La Vuelle non molla un colpo: Lacey e Daye sono impeccabili, Milano va KO

La Vuelle non molla un colpo: Lacey e Daye sono impeccabili, Milano va KO

Commenta per primo!

PESARO – La Vuelle riesce nell’impresa e abbatte l’Olimpia Milano. Si era capito sin dai primi frangenti che gli uomini di coach Repesa non avrebbero avuto vita facile con la Consultinvest, galvanizzata dalla striscia di due vittorie consecutive, ma chi si sarebbe aspettatO anche la terza? Dopo il grande avvio marchigiano, al concretizzarsi della rimonta dell’EA7, targata McLean (24 punti) e Lafayette, era auspicabile che l’inerzia della gara si sarebbe spostata. E invece, così non è stato, con un sempre più positivo e acclamato Daye (autore di 19 punti) a guidare la risalita, quella che la Vuelle ha iniziato ormai da alcune settimane, in concomitanza col suo arrivo in Italia. Ci ha pensato Lacey, che ne ha messi 21 di cui ben 11 nel quarto periodo, a completare l’opera, bloccando ogni tentativo di rimonta di Milano nei minuti decisivi e facendo gioire nuovamente l’Adriatic Arena, che ha visto tra l’altro il ritorno del tifo della sua curva, in seguito alla recente riconciliazione tra gli ultras del gruppo Pesaro 1946 e la dirigenza. Le nubi si diradano definitivamente in casa Vuelle, mentre cominciano ad appaiarsi sul cielo di Milano, ancora orfana della costanza della scorsa annata.

Starting five

Consultinvest Pesaro: Shepherd, Lacey, Daye, Christon, Candussi.
EA7 Emporio Armani Milano: Macvan, Cinciarini, Jenkins, Barac, Simon.

La cronaca – Dopo i primi minuti di iniziale equilibrio Pesaro tenta l’allungo, timbrando un notevole break di 10-0 guidato da Christon (5′, 14-4). C’è solo McLean, autore di 11 punti nel solo primo periodo, a tenere a galla l’Olimpia, che dopo le difficoltà iniziali prova a rialzare la testa. E lo fa nel secondo periodo, con un parziale di 7-2, per impattare la gara sul con un canestro di Lafayette (13′, 23-23). La Consultinvest non ci sta e prova, spinta da Lacey, a rimanere al passo, ma a neanche due minuti dall’intervallo è ancora l’ex Olympiakos a piazzare la bomba che vale il +7 meneghino. E’ il “solito” Austin Daye a provare a ricucire il margine alla ripresa delle ostilità, quando Pesaro ne mette 9 di fila, ritornando ad un solo possesso di distacco (26′, 39-41).

L’EA7 non si scompone, il duo Lafayette-McLean si rimette in moto ed è nuovamente +7, malgrado il timeout obbligato di Paolini. Fioccano gli errori nell’ultimo quarto, con la Consultinvest che riesce, a 5′ dalla sirena finale, ad agguantare il -4, mettendo in allarme coach Repesa che la gara è tutt’altro che in cassaforte. E la dimostrazione arriva in un amen, con Daye, preceduto da Ceron dalla lunetta, che va a pareggiare i conti sul 55-55. McLean riporta i conti sul +4 (37′, 55-59), ma la Vuelle non ci sta, Christon ne mette 5 di fila e i padroni di casa volano incredibilmente avanti. Botta e risposta dall’arco tra Macvan e Lacey, Simon porta Milano sul -1 ma fallisce il tiro del vantaggio a pochi spiccioli dalla conclusione. Lacey è impeccabile dalla linea della carità dopo il fallo tattico dell’Olimpia (69-66), gli ospiti tentano il tiro della disperazione a meno di un secondo dalla fine, ma è nulla di fatto. Pesaro trionfa e strappa la terza vittoria di fila.

MVP Basketinside.com – Trevor Lacey

CONSULTINVEST PESARO 69–66 EA7 EMPORIO ARMANI MILANO (19-16, 11-18, 16-19, 23-13)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy