Milano senza problemi: Varese regolata in scioltezza

Milano senza problemi: Varese regolata in scioltezza

L’Olimpia si mantiene imbattuta contro un’avversaria grintosa e ben organizzata tatticamente grazie a una pari voglia di giocare di squadra unita a un talento superiore e a un roster più ampio.

Commenta per primo!

Nel posticipo della terza giornata, Milano ha avuto la meglio su una Varese che ha mostrato comunque di essere su un buon livello sia come organizzazione di gioco, che come grinta. Purtroppo per gli ospiti, l’Olimpia ha saputo anch’essa giocare bene di squadra, e dalla sua aveva più talento individuale e più profondità della panchina. Di conseguenza, la squadra di casa ha condotto nel punteggio per tutti i 40 minuti di gioco, ovviando alla serata molto negativa di Raduljica e a quella con pochi lampi di Simon (anche Hickman e Dragic hanno segnato poco, ma si sono resi utili in altre aree del gioco). A nulla sono valsi i diversi tentativi di cambiare la strategia offensiva da parte di coach Moretti. Nell’Olimpia si sono distinti, in momenti diversi, Macvan, Abass e McLean, con una gara positiva anche di Pascolo e Gentile; per Varese, vanno segnalate la buona prova al tiro di Avramovic, la concretezza di Campani e Cavaliero e l’energia messa in campo nel finale dai due centri Pelle e Anosike. Entrambi gli attacchi sono andati a corrente alternata, ma la voglia delle due squadre di affidarsi molto al gioco corale e poco agli individualismi ha reso godibile la partita.

QUINTETTO BASE MILANO: Gentile, Hickman, Macvan, Pascolo, Simon

QUINTETTO BASE VARESE: Anosike, Maynor, Kangur, Eyenga, Johnson

Varese parte provando a segnare da fuori, mentre Milano decide di attaccare il canestro a ogni azione. Hanno ragione i padroni di casa, che vanno sul 7-0 grazie a Gentile, Macvan e Pascolo. A questo punto, Varese prova a tirare da sotto con Eyenga, che però commette due errori. In questa fase della partita, entrambe le difese concedono diversi rimbalzi offensivi, e Varese non si sblocca nonostante riesca a prendersi buoni tiri. Milano continua a giocare prevalentemente attaccando il canestro, mentre Varese cambia strategia servendo quasi solo i lunghi e trovando finalmente i primi punti. Gentile è l’unico dei milanesi a tirare da fuori, ma segna solo 1 canestro su 3 tentativi. Quando entra Raduljica, riceve subito molti palloni sotto, ma Pelle lo stoppa per ben 3 volte e, nel frattempo, Cavaliero e Maynor segnano da 3 e riavvicinano la propria squadra nel punteggio. Per Milano comincia a farsi vedere Abass a rimbalzo, ma gli ultimi attacchi sono gestiti male dai padroni di casa e Varese si riavvicina a meno 3. Il quarto, però, si chiude con una tripla di Pascolo per il 22-16 finale.

Milano cavalca l’entusiasmo per l’ultima azione del quarto precedente e si porta subito a +10 con Macvan e Abass. Varese, però, trova ben tre bombe da Avramovic, in un momento della partita in cui entrambe le squadre sbagliano molto in attacco. In mezzo a questo momento di grazia balistico, lo stesso Avramovic commette un’ingenuità con un antisportivo su Cinciarini. Milano chiama time out e ne esce bene con una schiacciata di McLean, ma Varese risponde con un canestro più fallo di Eyenga che sbaglia il libero. Le due squadre tornano subito a commettere diversi errori in attacco ma sul finale del quarto si scatenano da una parte Abass e dall’altra Johnson. L’ex canturino è particolarmente in palla e grazie a lui Milano chiude il primo tempo in vantaggio 44-33. Colpisce lo 0 di Simon non solo alla voce punti, ma anche a quella tiri tentati.

Il secondo tempo inizia con un nuovo momento nel quale le due squadre sbagliano molto in attacco. Milano trova però il +15 quando Simon tenta il suo primo tiro della partita, ovvero un bomba, e lo mette. A questo punto, pe qualche minuto il distacco tra le due squadre rimane invariato, e, purtroppo per i padroni di casa, Raduljica si fa notare ancora per errori banali da sotto e un’infrazione di passi. Gli unici due lampi della partita sono una nuova bomba di Abass e la risposta immediata da 3 di Cavaliero. Come all’inizio, la prima opzione di Milano è sempre quella di attaccare il canestro, ma se la difesa è piazzata, i giocatori dell’Olimpia sono sempre pronti a scaricare fuori. Varese, invece, alterna di più i tiri da fuori e quelli da sotto e, negli ultimi 2 minuti, riesce a ridurre lo svantaggio a meno 9. McLean, però, con un 2+1, propizia il ritorno di Milano alla doppia cifra di vantaggio, per il 62-52 di fine quarto.

Nell’ultimo quarto, si fa subito notare nuovamente McLean con un canestro allo scadere dei 24 secondi. Arriva un altro momento in cui entrambe le squadre faticano a segnare e, tra i padroni di casa, Simon prova a essere più attivo, prendendo anche un rimbalzo offensivo. Il più efficace è, però, ancora McLean, con una rubata e conseguente canestro. Hickman dà una spallata con la bomba del nuovo +15 (il suo unico canestro della partita) e Simon segna in avvicinamento il +17 a 5 minuti dalla fine. Varese ha il merito di non darsi per vinta, provando a affidarsi alla coppia Pelle-Anosike, in campo insieme, con ottimi risultati (forse, Moretti avrebbe potuto provare questa soluzione un po’ prima). Gli ospiti tornano a -11 e Cavaliero con una bomba riduce lo svantaggio a soli 8 punti. Manca, però, ormai troppo poco, tanto che Milano può permettersi di far entrare Fontecchio, che trova anche un canestro con un tap in. Si chiude sul 79-71.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-OPENJOBMETIS VARESE: 79-71

EA7 Emporio Armani Milano: McLean 13, Fontecchio 2, Gentile 9, Hickman 3, Kalnietis, Raduljica 2, Dragic 2, Macvan 11, Pascolo 11, Cinciarini 4, Abass 15, Simon 7. All.: Jasmin Repesa.

Openjobmetis Varese: Anosike 5, Maynor 3, Avramovic 19, Pelle 9, Bulleri ne, Cavaliero 11, Campani 14, Kangur 2, Canavesi ne, Ferrero, Eyenga 2, Johnson 6. All.: Paolo Moretti.

Arbitri: Paternicò – Lo Guzzo – Morelli

Parziali: 22-16; 22-17; 18-19; 17-19. Progressivi: 22-16; 44-33; 79-71.

Note – T3: 6/17 Milano, 9/29 Varese; T2: 26/48 Milano, 17/30 Varese; TL: 9/11 Milano, 10/12 Varese; Rimbalzi: 41 Milano (Macvan 9), 27 Varese (Anosike 12); Assist: 19 Milano (Hickman 7), 16 Varese (Maynor 6).

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy