Moore è infuocato ed infiamma il PalaPentassuglia, con 26 punti mette KO Bologna

Moore è infuocato ed infiamma il PalaPentassuglia, con 26 punti mette KO Bologna

Moore al ritorno nel Palapentassuglia si infiamma spinto da un pubblico delle migliori occasioni, è sopratutto grazie ai 26 punti e la sua leadership in campo che Brindisi riesce a vincere meritatamente contro Bologna.

di Andrea Ciaccia

Moore al ritorno nel Palapentassuglia si infiamma spinto da un pubblico delle migliori occasioni, è sopratutto grazie ai 26 punti e la sua leadership in campo che Brindisi riesce a vincere meritatamente contro Bologna. Bologna molto imprecisa dalla linea dei tre punti, con un Gentile molto nervoso anche se autore di 20 punti, Aradori ha cercato di tenere a galla i suoi sino all’ultimo, ma niente ha potuto contro una Brindisi spinta dal sesto uomo, che aveva troppo bisogno e troppa voglia dei due punti. Moore è stato devastante al suo ritorno tra le mura amiche del PalaPentassuglia, dopo una partita di ambientamento, ci ha messo poco a prendere le redini della squadra e la giusta confidenza con i suoi compagni di squadra. Oggi ha dato quello che mancava a questa squadra, un giocatore che riuscisse a prendere per mano i propri compagni, a prendersi le responsabilità e riuscisse a concretizzarle con canestri importanti, anche quando la palla scottava.

STARTING FIVE

BRINDISI: MOORE, SUGGS, MESICEK, RANDLE, LALANNE

BOLOGNA: LAFAYETTE, ARADORI, A. GENTILE, NDOYA, SLAUGHTER 

CRONACA

Primo quarto: Partenza equilibrata, dove gli attacchi hanno la meglio sulle difesa, Gentile e Aradori cercano di far valere il loro talento, centimetri e chili in più, dall’altra parte Moore si scalda e cerca di prendere le redini del gioco, 13-9 a 5’30”. Bologna sbaglia tanto, Tepic tenta la tripla dell’allungo ma sbaglia, ci pensa Gentile, prima con un tiro libero, poi con un’azione forse viziata da una violazione di passi, a sbloccare il risultato, 13-12 7’40”. Ndoya e Mesicek scaldano la mano e mettono una tripla a testa e Gentile segna il canestro sulla sirena, con un altro movimento dubbio, 18-17.

Secondo quarto: Giuri prima con un ottimo utilizzo del piede perno in sospensione, poi con un’ottima entrata in controllo, segna 4 punti consecutivi, 24-17, timeout Bologna, 11’40”. Brindisi sbaglia troppo, Bologna recupera, dopo due punti di Gentile 26-23, 15’30”. In un momento sterile per Brindisi, con intelligenza i pugliesi trovano la via del canestro più facile con buone entrate, prima con Tepic, poi con Mesicek, forse trovando sin troppo spazio, 32-25, timeout Bologna, 17’20”. Umeh fortunosamente segna 2 punti, dall’altra parte Giuri perde palla, ma Bologna sbaglia l’ultimo tiro sulla sirena, 34-29.

Terzo quarto: Lafayette da tre, Brindisi non trova la via del canestro, Slaughter da sotto ed arriva il canestro del pareggio, 34-34 21’10”. Gli animi si scaldano, qualche parola di troppo per Dell’Agnello a cui viene fischiato un fallo tecnico, Aradori segna il tiro libero, ma Ndoya sbaglia la tripla, dall’altra parte Moore si invola a canestro e appoggia a tabellone, 14 punti per lui, 41-38, 24’. Moore si carica tutte le responsabilità, arresto e tiro quasi dalla linea dei tre punti, Slaughter commette fallo in attacco, e sempre Moore con una tripla fa saltare in area il PalaPentassuglia, 46-41, 25’10”. Qualche errore di troppo per Brindisi, Bologna non sbaglia più e dopo un canestro di Ndoya dalla media, si porta in vantaggio, 52-53, timeout Dell’Agnello, 28’10”. Aradori segna la tripla sulla sirena, 56-58.

Quarto quarto: Si segna da tutti e due i lati del campo, Gentile cerca di portare sotto canestro Cardillo che commette fallo, ma Slaughter rovina tutto commettendo sfondamento, 62-62, 34’. Gentile sfonda, piovono fischi dagli spalti nei suoi contronti, dall’altra parte Suggs, troppo tempo costretto alla panchina a causa dei falli mette dentro due punti importantissimi, 64-62, timeout Bologna, 34’45”. Moore da tre, e il PalaPentassuglia esplode, ma risponde subito Ndoya, 67-65 36’. Randle e Suggs involato in transizione tengono a distanza Bologna, 71-67, timeout Bologna, 37’30”. Uno due Rande Tepic che appoggia a canestro, ma Bologna non ci sta, Gentile mette dentro la tripla del -3, 73-70 quando mancano 2′. Il pallone scotta, ma Moore, sempre lui, mette dette dentro due punti, Aradori tiene a galla Bologna con una tripla, dall’altra parte Suggs segna solo un tiro libero, 76-73, 32” al termine. Slaughter subisce fallo e segna tutti e due i liberi, +1 Brindisi, Moore subisce fallo quando mancano 22”, segna due tiri liberi, 78-75, timeout Bologna. Umeh non controlla bene un passaggio di Aradori e il pallone termina fuori, 11 secondi ancora da giocare, Timeout Brindisi. Mesicek mette dentro un tiro libero, Bologna sbaglia e i pugliesi vincono meritatamente, 79-75

MVP BASKETINSIDE.COM: Moore (26 punti)

HAPPY CASA BRINDISI – SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 79-75

Parziali: 18-17, 34-29, 56-58

HAPPY CASA: Mesicek 13, Suggs 10, Tepic 10, Lalanne 8, Cardillo 2, Giuri 4, Moore 26, Randle 6, Oleka, Canavesi ne Sirakov ne, Petracca ne. All.: Dell’Agnello.
SEGAFREDO: Gentile 20, Umeh 5, Pajola, Ndoja 10, Lafayette 5, Aradori 25, Lawson 2, Skaughter 8, Chessari ne, Petrovic ne. All.: Ramagli.

Fotogallery a cura di Vito Massagli

Randle

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy