La Reyer ritrova i due punti ma non convince, l’incerottata Caserta cede 65-58

La Reyer ritrova i due punti ma non convince, l’incerottata Caserta cede 65-58

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Reduce dalle fatiche di coppa, Venezia ha la meglio su una coriacea Caserta 65-58. La squadra di Dell’Agnello – costretta ad una rotazione forzata di soli otto elementi – non è mai riuscita ad impensierire seriamente una Reyer che non ha espresso il suo miglior gioco trovando diversi elementi nella classica “giornata no” (su tutti Bramos e Viggiano).

Entrambe le squadre arrivano all’incontro decimate dagli infortuni: Ress da una parte, Siva dall’altra, oltre a Gaddefors (in panca solo ad onor di firma). Venezia è decisa a far valere sin dalle prime battute di gioco il suo migliore tasso tecnico e fisico. L’asse Green-Owens funziona a meraviglia e l’Umana vola già sul +10 al 9’. Una tripla di Giuri a 50” dalla conclusione del 1° periodo permette a Caserta di contenere il distacco sotto la doppia cifra al 10’ (19-12).

La Reyer sale di livello in difesa ad inizio secondo quarto e con Peric e Bramos riesce a toccare in due occasioni il +14 (31-17 al 15’). Dopo il timeout di Dell’Agnello, Caserta ritrova vigore grazie a Cinciarini e all’energia di Jones, mentre Venezia soffre un po’ di fluidità di gioco senza Green o Ruzzier in cabina di regia. Al 20’ l’Umana conduce 37-29. La Pasta Reggia torna sul parquet con il piglio giusto: il solito Cinciarini e Giuri trascinano la Juve al -3 (39-36 al 24’). Venezia pasticcia in attacco ma riesce ugualmente a trovare la retina grazie a soluzioni personali (su tutti Peric). Caserta, con poche idee, sbatte contro la difesa lagunare e al 30’ la Reyer ritorna in doppia cifra di vantaggio (51-41).

Gli ultimi 10 minuti seguono il canovaccio dei primi trenta: Reyer sempre in apparente controllo con un vantaggio che oscilla tra gli 8 e i 14 punti (57-43 al 34’) e la Juve a rincorrere. I ritmi sono lenti e numerosi sono gli errori tecnici commessi dai giocatori di ambedue le squadre. Caserta, negli ultimi 60” di gioco, riesce a tornare fino al -7. Termina 65-58: la Reyer, seppure non brillando, porta a casa i due punti.

UMANA REYER VENEZIA 65–58 PASTA REGGIA CASERTA (19-12, 37-29,

Umana Reyer Venezia
Green 7, Goss 10, Bramos 3, Peric 19, Owens 14.
Ruzzier 4, Jackson, Tonut 2, Viggiano, Bergamo ne, Simioni ne, Ortner 6. All.: Recalcati

Pasta Reggia Caserta
Giuri 8, Cinciarini 19, Downs 9, Jones 11, Hunt 4.
El Amin 5, Ventrone ne, Gaddefors ne, Ghiacci 2, Ingrosso. All.: Dell’Agnello

MVP BASKETINSIDE.COM: Josh Owens (Umana Reyer Venezia)

Arbitri: Lamonica, Galasso, Bettini

Note: 3254 spettatori.

Fotogallery a cura di Giacomo Martines

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy