La Sidigas Avellino batte la Virtus Roma in una sfida dal sapore di playoff

La Sidigas Avellino batte la Virtus Roma in una sfida dal sapore di playoff

Commenta per primo!

Partita bellissima quella andata in scena questa sera al PalaDelMauro, nella quale sono usciti vittoriosi i padroni di casa della Scandone Avellino, che hanno battuto la Virtus Roma con il punteggio di 84-82. Gara emotivamente accesissima tra gli sfottò delle due tifoserie, alimentata contemporaneamente da una battaglia sul campo che sapeva di playoff. Primo quarto appannaggio dell’Acea con un Michal Ignerski molto ispirato (conclude poi con 16 punti), mentre nel secondo periodo sono saliti in cattedra i lunghi della Sidigas, che alla lunga sono risultati decisivi nell’economia dell’incontro: Will Thomas è l’MVP con 25 punti, 11 rimbalzi e un maestoso 39 di valutazione, mentre Kaloyan Ivanov ha chiuso con gli stessi rimbalzi del compagno e 20 punti all’attivo. Nel terzo quarto la Scandone ha provato a scavare il solco arrivando sul +13; nell’ultimo quarto, invece, la partita, che sembrava ormai chiusa, è stata clamorosamente riaperta dalle triple di Phil Goss (18 punti) e di Jimmy Baron (14), che però non sono bastate a mantenere l’imbattibilità della società capitolina, che vede la stessa Scandone agguantarla a quota 4 punti in classifica.

QUINTETTI Avellino: Lakovic, Dean, Richardson, Ivanov, Thomas. Roma: Goss, Taylor, Hosley, Ignerski, Mbakwe.

1° QUARTO (15-19) Goss realizza in penetrazione i primi due punti della gara per la Virtus, sbaglia invece Dean dall’arco. Al 2’ Hosley trova tutto solo Mbakwe sotto canestro che non può far altro che appoggiare il +4 Acea, poi ridotto a +1 dalla tripla di Ivanov. Grande inizio di Goss che firma anche una tripla, poi arriva la stoppata di Mbakwe su Dean: Roma può dunque allungare a +6 con un piazzato di Taylor (3-9 al 4’). Atmosfera incandescente al Deal Mauro, alimentata anche dal sopraggiungere dei tifosi romani. Primo timeout di Vitucci per la Sidigas dopo una palla persa: all’uscita dal timeout Dean appoggia al vetro la palla del -6, poi Ignerski fallisce da tre, imitato però da Lakovic dall’altra parte. Lo sloveno però si fa perdonare con un canestro in penetrazione, mentre dall’altro lato Roma non punge a dovere; Thomas quindi trova i primi due punti personali con un piazzato dai 6 metri, ma è immediata la reazione di Ignerski con una bomba (13-16 all’8’). Dopo una schiacciata di Thomas, Baron inaugura la sua partita con la conclusione pesante; Ivanov corregge in tap-in un tiro sbagliato di Hayes, poi Roma sbaglia da sotto ma la Sidigas non ne approfitta nei secondi finali.

2° QUARTO (24-12) Lotta a rimbalzo Ivanov conquistando subito due liberi, realizzati poi entrambi. Errore di Baron dalla media, Cavaliero invece, appena entrato, non sbaglia da tre punti e firma il primo vantaggio della Sidigas. Nell’azione successiva gli arbitri chiamano un contestatissimo fallo tecnico a Vitucci: Baron realizza i due liberi a disposizione, poi Moraschini segna in penetrazione riportando Roma sul +3. Rigore senza portiere fallito da Hosley in campo aperto, ma nell’azione successiva rimedia ancora l’ex Virtus Bologna con un canestro dalla media (20-25 al 13’). Thomas spezza l’incatesimo di Moraschini stoppandolo, poi schiaccia il -3 Scandone; continua l’ex Pinar Karsiyaka ad attaccare il canestro capitolino guadagnandosi due liberi, dei quali però realizza solo il primo. Altro rimbalzo offensivo per il centro biancoverde, che frutta due giri in lunetta per Hayes, che può dunque sbloccarsi (24-25 al 15’). L’ex Pistons ruba poi palla e firma in contropiede il nuovo vantaggio Sidigas, poi altra brutta azione per la Virtus con un’infrazione di passi di Goss; è in delirio il Del Mauro, che si esalta ancora di più al layup di Ivanov: è parziale di 9-0 interno, timeout immediato per Dalmonte (29-25 al 17’). Dopo il mini riposo l’ala bulgara della Scandone fa lievitare a 11-0 il parziale con due liberi, concluso poi da una penetrazione di Taylor; ancora Ivanov da sotto martella il canestro avversario, ma Mbakwe risponde con una poderosa bimane. Dopo un timeout di Vitucci, Dean segna la sua prima tripla; poi grossa ingenuità di Taylor, che a tempo quasi scaduto, commette un antisportivo su Thomas, regalandogli quindi due punti facili (38-31 al 20’).

3° QUARTO (19-17) Segna subito Mbakwe con un bel gioco in post basso, poi palla persa di Dean e Goss può approfittarne dai 6 metri riportando Roma sotto di 3 lunghezze. Lo stesso Dean però si fa perdonare con bel canestro in fadeaway; gran rimbalzo offensivo ancora per l’uomo da Red Bank che realizza il +7 Sidigas. Tripla rabbiosa di Ignerski, poi errore dalla media di Thomas, che però viene compensato dall’infrazione di passi di Mbakwe. L’africano nell’azione successiva stoppa Ivanov ma non può nulla contro Thomas che realizza prima il +6 poi il +8 per i locali. Ci pensa dunque Goss a fermare l’emorragia con un canestro in corsa, poi Hosley con uno da sotto (46-42 al 25’). Fallo tecnico al nervoso Trevor Mbakwe, che però frutta solo due punti alla Scandone; alley-oop sbagliato dallo stesso Mbakwe sul filo dei 24’’, ma Avellino non allunga e viene punita dalla schiacciata di Hosley. 2/2 ai liberi per Ivanov, poi Thomas rispolvera anche la sua abilità nel tiro pesante e porta Avellino sul +9, massimo vantaggio dell’incontro. Dopo un 2/2 dalla lunetta di Ignerski, arriva anche il ventesimo punto di Thomas. Roma non riesce a pungere con Eziukwu, così il vantaggio della Scandone rimane invariato alla terza sirena.

4° QUARTO (27-24) Ultimo periodo aperto da una schiacciata in contropiede di Ignerski, poi Cavaliero fa esplodere il palazzetto con una tripla sulla sirena dei 24’’; Roma sembra accusare il colpo, con i passi di Eziukwu, e Thomas la può punire con altri due punti: Dalmonte è costretto ad un altro timeout per non far scappare gli avversari che ora sono a +12 (62-50 al 31’). Dopo un un altro errore capitolino, Hayes può allungare il vantaggio bianco verde con un libero, poi Baron perfeziona un gioco da 4 punti con una tripla più libero supplementare. Ivanov però lo imita con un altro canestro+fallo, quanto basta per far tornare i suoi a +12. Risponde di nuovo Jimmy Baron con un sottomano al vetro (66-56 al 33’). Nell’azione successiva capitan Spinelli segna prima due liberi poi subisce un fallo di sfondamento da parte di Taylor; Goss prova a rimettere i suoi in carreggiata con una tripla, ma Hayes risponde alla stessa maniera. Si sente sfidato l’ex Varese, che dunque infila la sua seconda tripla consecutiva, ma nell’azione successiva Spinelli riporta la Sidigas sulla doppia cifra di vantaggio con un appoggio al tabellone (73-62 al 35’). Altra tripla per Baron, quindi Dean perde palla e Taylor non perdona con la bomba che regala il -5 alla Virtus: timeout obbligato per Vitucci. Altra persa di Hayes, Goss questa volta non punge da tre e Thomas con un 1/2 dalla lunetta riporta a +6 i suoi; dall’altra parte però c’è una schiacciata+fallo di Quinton Hosley: Roma è ora sole 3 lunghezze (74-71 al 37’). Cavaliero però non ci sta e ricaccia la Virtus indietro con le maniere forti; dopo due liberi romani, Dean realizza dalla media ma dall’altra parte Goss infila una nuova tripla che ridà brio all’Acea; è una bella partita, Thomas ancora da sotto, +7 Avellino, Goss ancora da tre, -4 Roma. Ma non finisce qui, perché Roma trova altri due punti e costringe al timeout Vitucci, quando ci sono solo 15’’ e 44 centesimi da giocare. Fallo sistematico di Goss su Lakovic: lo sloveno però fa 1/2. Ma nell’azione successiva succede l’incredibile: fallo antisportivo di Ivanov su Taylor, che fa anch’egli 1/2. Dalmonte vuol disegnare l’ultima azione; Taylor prova la penetrazione ma non è fortunato: vince Avellino 84-82.

TABELLINI

SIDIGAS Avellino  84-82  ACEA Roma

Parziali: 15-19; 38-31; 57-48

AVELLINO: Thomas 25, Biligha n.e., Lakovic 3, Richardson 2, Spinelli 4, Ivanov 20, Dragovic, Morgillo n.e., Cavaliero 9, Riccio n.e., Hayes 10, Dean 11. All.: Vitucci. T2: 21/36 – T3: 7/18 – TL: 21/25 – Rim: 33 – PR: 4 – PP: 11 – Ass: 13 – Val: 96

ROMA: Goss 18, Reali n.e., Tonolli n.e., Righetti, D’Ercole, Taylor 12, Eziukwu, Hosley 10, Baron 14, Ignerski 16, Moraschini 4, Mbakwe 8. All.: Dalmonte. T2: 20/39 – T3: 11/25 – TL: 9/10 – Rim: 28 – PR: 4 – PP: 10 – Ass: 10 – Val: 75

Arbitri: Borgioni, Morelli, Seghetti.

MVP basketinside.com: WILL THOMAS – 25 punti, 11 rimbalzi, 5 falli subiti, 39 di valutazione

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy