L’Enel senza Kadji stende Sassari e torna al successo

L’Enel senza Kadji stende Sassari e torna al successo

L’Enel Brindisi stende Banco di Sardegna Sassari e si impone sul parquet del PalaPentassuglia per 88-82. La squadra di coach Piero Bucchi, dopo quattro sconfitte consecutive, torna al successo e resta in corsa per i playoff.

Commenta per primo!

L’Enel Brindisi stende Banco di Sardegna Sassari e si impone sul parquet del PalaPentassuglia per 88-82. La squadra di coach Piero Bucchi senza Kadji, seduto in panchina perché ufficiosamente pronto a tornare in Sardegna per  giocare tra le file della Dinamo, ritrova confidenza con la vittoria e  torna al successo. Un risultato, quello di oggi, molto importante per Brindisi che, dopo quattro sconfitte consecutive, riacquista fiducia: adesso fondamentale sarà mantenere costanza di gioco, specie in virtù dell’obiettivo playoff. Ottima prova di Banks e Scott, rispettivamente con 20 e 17 punti all’attivo. Per quanto riguarda Sassari, invece, straordinario Logan con 29 punti messi a segno.

STARTING FIVE:

Enel Brindisi: Banks, Anosike, Zerini, Scott, Reynolds

Banco di Sardegna Sassari: Eyenga, Stipcevic, Varnado, Logan, Mitchell

LA CRONACA

Primo quarto: Entrambe le squadre partono bene: si gioca punto a punto, l’Enel al 3’ è avanti per 6-5 e gioca con precisione e attenzione, potendo contare sul duo Banks-Anosike che sin da subito mostrano intesa. Il tabellone segna 15-12 al 5’ e 17-15 al 6’, un vantaggio che Brindisi, però, non riesce a mantenere: Sassari raggiunge la parità per 17-17, sorpassa i padroni di casa che comunque non perdono il controllo. Il tempino termina 22-23.

Secondo quarto: L’Enel recupera, segna e al 12’ si porta avanti per 29-23. La forbice di punteggio si allarga in favore di Brindisi, i biancoazzurri sono inarrestabili: 34-25 al 14’ e 36-27 al 15’. Sbaglia Harris, ci pensa Gagic che regala alla squadra altri due punti: il punteggio è fermo 38-30 al 16’ e 46-36 al 19’, la compagine brindisina è in vantaggio di 10 punti. Sassari intasca una manciata di punti, ma non bastano. Brindisi chiude la frazione per 46-40.

Terzo quarto: Dopo la pausa lunga negli spogliatoi, Brindisi continua a mantenere il vantaggio: gioca rabbiosa, con aggressività e concede poco quanto niente agli avversari: il tabellone segna 52-45 al 23’. L’Enel continua a segnare, Sassari insegue, ma senza ottenere granché: è 56-47 al 24’ e 56-52 al 25’. Una tripla di Banks porta la il risultato sul 59-52. I padroni di casa sono sempre avanti: entra Gagic, esce Anosike e Scott mette i due tiri liberi a disposizione. Al 28’ è 63-55, la squadra brindisina prosegue dritta come un treno. Il tempino termina 65-55.

Quarto quarto: La gara va avanti sulla stessa lunghezza d’onda. L’Enel è costante nel gioco, intasca punti, lasciandosi Sassari alle spalle. Il tabellone segna 77-59 al 35’, i biancoazzurri sanno il fatto loro, gli avversari non mollano, pressano, ma restano dietro Scott indovina ancora un canestro, il punteggio è fermo 80-71 al 38’. Gli avversari incredibilmente recuperano, si avvicinano e a 20 secondi dalla fine è 80-78, Brindisi ha quasi paura di vincere, ma alla fine conquista il match. L’Enel chiude 88-82.

Parziali: 22-23; 46-40; 65-55

TABELLINI;

Enel Brindisi: Banks 20, Reynolds 9, Scott 17, Cournooh 7, Harris 18, Cardillo, Milosevic 2, Gagic 4, Zerini 2, Anosike 9, Marzaioli. All. Bucchi

Banco di Sardegna Sassari: Haynes 5, Petway 2, Mitchell 10, Logan 29, Formenti, Devecchi, D’Ercole, Marconato, Sacchetti 4, Stipcevic 12, Eyenga 9, Varnado 11. All. Calvani

MVP Basketinside.com: Adrian Banks (20 punti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy