La Scavo conquista il derby delle Marche contro la Sutor

La Scavo conquista il derby delle Marche contro la Sutor

Commenta per primo!

Il derby delle Marche valevole per la 28esima giornata del campionato italiano è andato in scena al PalaSavelli di P.to S. Giorgio. La Sutor infatti, in cerca di nuova linfa economica (sponsor = soldi) ha deciso di spostare questa gara evento (e la prossima contro Siena) nel palas che tante soddisfazioni ha dato ai gialloblu in un passato neache troppo lontano. La cornice di pubblico però non è stata né di quelle sperate né di quelle che questo sport, e questo derby sentitissimo (lo dimostrano cori e striscioni degli ultras presenti) merita. A parziale scusante il fatto che entrambe le squadre siano ormai salve.Ad aggiudicarsi un pazzo pazzo derby, forse uno dei più belli degli ultimi anni grazie ad un ritmo ed un agonismo che fanno amare questo sport sia che si tifi la squadra vincente sia quella perdente, è stata la Scavolini, che ha avuto più energie dal punto di vista mentale nei minuti conclusivi e decisivi. Il divario tra le due squadre è stato ampio, ben 14 punti, ma il pazzo andamento della partita non ha mai escluso nessuna delle due squadre dalla vittoria. Sopratutto perchè era un derby.

Nonostante il 35 di valutazione di Crosariol ed il 28 di Barbour, quello che ha spaccato decisamente in 2 la partita è stato Mack: 5 su 6 da 3 punti. Bombardiere. Purtroppo la Sutor ha pagato lo scotto di una difesa molle rispetto a quelle delle ultime versioni del palaRossini che hanno permesso a Montegranaro una salvezza con molte giornate in anticipo. E così tutti gli effettivi scesi in campo con i colori rossobianchi si sono fatti notare ed hanno dato il loro contributo per questa meritatissima vittoria. In attacco i giocatori gialloblu si sono fatti valere a momenti alternati: Burns sugli scudi e Cinciarini spento, e poi fino al momento del tecnico con espulsione Cinciarini superbo e Burns fisicamente “cotto”. Giusto merito per la Scavolini che ha conquistato una partita di gran valore nonostante il campionato ormai chiuso. Sfottò finali tra le due tifoserie come da copione.

Montegranaro: Di Bella, Cinciarini, Burns, Amoroso, Slay.

Pesaro: Stipcevic, Cavaliero, Crosariol, Amici, Barbour.

1°QUARTO: Il sentitissimo derby si apre come meglio non si può:spettacolare schiacciata di Barbour. Il ritmo è di quelli folli con le squadre che si sfidano a viso aperto senza timore. Il punteggio risente della velocità e dopo neanche 5 minuti di gioco il punteggio è di 16 a 13 in favore della Sutor. Il bel gioco non manca, come non mancano le inchiodate a canestro da una parte e dall’altra (Crosariol e Burns autori di 8 punti) e punteggio sempre a favore dei locali per 20 a 15. Il canestro del solito Burns vale il primo allungo Sutor (+7) ma dall’altra parte c’è sempre un dominante Crosariol che riporta sotto i suoi. La bomba dell’ex Cavaliero vale in meno 3, la bomba di Mack il meno 2 (27 – 25), ma nel momento peggiore dei locali un provvidenziale Cinciarini mette la tripla subendo fallo, ma non riesce nel tentativo di mettere il libero. Barbour con due liberi conclude il quarto sul punteggio di 30 a 27.

2°QUARTO: Il capitano Di Bella apre il secondo quarto: piazzato bomba e nuovo massimo vantaggio di 8 punti. Mack risponde dall’altra parte con ben tre bombe consecutive in un amen che valgono il pareggio alla folle quota di 38 punti dopo neanche 13 minuti. L’ incredibile quarta bomba consecutiva invece vale il primo vero sorpasso della Scavo con il parziale aperto per i biancorossi che si allunga incredibilmente a 16 sui canestri di Crosariol e Barbour. Montegranaro ritrova la via del canestro con Cinciarini, ma le mani dei pesaresi sono infiammate e Barbour piazza la tripla del 48 a 40 per le vuelle. Il momento buio dei veregrensi sembra però finito grazie alla bomba del capitano e un sottomano del fischiato Cinciarini (45 – 48). Le squadre ora sembrano equivalersi ed il punteggio va avanti senza strappi fino al nuovo allungo con il gioco da tre punti di Mack che vale il nuovo più 6 Scavo. Ma come accaduto in precedenza, la squadra sotto di punteggio trova energie fresche e la bomba di Slay e la supergiocata sotto canestro di Burns permettono ai locali di ricucire lo strappo e portarsi a meno 2 prima della pausa lunga: 53 a 55.

3°QUARTO: A freddo arriva l’inchiodata di Amoroso che vale subito il pari, la Scavolini riesce a riallungare a più 6 grazie alla bomba del giovane rientrante (infortunio) Traini. Il momento è tutto favorevole ai biancorossi che riescono ad incrementare il divario fra le due squadre con Barbour che mette il canestro che vale il +8 con ancora più di 15 minuti da giocare. Le polveri per i gialloblu sono bagnate, Crosariol e Barbour ne aprofittano con due inchiodate. Burns ( e la Sutor) esce dal torpore generale e torna a segnare anche se dai liberi ma una difesa poco attenta permette permette alla Scavo di dominare sui gialloblu (63 -77). Di Bella e Burns provano a scuotere un po’ i gialloblu ma ad averne di più sono gli ospiti con un ottimo Cavaliero (4 punti consecutivi) riporta il margine a 13 punti. Sul conclusivo punteggio di 71 a 83 per le Vuelle piccolo infortunio (crampi?) per Burns.

4°QUARTO: Palasport infuocato, partita infuocata e succede tutto in un attimo: Cinciarini da sotto, Thomas da tre, ancora Cincia da sotto, bomba di Panzini, antisportivo di Thomas e due liberi di Cinciarini: 81 a 86. Momento di apparente calma con le squadre che sbagliano tiri anche facili, la Sutor continua la rimonta con un Cinciarini finalmente tonico che piazza due canestri consecutivi su azione (85 a 86). Il palas è una bolgia, Pesaro sembra risentirne non trovando più il canestro fino a quando Crosariol realizza con fallo (passi non visto). Cinciarini protesta e prima si prende un tecnico e poi l’espulsione. Sono 4 tiri liberi e Mack li realizza tutti (85 a 92) con ancora 5 minuti da giocare. Il rientrante Burns mette soltanto un libero sui due tentati, Pesaro non ne aprofitta commettendo infrazione di passi. La partita con quasi 4 minuti è ancora tutta aperta ed imprevedibile visti i 3 quarti passati: Amoroso subisce fallo e realizza entrambi i liberi, Stipcevic realizza subendo il 5 quinto fallo di Amoroso e metta anche il libero (88 – 95). Barbour dall’area ricaccia sempre più dietro la Sutor che però non molla e mette 4 punti consecutivi ( 92 a 95). Barbour ricaccia a – 7 la Sutor con 1′ e 44 secondi sul tabellone, la quale spreca malamente in attacco. Arrivano dei nuovi liberi per la Scavo che vola così +9. Game over per i locali che subiscono un pesante – 14 ( 94 – 108)

SUTOR MONTEGRANARO – SCAVOLINI BANCA MARCHE PESARO  94-108

Montegranaro: Cinciarini 18, Panzini 5, Perini ne, Vallasciani ne, Slay 10, Freimanis 3, Campani 2, Di Bella 15, Mazzola 0, Johnson 2, Burns 25, Amoroso 14. All. Recalcati

Pesaro: Traini 3, Cavaliero 11, Stipcevic 10, Barbour 27, Thomas 10, Crosariol 22, Tortu NE, Mack 20, Bryan 0, Amici 5. All. Markovski

Arbitri: Cicoria, Mattioli, Duranti.

Note: Tiri da 2 punti Montegranaro 30/56 Pesaro 25/38.Tiri da 3 punti Montegranaro 6/22 Pesaro 12/29. Tiri liberi Montegranaro 16/20 Pesaro 22/30. Rimbalzi Montegranaro 35 Pesaro 43.

MVP BASKETINSIDE: MACK

 

 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy