Milano, inizio da sogno! Sbriciolata la Montepaschi

Milano, inizio da sogno! Sbriciolata la Montepaschi

Bastano 28 minuti all’EA7 per sbriciolare la Montepaschi, che non è mai riuscita a mettere la testa avanti in tutto l’arco del match. L’allungo decisivo è quello di inizio terzo quarto, dopo le prove generali del secondo, quando l’Olimpia è schizzata subito a +15 sulla tripla di Fotsis. Siena ha provato a rispondere con Christmas, ma Bourousis e Hairston hanno creato il vuoto sul finire del terzo periodo firmando un break devastante di 17-4 a cavallo fra il 26’ e il 30’ che ha steso la Mens Sana. Partita dominanta in lungo e in largo da Hairston e compagni, che hanno trovato in Gentile l’uomo della prima fuga nei due quarti iniziali (12 punti nei primi 20’), mentre il capitano e Bourousis hanno completato l’opera nel terzo quarto, lasciando a Bremer e Mensah-Bonsu la gioia di affossare i campioni d’Italia. Quando non gira non gira e oggi la Mens Sana non ne ha azzeccata una, seppur non aiutata dalla buona sorte che ha fermato sul ferro parecchi tiri dei cecchini senesi; sempre in balìa degli avversari, “sballottata” di qua e di là, imprecisa al tiro (8/30 da 3, migliorato solo nel ultimo e inutile periodo) e con un enormità di palle perse (15 contro le 5 recuperate). Rivedibile quindi l’approccio ai playoff dei senesi, mentre Milano (senza Langford) ha saputo attaccare con pazienza, trovando anche l’antidoto difensivo per Brown e Hackett che si fermano a 8/22 dal campo. Tutti in campo fra meno di 48 ore, con una squadra sulle ali dell’entusiasmo e l’altra con un passivo pesantissimo da digerire, ma con una gara2 che potrebbe già essere fondamentale per l’esito della serie.

CRONACA

1° Quarto: Non c’è Langford nei 12 biancorossi, mentre in quintetto entrano sia Bourousis (Milano) che Christmas (Siena). È l’Olimpia a partire subito forte con la bomba di Marques Green che infiamma il Forum, Siena litiga col ferro e Gentile spinge l’EA7 a +6 (8-2 al 3’). Il play di Milano è indiavolato: mette un’altra bomba, strappa un rimbalzo in difesa, serve Bourousis per lo schiaccione e, come se non bastasse, smarca Gentile per la tripla che manda in tilt la Mens Sana e costringe coach Banchi al timeout (16-6 al 5’). Siena reagisce col 2+1 di Brown, ma dall’altra parte Green (3° assist di serata) fa quello che vuole e l’Olimpia buca subito la zona senese per il massimo vantaggio (23-12 al 7’). La Montepaschi però non è morta e Hackett e Christmas firmano un mini-break di 2-8 che riportano gli ospiti sul -3 di fine primo quarto (25-22 al 10’).

2° Quarto: Sullo schiaccione di Mensah-Bonsu si apre il secondo periodo, ma Hackett mantiene Siena attaccata a Milano, con Kangur che sbaglia la tripla del pareggio. Bremer dall’altra parte non perdona e ricaccia la Mens-Sana a -6, gap che viene allungato da Gentile e dall’ennesima schiacciata di “Pops” per il nuovo +10 (38-28 al 15’). Ortner accorcia con 4 punti consecutivi, Milano vola in contropiede con Hairston per il +11, ma viene punita dalla transizione biancoverde (41-35 al 17’). Risponde prontamente l’EA7, apre Hairston, continua Bourousis e chiude Gentile il nuovo +12, accorciato poi da Brown per il 48-38 di fine primo tempo.

3° Quarto: al ritorno sul parquet, Eze illude la Montepaschi con una schiacciata in solitaria, ma è la bomba con fallo di Gentile a fare esplodere il palazzetto e a ridare la doppia cifra di vantaggio all’EA7; se poi segna anche Fotsis dalla lunga, Siena non può fare altro che incassare e sprofondare a -15 (55-40 al 22’). La Montepaschi si aggrappa a Brown per tornare in partita, ma Hairston riesce a difendere il massimo vantaggio; Christmas si mangia un facile lay-up, mentre Bourousis (al terzo tentativo dopo due errori) allunga addirittura sul +16 (62-46 al 25’). L’ex Boston e CSKA si fa perdonare segnando 5 punti consecutivi, ma l’Olimpia rimane saldamente in controllo con i liberi di Fotsis e con la potenza di Bourosis; ai due greci si aggiunge anche capitan Hairston con il canestro e fallo del +17 (68-51 al 28’) e la Montepaschi è in ginocchio. Siena non demorde, ma quando da una parte il ferro sputa di tutto (vedi la tripla di Carraretto), mentre dall’altra ogni tiro va dentro (lay-up di Bremer), la mente non può far altro che rivolgersi già su gara2.

4° Quarto: dieci minuti di standing-ovation e canestri utili ad aumentare il divario fra le due squadre, con Siena già negli spogliatoi da fine terzo periodo. Finisce 103-79.

MVP Basketinside: Malik Hairston (20 punti e 23 di valutazione)

EA7 Emporio Armani Milano – Montepaschi Siena 103-79 (25-22, 48-38, 77-55)

EA7: Giachetti, Hairston, Fotsis, Chiotti n.e., Bourousis 14, Melli 7, Mensah-Bonsu 13, Bremer 13, Gentile 16, Green 6, Radosevic 2, Basile 7. All. Scariolo.

MPS: Brown 13, Eze 7, Carraretto 1, Rasic, Kangur 2, Sanikidze, Ress 2, Ortner 8, Lechthaler n.e., Hackett 9, Christmass 30, Moss 7. All. Banchi.

Fotogallery a cura di Claudio Dega

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy