McGee decisivo, l’Orlandina castiga Brindisi e sigilla la salvezza

McGee decisivo, l’Orlandina castiga Brindisi e sigilla la salvezza

Commenta per primo!

L’Orlandina nella partita più importante dell’anno trova due punti che con ogni probabilità significano salvezza. L’Upea forte di una straordinaria prestazione degli ex Brindisi Campbell ed Henry, trova una vittoria tanto importante quanto difficile. La differenza viene anche e soprattutto dai rimbalzi, 36 dei padroni di casa, contro i 25 di Brindisi. MVP Dario Hunt, con 12 punti, 9 rimbalzi e 2 stoppate fatte.

Il primo ruggito del match porta la firma di Campbell, seguito da un’ottima penetrazione di Henry. Prova subito a fuggire l’Upea, che viene subito raggiunta da un layup di Denmon ed una tripla di Turner Jr. Hunt prende in mano la squadra, con 10 punti all’attivo in 8 minuti di gioco; 20-13. Timeout di Griccioli, che butta nella mischia il giovane Karavdic. I siciliani non si fermano ed alla prima sirena conducono 24-13.

Denmon si prende due triple in avvio di secondo quarto, solo retina e 6-0 di parziale per gli ospiti. Si aggiunge anche Bulleri alla festa della tripla, Brindisi è già sul -2. Straordinario 11-0 di parziale brindisino, interrotto dall’arco dal play orlandino Henry. All’intervallo, grazie alle realizzazioni finali di Archie, l’Orlandina conduce 33-26.

Parte forte l’Upea, con Archie, che gioca i suoi ultimi minuti con questa maglia, prima di approdare tra le fila del Telenet Oostende. Orlandina in vantaggio di nove lunghezze al 24′. Schiacciata di Mays, la tripla di Pecile e la gara che entra nel vivo, a 13′ dal termine, il risultato è di 44-37. Tecnico a Griccioli, ma Brindisi non sfrutta bene, trovando solo un punto su libero di Pullen. Soragna da 2, e Bucchi si prende timeout. Bulleri da tre e Denmon in contropiede, Brindisi prova la rimonta, ma è il tecnico a Bucchi a rovinare un buon momento dei suoi. 52-45 all’ultima pausa.

Eric apre le danze nell’ultima frazione di gara. Henry da tre, Cournooh risponde benissimo. Grande assist di capitan Soragna, per il layup vincente di Karavdic che vale il +8. Canestro di fondamentale importanza di Henry in chiave salvezza con l’Orlandina che vola sul 61-50 a 5′ dalla fine. Turner da tre, Hunt in alley-oop, ma Brindisi da forti segni di ripresa sul -4. James mette la tripla del -1 Mays trova il clamoroso vantaggio brindisino. Nel finale McGee mette la tripla che a meno di sorprese clamorose, si traduce in Serie A 2015/16. Il finale è 66-65.

Upea Capo d’Orlando 66 – Enel Basket Brindisi 65

Capo d’Orlando: Archie 10, Hunt 12, Munastra, Soragna 5, Pecile 8, Karavdic 2, Henry 13, McGee 8, Bianconi, Campbell 8, Strati. All. Griccioli
Brindisi: Pullen 3, James 14, Bulleri 6, Cournooh 5, Calò, Denmon 14, Morciano, Zerini, Turner 6, Mays 15, Eric 2. All. Bucchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy