Magico White all’overtime, Sassari può sognare!

Magico White all’overtime, Sassari può sognare!

Cronaca: Il canestro iniziale di White è solo un fuoco di paglia per i biancoblù perché è Varese ha prendere subito in mano le redini della partita dimostrando un ottima condizione: nei primi 4 canestri, la Cimberio manda a referto 4 effettivi e le permette di scappare sul 4-9 con la bomba di Rannikko. Ma il James White Show inizia già al 5’ minuto infatti il giocatore americano è autore di un primo quarto strabiliante (5/5 da 2 e 2/2 ai liberi) nel quale firma 12 punti (e 19 di valutazione); mentre Sassari va a segno solo con i “big three”, la Cimberio coinvolge tutti gli uomini del quintetto e, nonostante abbia subito un pesante break, si mantiene in linea di galleggiamento trascinata da Phill Goss (7punti+3assist nei primi 10’).

Il secondo quarto si riapre come era finito: con White a muovere la retina, ma la reazione di Varese non si fa attendere e spinta dall’orgoglio del proprio capitano, riporta sul -3 (23-20 al 14’). Anche Hunter vuole fare la sua parte e si fa sentire sottocanestro andando a segno con 4 punti consecuitivi, a cui si aggiunge la bomba di un ottimo Travis Diener fanno volare la Dinamo sul massimo vantaggio (33-22 al 18’). Sassari riesce a ripondere colpo su colpo agli assalti varesini di Slay e Goss che cercano di sfondare il muro sardo: White si prende una meritata pausa, allora è la coppia Hunter-Diener a tenere un tranquilo vantaggio sugli ospiti che permette ai padroni di casa di chiudere il primo tempo sul 39-30.

Al rientro dagli spogliatoi è uno scatenato Ron Slay a riportare sotto i biancorossi che si riportano a -3; una schiacciata di White cerca di ricacciare indietro i varesini, ma due bombe in fila targate Rannikko e Slay riportano in gara Varese che trova il pareggio (43-43 al 26’) grazie ad un Fajardo davvero super nella ripresa. Diener prova a riallungare ma è ancora l’italo-spagnolo che mette una pezza, ricucendo subito lo svantaggio anche se non è sufficiente ad impattare il risultato infatti il tabellone a fine terzo quarto dice 51-47 Sassari.

Ultimo quarto al cardiopalma, tutto punto a punto: è ancora Fajardo ad impattare, ma una tripla insperata di Vanuzzo rispedisce la Cimberio a -3. Risponde prontamente che pareggia sul 56-56, ma qui la gara sembra girare: Slay va a segno con un’azione viziata da una sospetta infrazione di passi che fa andare su tutte le furie coach Meo Sacchetti che si prende il tecnico facendo scappare Varese sul +4. Replica Diener, ma la schiacciata+fallo di un indemoniato Ron Slay dà il +7 alla Cimberio con 2’ da giocare. La gara sembra chiusa, ma prima Tsaldaris e poi Diener la riaprono, tanto che il greco firma il vantaggio (71-70 a 1’ dalla fine) sfruttando una precedente stoppa tona di White su Goss. Fajardo si guadagna un viaggio un lunetta che trasforma a metà (71-71). Il finale è convulso e pieno di errori da una parte e dall’altra: White perde palla, Kangur sbaglia e Stipcevic lo imita, Tsaldaris perde un altro pallone sanguinoso ma Varese perde un altro pallone e la preghiera finale di Diener da metà campo non viene accolta: è overtime!

Nel supplementare la Dinamo ci impiega poco a mettere la freccia e scappare e per questo deve ringraziare l’MVP di serata James White (8 punti in questi 5’) che aiutato da Hunter fa volare Sassari sul +5 (76-71 al 43’) con il solo Fajardo che prova a mantenere Varese attaccata alla partita (78-76 al 44’). L’ultimo allungo è targato ancora dalla coppia americana della Dinamo che chiude definitivamente la partita, sfruttando una palla persa di Rannikko che costringe i suoi ad alzare bandiera bianca dopo una fantastica battaglia.

MVP: James White (31 punti con 42 di valutazione)

Commento: al termine di una favolosa partita, merito di entrambe le squadre, la Dinamo si porta a casa i 2 punti che vogliono dire ottava posizione (anche se in coabitazione con Roma e Pesaro). Nulla è impossibile e i playoff sono li: riuscire a qualificarsi per poi andare a sfidare una corazzata come Siena al primo turno sarebbe una gran bella cigliegina sulla torta di un’ottima stagione per questa Dinamo. Stagione che si era complicata durante il girone di andata e che è svoltata proprio all’andata con Varese, quando Sassari otteneva un’insperata vittoria, con entrambe le squadre in palese difficoltà. Ora siamo qui a parlare di due squadre che possono qualificarsi per i playoff , soprattutto Varese che gode di 2 punti in più rispetto alla formazione sarda e quindi può guardare con più ottimismo alla post-season.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy