La Reyer è tornata, Cremona sotterrata 73-51

La Reyer è tornata, Cremona sotterrata 73-51

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – L’Umana Venezia conquista la 3° vittoria consecutiva in campionato, la 4° nelle ultime 5 considerando pure gli impegni in Eurocup. Dopo un avvio stentato, la squadra di coach Recalcati pare sempre più in crescita sia dal punto di vista tecnico-tattico che soprattutto da quello fisico: Mike Green, ormai pienamente recuperato, ha orchestrato e gestito la partita come un orologio, mentre i ritrovati Owens e Tonut hanno beneficiato della grande regia del play di Philadelphia. Da sottolineare l’impatto difensivo e a rimbalzo di Tomas Ress sulla partita: determinante il suo ingresso a metà della prima frazione per ricucire lo strappo e, successivamente, consolidare il gap accumulato.

Grande delusione in casa cremonese: non ci si aspettava magari di fare il colpo grosso, ma d’insidiare più da vicino l’Umana certamente sì. La mancanza di un leader come Vitali si è fatta notare più delle altre partite e l’attacco della Vanoli è andato così in completo fuori giri: a poco più di 1′ dalla fine, Cremona era ancora inchiodata a quota 43 sul tabellone ed è riuscita a superare i 50 punti solamente in pieno garbage time (e con l’ingresso di alcuni giovani veneziani in campo). Per gli uomini di Pancotto una prova da cancellare e da dimenticare in fretta.

In casa Reyer è assente Peric influenzato, mentre per la Vanoli sempre assente il lungodegente Vitali. L’avvio è tutto di marca ospite con Cusin e Turner che trascinano Cremona fino al +6 (5-11 al 6’). Recalcati inserisce Ress e Venezia ritrova solidità difensiva, mentre nell’altro lato del campo Green è in pieno controllo della partita, bravo ad alternare soluzioni personali e nel contempo ad imbeccare Owens (8 punti nel 1Q): al 10’, dopo la bomba allo scadere di McGee, l’Umana è avanti 15-14.

Mini-break di marca cremonese ad inizio secondo quarto (15-18 al 12’), ma Venezia reagisce con impeto: due triple di Jackson consentono alla Reyer di tornare in vantaggio di tre lunghezze, mentre Pancotto è costretto a chiamare il primo timeout (21-18 al 13’). Cremona fatica contro la fisicità dell’Umana e i padroni di casa allungano sul +8 grazie al jumper dalla media di Ortner e alla tripla dall’angolo di Tonut (26-18 al 15’). Al 17’ (30-18) esce un monumentale Ress, il Taliercio gli riserva una grande standing ovation per il grande impegno profuso in difesa e nella lotta a rimbalzo. Cremona torna a segno dopo quasi 8’ con un libero di Washington, McGee riporta i suoi sotto la doppia cifra a 1’12” dal termine della seconda frazione. Gli ultimi 60”sono però tutti di marca locale: Green dalla lunetta non fallisce, mentre Bramos punisce dall’angolo con il suo marchio di fabbrica preferito: al 20’ Venezia tocca il +14 (35-21).

Si torna sul parquet per il terzo periodo ma la Vanoli non riesce a diminuire il gap: la squadra di Pancotto riesce a toccare infatti solo il -10 dopo due bombe consecutive di Adegboye e McGee al 27’ (40-30). La Reyer gestisce i ritmi con facilità: Goss e Viggiano, quest’ultimo allo scadere, riportano il distacco sul +14 al 30’ (47-33).

La musica non cambia ad inizio dell’ultimo quarto: Viggiano e Tonut, intervallati da una prodezza di McGee, colpiscono dall’arco per il nuovo massimo vantaggio (+18, 53-35 al 32’). Cremona, apparsa priva di idee e carente di leadership in cabina di regia, non accenna ad una rimonta e Venezia vola sul +23 dopo i liberi di Ruzzier (63-40 al 37’). Negli ultimi 180” la Reyer, sostenuta a gran voce dal suo pubblico incrementa fino al +30 (73-43 al 39’). Recalcati concede spazio anche ai giovani Simioni e Criconia e la partita termina 73-51 sotto gli applausi scroscianti del Taliercio.

UMANA REYER VENEZIA 73–51 VANOLI CREMONA (15-14, 35-21, 47-33)

Umana Reyer Venezia:
Green 9, Goss 3, Bramos 6, Ress 2, Owens 18.
Ruzzier 2, Tonut 12, Jackson 6, Criconia, Viggiano 9, Simioni, Ortner 6. All.: Recalcati

Vanoli Cremona:
Cazzolato 5, Turner 6, Washington 2, Southerland 7, Cusin 8.
Adegboye 7, McGee 10, Mian 3, Gaspardo, Biligha 3. All.: Pancotto

MVP BASKETINSIDE.COM: Tomas Ress (Umana Reyer Venezia)

Note: 3216 spettatori.

Fotogallery a cura di Giacomo Martines

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy