Milano si complica la vita, ma un super Bourousis stende Roma

Milano si complica la vita, ma un super Bourousis stende Roma

Una partita vinta due volte dall’EA7 Milano: vinta una volta arrivando sul +13 a 9’ dalla fine e

rivinta un’altra volta quando Roma ha avuto in mano la palla del pareggio, sprecata malamente

da Goss. Un solo e vero giocatore a dominare la scena al Forum di Assago, quel Ioannis

Bourousis capace di 26 punti, 10 rimbalzi per un totale di 38 di valutazione. Con lui in panchina (a tirare il

fiato in vista di giovedì contro il Caja Laboral) l’Acea si è rifatta sotto a 3’ dalla fine sfruttando un

clamoroso blackout milanese, culminato con l’antisportivo fischiato a Hendrix; Roma ha avuto

due volte la palla per gelare il Forum, ma prima un errore di Datome e poi una forzatura di Goss

(che con ancora 10’’ sul cronometro decide di prendersi la bomba del pareggio da 8 metri con la

mano di Fotsis ad oscurargli la vallata) condannano Calvani e soci alla seconda sconfitta

stagionale. Milano, con la paura di rimanere inchiodata a quota una vittoria, riesce a rialzarsi

dopo il tonfo di Avellino e Bologna, rimanendo in scia di Cantù e Siena (a quota 6 punti) ma a -4

dal duo di testa (Varese e Sassari).

 

CRONACA

 

1° QUARTO

 

In un Forum “non pienissimo”, è Ioannis Bourousis a far muovere per la prima volta la retina

regalando i primi punti a Milano, ma la difesa di Cook e soci lascia un po’ a desiderare con

Goss e Taylor che realizzano 6 punti consecutivi in penetrazione. Il centro greco però è

scatenato e domina sotto le plance: sono i suoi 6 punti (più i 4 di Langford) a regalare il +4

Milano (10-6 al 4’). Langford, Datome, Hairston e Taylor si sfidano dalla lunga distanza,

andando tutti e quattro a segno, mentre il tap-in di Czyz vale il 16 pari al 7’. Lo sprint milanese

arriva dalla panchina: un rimbalzo offensivo di Hendrix e un 2+1 di Gentile danno il massimo

vantaggio all’EA7 (25-18 al 9’) che è anche il punteggio su cui si chiude il primo quarto.

 

2° QUARTO

 

Milano in attacco sbaglia poco, ma dall’altra parte concede una valanga di rimbalzi offensivi (già

6 dopo 12 minuti) sfruttati alla grande da Lawal, autore di due ‘schiaccioni’ da antologia (27-25

al 13’). Fotsis, imbeccato da Hendrix, risponde pan per focaccia prendendosi la linea di fondo,

poi Langford da 3 regala il nuovo +6 ai biancorossi (36-30 al 16’). Fotsis dai 6,75 viene emulato

prontamente da Datome, ma Hairston e Cook mettono il turbo creando il primo break della gara

(45-34 al 18’). Ancora l’ala greca inchioda la seconda schiacciata in pochi minuti, ma Taylor

punisce il rientro tardivo di Langford (dolorante ad una caviglia) mettendo la bomba del -10

(47-37 al 19’), condita anche dal buzzer beater di Goss per il 47-39 che manda tutti negli

spogliatoi.

 

3° QUARTO

 

Come ad inizio partita, è Bourousis a prendersi la scena e questa volta con molta più

insistenza: 7 punti in un amen e +13 Milano (52-39 al 22’). I primi punti di Lorant e la bomba di

Datome ridanno ossigeno all’Acea (56-49), ma è ancora il totem greco a schiacciare col fallo di

Czyk e riportare il vantaggio in doppia cifra (59-49 al 25’). Goss continua a macinare punti (13

punti al 27’ per l’ex Varese), ma Langford, servito alla perfezione da capitan Cook, mette la

bomba sullo scadere dei 24’’ e l’EA7 prova a scappare con altri 2 liberi di Bourousis (68-54 al

28’). La premiata ditta Goss-Taylord continua a colpire dalla lunga, ma la difesa romana è un

colabrodo e Cook può fare esplodere il Forum (73-60 a fine 3° quarto).

 

4° QUARTO

 

In un ultimo periodo in cui le squadre faticano a trovare la via del canestro, Datome prova a

riaprire la partita con la tripla del -10 (73-63 al 32’), ma Hairston e Hendrix allungano sul 79-67.

Quando però la partita (con 5’ sul cronometro) sembra finita, ecco il classico blackout milanese:

persa di Gentile, persa di Stipcevic, persa di Cook e fallo antisportivo di Hendrix. Il tutto condito

dai canestri dei vari Lawal, Taylor e Goss e come per magia Roma si trova sotto di sole 3

lunghezze (79-76 al 37’). The problem solver Bourousis ci mette sempre lo zampino, prima

segna il +5 e poi propizia il contropiede di Hairston, concluso con uno schiaccione dell’ala

biancorossa (83-76). Datome, anima e cuore di Roma, riapre ancora il match (83-80), ma è

proprio il capitano romano a sprecare la palla del -1. Langford dall’altra parte grazia l’Acea, ma,

con 10’’ sul cronometro, Goss si prende un tiro forzatissimo che viene stoppato da Fotsis e la

Virtus esce sconfitta da Assago per 87-82.

 

EA7 Emporio Armani Milano – Acea Roma 87-82 (25-18, 22-21, 26-21, 14-22)

 

Milano: Giachetti 2, Stipcevic 0, Hairston 10, Fotsis 7, Cook 8, Chiotti, Bourousis 26, Melli 4,

Langford 19, Gentile 3, Hendrix 8, Basile 0. All: Scariolo

Roma: Goss 19, Jones 2, Tambone, Tonolli, Gorrieri, D’Ercole 3, Dagunduro 1, Datome 22,

Taylor 15, Lawal 14, Czyk 4, Lorant 2. All: Calvani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy