La Reyer è ancora viva, prima gioia per De Raffaele: Brindisi battuta

La Reyer è ancora viva, prima gioia per De Raffaele: Brindisi battuta

Venezia supera Brindisi 97-75 e si ricandida per un posto ai playoff. Green e Ress conducono l’Umana al successo riscattando così la debacle della Coppa Italia (primo successo per De Raffaele). Per la squadra di Bucchi un crollo inaspettato nonostante un superlativo Banks (29 punti).

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Un secondo tempo giocato ad altissimi livelli (ben 58 punti realizzati) consente all’Umana Reyer di strappare un importante successo contro l’Enel Brindisi, diretta concorrente per la corsa ai playoff. Green e Ress i principali artefici della squadra di coach De Raffaele che ha finalmente convinto per l’intensità difensiva ed una buona circolazione in attacco. In casa Enel, Bucchi dovrà riflettere sulla prestazione dei suoi: Banks, a tratti immarcabile, non è riuscito a coprire tutte le lacune della squadra brindisina.

CRONACA

1° TEMPO: Un Banks stellare (13 pt e 100% al tiro nei primi 10’) lancia l’Enel sul 7-16 al 5’. La reazione orogranata si fonda sulle conclusioni dalla distanza di Ress e Goss, oltre ad un invenzione di Bramos (15-16 al 7’). Il primo vantaggio lagunare si sviluppa a 23” dal termine della frazione con un gioco da 3 punti di Green. Al 10’ VE 22-20 BR. Ad inizio secondo periodo prevale la sterilità nei due attacchi: è Gagic con una schiacciata a muovere il punteggio sul tabellone al 13’. Si scaldano le bocche da fuoco reyerine: Green e Viggiano colpiscono dall’arco e l’Umana tocca il +6 (34-28 al 16’). Si accende Scott con quattro punti in fila e l’Enel torna a due lunghezze di distanza (34-32 al 17’). Botta e risposta dai 6,75 tra Goss ed il solito Banks (37-35 al 19’). L’ultimo canestro del quarto è di Anosike: al 20’ VE 39-37 BR.

2° TEMPO: Al rientro dall’intervallo, Venezia parte con il piglio giusto: un break di 14-3 (in evidenza Goss) che sembra tramortire l’Enel, al 24’ la Reyer comanda 53-40. E’ il solito Banks, mattatore assoluto dell’incontro, a ridare speranze ed energie ai suoi (59-53 al 28’). Ress ed Ortner riallargano la forbice a fine periodo: al 30’ VE 69-60 BR. Due triple di Bramos danno il via all’ultima frazione di gioco (75-62 al 32’). L’Enel prova a fare la voce grossa con Gagic e Anosike (77-66 al 35’). Venezia, dopo un blackout offensivo di 3’, ritrova ossigeno con una tripla del sempre utile Jackson e con un’inchiodata (dopo recupero) di Tonut: 82-67 al 37’ e Brindisi, nonostante uno stoico Banks, accusa il colpo. E’ Mike Green, con altri tre guizzi, a chiudere i conti e consegnare a De Raffaele il primo successo in panchina orogranata. La sfida termina con un roboante 97-75 in favore dell’Umana Reyer che può così festeggiare il successo davanti ai suoi tifosi.

UMANA REYER VENEZIA 97–75 ENEL BRINDISI (22-20, 39-37, 69-60)

Umana Reyer Venezia: Goss 15, Bramos 8, Tonut 9, Jackson 6, Green 28, Ruzzier 2, Antelli, Owens 3, Ress 14, Ortner 9, Viggiano 3, Savovic. All.: De Raffaele

Enel Brindisi: Banks 29, Reynolds, Scott 7, Cournooh 8, Harris 6, Cardillo, Milosevic 1, Fiusco ne, Gagic 6, Zerini 6, Anosike 12, Marzaioli. All.: Bucchi

MVP BASKETINSIDE.COM: Mike Green (28 punti, 8 falli subiti, 7 rimbalzi, 35 di valutazione)

Note: 3303 spettatori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy