L’Orlandina continua a volare, anche Caserta si inchina

L’Orlandina continua a volare, anche Caserta si inchina

Capo d’Orlando miete un’altra vittima al PalaFantozzi, per Caserta la crisi continua

Commenta per primo!

Grazie ai 22 punti di Ivanovic, l’Upea ha la meglio su una Juve Caserta che rimane sempre in partita ma senza mai piazzare la zampata per portarsi in vantaggio. Capo d’Orlando si conferma quindi quarta forza del campionato, con Caserta che adesso comincia a guardarsi negli specchietti.

Dopo un avvio di marca ospite (19-23 al 14′), l’MVP di serata Ivanovic inizia a mettersi in proprio impattando a quota 27 e allungando sul finire di primo tempo a +4 (34-30 al 18′). Con la seconda frazione che si chiude sulla perfetta parità (36-36), anche il terzo periodo è all’insegna dell’equilibrio (57-53 al 30′), ma la vera differenza la fa l’apertura dell’ultimo e decisivo periodo: Archie porta sul +9 l’Orlandina (62-53 al 32′) e al 32′ il vantaggio raggiunge la doppia cifra (66-56 al 35′). Game over? Invece no. La Pasta Reggia con uno sforzo incredibile si riporta sul -1 a 1′ dal termine, ma proprio sul più bello finisce la benzina e Stojanovic punisce i bianconeri con la tripla della staffa.

BETALAND CAPO D’ORLANDO – PASTA REGGIA CASERTA 74-71 (15-17; 36-36; 57-53)

Betaland Capo d’Orlando: Munafò ne, Galipò ne, Tepic 8, Iannuzzi 14, Laquintana 5, Nicevic ne, Delas 2, Diener 5, Donda ne, Ivanovic 22, Archie 8, Stojanovic 10. All: Di Carlo.

Pasta Reggia Caserta: Berisha 16, Puoti ne, Diawara 4, Cinciarini 2, Ventrone ne, Putney 14, Gaddefors 2, Giuri 10, Bostic 7, Cefarelli ne, Watt 16, Johnson. All: Dell’Agnello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy