Lacey show! La Consultinvest batte Trento nel recupero. Salvezza più vicina

Lacey show! La Consultinvest batte Trento nel recupero. Salvezza più vicina

La Consultinvest Pesaro batte 79 a 72 la Dolomiti Energia Trento compiendo un importante passo verso la salvezza. Decisivo uno strepitoso Lacey autore di 23 punti e il solito Austin Daye, protagonista di alcune giocate chiave nel finale.

La Consultinvest Pesaro fa suo il match di recupero dell’Adriatic Arena battendo per 79 a 72 la Dolomiti Energia Trentino. Questo successo, il terzo negli ultimi 5 incontri per gli uomini di Paolini, è un ulteriore importantissimo passo in avanti dei marchigiani nella corsa salvezza, dal momento che il fanalino di coda Torino adesso dista quattro lunghezze. Gara di grande intensità anche se non molto spettacolare, decisa nel quarto finale dalle giocate di uno strepitoso Lacey, MVP della gara con 23 punti, e di Austin Daye che, dopo essere stato in ombra per larghi tratti del primo tempo, ha messo a referto i cinque punti che hanno dato ai biancorossi l’allungo decisivo. Ai padroni di casa il grande merito di aver tenuto dritta e costante la barra del timone nell’arco dei 40 minuti, senza farsi prendere da ansie e timori che troppo spesso in questa stagione le hanno pregiudicato vittorie che erano ad un passo dall’essere conquistate. Trento dal canto suo paga in termini di stanchezza, che si è notata, il tour de force dell’ultimo periodo che l’ha vista disputare tantissime partite ravvicinate.

CRONACA

1° TEMPO: Pesaro deve attendere qualche minuto per prendere le misure ad una Trento che la butta sul piano dell’intensità con Pascolo e Wright apparsi molto reattivi (9-2). Come spesso accade ai biancorossi la riscossa passa dalle mani di Daye e Christon che anche questa volta alzano la velocità della squadra riportandola a contatto (9-11). A completare l’opera sono Lacey e Lydeka, autori di un parziale di 7-0 che vale il primo sorpasso interno della serata (17-15). Il finale di quarto è una sfida personale tra Pascolo e Christon e si conclude con la bomba dall’angolo dell’ala friulana decisiva per mettere il punto esclamativo sui primi 10 minuti di gara (21-21). Pesaro, che quando può correre diventa molto pericolosa, apre la seconda porzione del match con decisione, sospinta dalle incursioni di Christon e dalle giocate chirurgiche del subentrato Gazzotti che valgono il +8 toccato in due circostanze (31-23 e 33-35), primo vero tentativo di allungo della serata. Nel momento di accelerare in maniera decisiva però la Vuelle si blocca, fermando troppo la palla in attacco, non trovando più i punti di un Daye, abbastanza in ombra nei primi 20 minuti e autore di soli 6 punti, e prestando il fianco alle ripartenze trentine. Sanders, Lockett e Forray non si lasciano scappare l’occasione e fanno centro, riportando alla luce il copione già visto dei primi 10′ minuti, con la parità che ancora una volta arriva a pochi secondi dal gong e questa volta porta la firma dell’ala nativa di Golden Valley (41 a 41).

2° TEMPO: Al rientro dagli spogliatoi Forray ne mette subito cinque di fila (46-41), ma Christon è pronto a rispondere con un gioco da tre punti importante per non far perdere contatto ai suoi (46-44). Si segna poco e nonostante questo Trento mantiene la testa del match grazie al buon controllo delle plance di Wright e di Pascolo (53 a 49). Lacey tenta di scuotere una Consultinvest, che sul piano del gioco corale in questo frangente lascia un po’ a desiderare, con un lay up più fallo prima e un tiro ravvicinato poi, per il nuovo contro-sorpasso: 54 a 53. La gioia pesarese dura lo spazio di un azione perché Pascolo e Whright ristabiliscono le distanze prima del sigillo finale di Christon che certifica il 56 a 57 in favore della Dolomiti Energia del 30° minuto. Gli attacchi stentano a spiccare il volo e allora anche una tripla, quella di Whright, è sufficiente per scavare un piccolo solco in favore dei bianconeri (64-60). Solco però subito colmato dai liberi di Lydeka e dal canestro di Lacey che sono il preludio dello show finale di Austin Daye: il lungo californiano ne mette cinque in un amen con la tripla del 69 a 65 che fa letteralmente esplodere di gioia l’Adriatic Arena. Pascolo ai liberi accorcia le distanze ma è ancora una volta un canestro pazzesco di un Lacey in giornata di grazia a spegnere gli entusiasmi e a scrivere la parola fine sul match che i biancorossi portano a casa per 79 a 72.

Consultinvest Pesaro – Dolomiti Energia Trentino 79-72

Consultinvest Pesaro. Christon 15 (6/9, 0/1), Daye 20 (1/11, 3/10), Lydeka 12 (4/4), Gazzotti 7 (2/2, 1/2), Lacey 23 (7/12, 2/5), Sollazzo, Candussi, Ceron (0/1, 0/2), Serpilli, Basile (0/1 da tre), Shepherd 2 (1/6, 0/1). All. Paolini

Dolomiti Energia Trentino. Poeta 5 (2/3, 0/1), Sanders 9 (2/5, 1/6), Pascolo 15 (5/10, 1/2), Forray  16 (2/2, 4/5), Bellan ne, Flaccadori (0/1), Sutton 2 (0/3, 0/1), Lockett 7 (1/4, 1/3), Lechthaler 3 (1/1), Wright 15 (5/9, 1/2). All. Buscaglia

NOTE – Tiri liberi: Pesaro 19/21, Trentino 12/19. Tiri da due: Pesaro 21/45, Trentino 18/38. Tiri da tre: Pesaro 6/22, Trentino 8/20. Rimbalzi: Pesaro 33 (Daye 9), Trentino 40 (Pascolo e Sutton 7). Assist: Pesaro 6 (Ceron e Daye 2), Trentino 11 (Forray 3).

Fotogallery a cura di Michael Ciaramicoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy