Milano corre e vince con Bou e Malik, Siena al tappeto: 3-2

Milano corre e vince con Bou e Malik, Siena al tappeto: 3-2

Commenta per primo!

L’Olimpia Milano batte la Mens Sana Siena col punteggio di 82-67 e si porta sul 3-2 nella serie. Il fattore campo continua a regnare in una serie equilibratissima in termini generali ma che ha visto spesso una delle due squadre condurre con scarti ben superiori alla doppia cifra, tranne che in gara 2. A questo punto i milanesi avranno due match point, uno al PalaEstra lunedì e un altro al Forum di Assago mercoledì. Sarebbe la prima eliminazione nella storia subita da Siena per mano di Milano. Partita sicuramente non emozionante nei primi 20’, con punteggio basso, tiri aperti sbagliati e gioco non troppo fluido. Poi Milano decolla guidata da Fotsis, Bourousis e Hairston, mentre Siena resta bloccata sulla mediocrità del primo tempo. MVP della partita Ioannis Bourousis e Malik Hairston: per il greco 18 punti e 12 rimbalzi con 26 di valutazione, per il capitano 17 punti, 3 assist e 19 di valutazione. Segnali importanti da parte di Antonis Fotsis, il quale ha giocato una partita di energia e chiuso con 9 punti e 7 rimbalzi. Quota 15 raggiunta anche da Gentile e Bremer. Dall’altra parte doppia cifra solo per Sanikidze (scatenato nel garbage time) e Hackett a quota 10.

Milano parte con Green, Gentile, Hairston, Fotsis e Bourousis. Siena risponde con Hackett, Janning, Moss, Kangur e Ress. L’inizio è subito favorevole ai padroni di casa che sfruttano un Bourousis piuttosto ispirato: il lungo greco ne mette 2 in post basso, piazza la tripla per poi segnare sull’assist di un altrettanto positivo Malik Hairston. Si segna pochissimo e a provare l’allungo è l’Olimpia che gioca in contropiede. Gentile mette in ritmo Marques Green che non esita a realizzare dalla lunghissima, permettendo così ai suoi di doppiare Siena: è 12-6 al 6’. Le realizzazioni continuano a essere frequenti come la pioggia nel deserto del Sahara e Daniel Hackett chiude il periodo con due tiri liberi: 14-10. Tanta intensità ma match che stenta a decollare.

Siena si affida a capitan Carraretto che si iscrive a referto dopo 10’ con un arresto e tiro di pregevole fattura. I toscani piazzano un 6-0 di parziale e un canestro del solito Hackett in penetrazione vale il 14-16. A rispondergli, con un tiro praticamente identico, è Keith Langford. Milano continua a riuscire a convertire i tiri in punti attaccando il ferro: sono JR Bremer e Ale Gentile a realizzare ancora una volta nell’area dei 3 secondi senese, per il nuovo sorpasso biancorosso sul 20-18. A questo punto sale in cattedra capitan Malik Hairston, che dopo aver fornito un paio di assist al bacio nei primissimi minuti del match, si mette in proprio: due liberi, un canestro in post basso, ancora una gita perfetta in lunetta e poi la giocata finale con la quale brucia letteralmente sul primo passo il povero Kangur e firma il 32-22. Brown mette un libero, si va alla pausa lunga sul 32-23.

Si apre sotto il segno dello spettacolo il terzo periodo: Gentile schiaccia imbeccato da Bourousis, Hairston lo imita ma Siena prova a replicare l’inizio del terzo quarto di gara 3 segnando due triple difficili con Hackett e Moss che valgono il 36-29 al 22’. È ancora capitan Malik però a segnare da oltre l’arco e i suoi sono di nuovo sopra in doppia cifra. I biancorossi si affidano ai greci: Bou segna col fallo, Fotsis sfrutta il perfetto passaggio di Green. Gentile schiaccia ancora ed  è massimo vantaggio: 46-34. A dare l’allungo decisivo è l’uomo che non ti aspetti: Antonis Fotsis prima conquista a rimbalzo  e fa saltare Eze segnando, poi trova solo la retina dalla lunghissima. Milano conduce 58-41 al 29’. Si mette in proprio JR Bremer e realizza da 3 chiudendo il terzo quarto 61-42.

Si ricomincia ma è puro garbage time quello degli ultimi 10’ a Desio: Milano ha già vinto la partita e continua a infierire su un’impotente Siena che si arrende alle clamorose bombe di Bremer e ai movimenti da ballerino di Ioannis Bourousis. Lo stesso greco accoglie uno spettacolare alley oop di JR realizzando quello che è il canestro della partita. Gentile segna un paio di volte in arresto e tiro, Sanikidze si erge a protagonista quando i buoi sono già scappati e Rasic chiude la partita con una bomba in ritmo: 82-67, partita dominata da Milano che si porta sul 3-2 nella serie.  

Milano-Siena, le pagelle: ancora Hairston MVP, malissimo Brown. Antonis: alzati e cammina

OLIMPIA MILANO 82-67 MENS SANA SIENA (14-10; 32-23; 61-42).
MILANO: Chiotti, Giachetti, Melli, Gentile 15, Bremer 15, Langford 4, Bourousis 18, Hairston 17, Mensah-Bonsu 1, Green 3, Fotsis 9, Basile NE. 
SIENA: Janning 6, Ortner 6, Rasic 5, Sanikidze 12, Brown 8, Eze 6, Moss 7, Carraretto 5, Hackett 10, Kangur, Ress 2, Lechtaler NE. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy