vitucci nello spogliatoio non sembrano aver fatto breccia nella testa dei suoi giocatori, che si hanno il talento in attacco per realizzare difficili conclusioni con Dunston Polonara e Green, ma è in difesa, dalla quale non si può prescindere per una credibile rimonta, che vengono costantemente battuti, sia dall’arco che sotto canestro. E’ infatti l’ennesima tripla, con Kangur piedi per terra e solo, a regalare il +21 nell’ultimo minuto del terzo quarto, chiuso da Siena avanti 61-40.

RIMONTA SFUMATA, SIENA VINCE – L’ultimo quarto, utile solo per le statistiche, viene utilizzato da Banchi e Vitucci per far riposare i titolari e dar minuti in più ai vari Cerella, Talts e De Nicolao da una parte, Ress Sanikidze e Carraretto dall’altra. Cala drasticamente lo spettacolo ed il livello d’intensità, tutto a danno della Montepaschi che, cullatasi nel suo +20, si fa rimontare azione dopo azione, sbagliando un’enorme quantità di tiri aperti. Obbligatorio per Banchi il timeout sul +10 (66-56), poi +9 dopo il tiro libero di Sakota che completa il gioco da 3 punti. La Montepaschi però torna a difendere negli ultimi minuti e si assicura una meritata vittoria con il punteggio di 72-59.

MVP Ortner 8 punti 10 rimbalzi 3 falli subiti 1 stoppata 20 valutazione

TABELLINI

Siena: Brown 15, Eze 6, Carraretto, Rasic, Kangur 10, Sanikidze, Ress, Ortner 8, Lechthaler, Janning 3, Hackett 13, Moss 17. Coach: Banchi.
Varese: Sakota 9, Banks 6, Talts 5, De Nicolao 4, Green 5, Balanzoni, Bertoglio, Cerella 8, Ere, Polonara 5, Dunston 17, Ivanov. Coach: Vitucci.

                           Fotogallery a cura di Francesco Giacchini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy