L’orgoglio di Milano porta tutti a gara4, Bennet sconfitta!

L’orgoglio di Milano porta tutti a gara4, Bennet sconfitta!

ARMANI JEANS MILANO – BENNET CANTU’ 70 – 56 (26- 13, 40- 32, 55- 40)

BENNET CANTU’: Del Pero ne, Micov 9, Scekic 15, Markoishvili 7, Leunen 7, Marconato 8, Mazzarino 2, Mian ne, Novati ne, Diviach ne, Tabu 3, Green 5. All. Trinchieri.

ARMANI JEANS MILANO: Eze 8, Mancinelli 10, Mordente, Jaaber 7, Rocca 6, Greer 11, Petravicius 6, Ganeto, Scomparin ne, Colnago ne, Karl 4, Hawkins 18. All Peterson.

Arbitri: Facchini, Pozzana, Duranti.

Esce sconfitta da gara 3 di semifinale la Bennet che al Mediolanum Forum si arrende per 70 a 56 all’Armani Jeans che riduce dunque lo svantaggio nella serie sul 2 a 1. Ora si giocherà quindi la quarta partita domenica sera alle ore 20.15 sempre a Milano.

Inizio favorevole ai meneghini che con Jaaber e Hawkins si portano sul 4 a 0 dopo due minuti. E’ Micov a realizzare i primi punti per Cantù, ma i padroni di casa, con Karl e Eze, volano sull’8 a 3. I biancoblù cercano di reagire sempre con Micov, l’Olimpia però, grazie a Eze e al contropiede di Mancinelli, arriva addirittura sul 14 a 5 a metà della prima frazione convincendo coach Trinchieri a chiamare time- out. Mancinelli insacca una bomba, Green un tiro da fuori mantendendo gli ospiti sul -10 (17 a 7). Milano prova a scappare con la nuova tripla di Hawkins, ma la Bennet attacca con calma, trova punti dalla lunetta e rimane a – 10 (20 a 10) a due minuti dal termine del quarto. I liberi allo scadere di Greer permettono all’Armani di chiudere il primo periodo in vantaggio per 26 a 13 nonostante il buon apporto di Scekic sotto le plance.

La seconda frazione si apre con una schiacciata di Jaaber per il +15 interno. Cantù non ci sta, aumenta l’intensità difensiva e, con la bombe di Leunen e Tabu, torna a – 8 (20- 28) a sette minuti e mezzo dall’intervallo. Milano continua a colpire dalla lunga con precisione e, a sei minuti dalla fine del primo tempo, è avanti 34 a 24 nonostante la bella penetrazione di Mazzarino. E’ un canestro di Petravicius a fissare il punteggio sul 36 a 24 per i padroni di casa a metà del secondo quarto. Le difese salgono di colpi cosicchè, a 120 secondi dal termine del periodo, il risultato è di 36 a 26 per l’Olimpia con due soli liberi di Leunen a segno. Scekic è bravo dalla lunetta, Eze schiaccia dopo una palla quasi persa, prima del break ospite che riporta la Bennet sul – 6 (32 a 38). Il canestro di Karl allo scadere vale invece il 40 a 32 Armani Jeans all’intervallo.

Il secondo tempo comincia con il lay- up di Eze per il +10 biancorosso. Cantù cerca di riavvicinarsi con Marconato e Micov, Milano però si affida a Hawkins per restare in vantaggio 47 a 36. E’ ancora Hawkins a realizzare il tiro del 49 a 36 a sette minuti e mezzo dalla fine della terza frazione. I biancoblù stringono le maglie difensive e con Markoishvili ritornano a -11 (49 a 38) a metà del quarto. Greer insacca un libero, Scekic due, prima del canestro di Rocca che significa 52 a 40 per l’Olimpia a due minuti dal termine del terzo periodo. La bomba di Greer, unico centro negli ultimi 120 secondi, fissa il punteggio, alla fine della frazione, sul 55 a 40 per i padroni di casa.

Il quarto conclusivo inizia con il lay- up di Marconato del -13 esterno. Mancinelli e Petravicius dalla lunetta permettono ai meneghini di riallungare sul 58 a 42 quando mancano sette minuti e mezzo al termine del match. La Bennet non molla e con Leunen e Green riduce il divario sul – 11 (58 a 47) a sei minuti dalla fine della partita. Sono Micov e Marconato a riaprire la sfida sul 50 a 58 di metà ultimo periodo. Hawkins però insacca una tripla contro la zona ospite e il contropiede di Greer fa volare i padroni di casa sul nuovo +13 (53 a 40). Hawkins realizza un’altra bomba prima di servire l’assist a Rocca che di fatto chiude la contesa sul +17 (68 a 51) a tre minuti dalla sirena conclusiva. I canestri di Scekic e Markoishvili servono infatti solamente a fissare il risultato finale sul 70 a 56 per l’Armani Jeans che così riduce lo svantaggio nella serie sul 2 a 1.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy