Moore e Landry mattatori; trascinano Brescia alla vittoria su Pesaro

Moore e Landry mattatori; trascinano Brescia alla vittoria su Pesaro

I due Moore danno spettacolo (20 per Dallas e 17 con tanta leadership per Lee), ma ad esultare è il giocatore in maglia blu che è anche il miglior rimbalzista dei suoi

Così come 12 mesi fa, il campionato di Pesaro e Brescia comincia all’Adriatic Arena; in un anno però sono cambiate molte cose a partire dagli ospiti, che non rappresentano più la neopromossa che entra in punta di piedi nel massimo campionato, ma che arrivano a Pesaro con una estrema consapevolezza dei propri mezzi visti gli ottimi risultati della scorsa stagione; se Brescia quindi riporta nelle Marche lo stesso nucleo, con ottimi nuovi innesti del calibro di Hunt, la VL ritorna nella propria “Arena” con un roster totalmente rinnovato ad eccezione del capitano, Ceron, e del giovane Serpilli. Monaldi e Sacchetti, si ritrovano in campo da avversari, entrambi con maglie diverse da quella di Sassari; Traini invece fa il suo ritorno a Pesaro dopo diversi anni.

 

Quintetti:

Victoria Libertas: D.Moore, Ceron, Bertone Omogbo, Mika

Germani: Vitali L., L.Moore, Vitali M, Sacchetti, Hunt

 

1° QUARTO: Il punteggio si sblocca con due triple del nuovo capitano, Ceron il quale è subito vittima della nuova regola del fallo antisportivo che consente Brescia di raggiungere subito la parità con un 3+1 di Michele Vitali. Pesaro si dimostra subito concentrata mentre gli ospiti, supportati dai numerosi tifosi sono più imprecisi nei primi 5 minuti; nonostante i maggiori rimbalzi catturati in fase offensiva, la squadra di casa non riesce a capitalizzare e la Leonessa trova il primo, esile, vantaggio sul 11-13 subito interrotto da ottime giocate offensive locali di tutti gli 8 giocatori entrati in campo che apportano 15 punti a fronte di soli 4 liberi ospiti messi a segno nella seconda metà di quarto, con Monaldi che firma il 26-17 sulla sirena.

 

2° QUARTO: Dopo 120 secondi i canestri sono ancora inviolati in questa frazione, prima che Landry colpisca da dietro l’arco; servono altri due minuti di gioco per vedere smuovere la retina di Brescia con due liberi di Sacchetti. Secondo quarto molto sterile, con la VL che comincia a segnare dalla seconda metà di quarto grazie alla tripla di Moore che vale il 29-22. La Leonessa continua ad affidarsi all’MVP dello scorso campionato senza ottimi risultati, ma arriva il supporto dei Vitali e di Hunt che fanno ricucire fino al -2, nonostante il primo canestro di Serpilli. Moore, Ceron e Vitali animano la gara dai 6,75 per il 39-34, ma il quarto si conclude con dei tiri dalla lunetta sul 40-36.

 

3° QUARTO: La seconda metà di gara si mette in salita per la VL con Mika e Bertone che sono a 3 falli ciascuno mentre i fratelli Vitali riportano i biancoblu sul -2 con ottime giocate nelle due metà campo; Ceron si carica i suoi sulle spalle con 5 punti consecutivi per il 45-38. Landry replica sfruttando le ingenuità biancorosse e diventa il primo giocatore bresciano in doppia cifra, trascinando letteralmente i suoi con 10 punti in 8 minuti portando il punteggio sul 48-52. Hunt raggiunge il 4° fallo personale mentre il Moore pesarese porta a 5/5 il computo delle triple totalizzando gli 8 punti finali pesaresi che chiudono la frazione sul 55-52 tra i fragorosi applausi del pubblico amico.

 

4° QUARTO: In apertura di quarto, Ancellotti trova il primo canestro in maglia biancorossa, e Omogbo svetta sul ferro ottenendo la doppia doppia per il 59-52 dopo 2 minuti; nei 60 secondi successivi però 6 punti di Brescia fanno tremare i locali ma ci pensa Dallas Moore a ristabilire le distanze con un 2+1 a discapito di Hunt che saluta anzitempo la gara per 5 falli. Dopo metà quarto, Sacchetti e Luca Vitali pungono da dietro l’arco, con l’alley-oop per Mika che fa mantenere le distanze sul 68-64 a 3’ dalla fine. Nell’ultimo minuto di gara, Lee Moore firma 5 punti per il nuovo vantaggio ospite sul 70-71, Monaldi sbaglia il sorpasso, con Sacchetti che apporta un solo punto alla causa; a 1o secondi dalla fine, Landry regala una speranza a Pesaro con un 1/2 dalla lunetta ma la VL perde palla e vede il titolo di MVP passare al Moore in maglia blu sotto il punteggio di 70-73.

 

MVP Basketinside: Lee Moore 17 punti, 8 rimbalzi (5/11 al tiro)

 

VL PESARO – GERMANI BASKET BRESCIA 70-73 (26-17, 14-19, 15-16, 15-21)

Pesaro: Omogbo 10, Ceron 18, Crescenzi n.e, Mika 7, Moore 20, Bocconcelli, Solazzi n.e, Ancellotti 2, Bertone 5, Monaldi 6, Serpilli 2, Morgillo n.e  All. Leka Spiro

Brescia: Moore 17, Hunt 6, Vitali L. 11, Landry 16, Veronesi n.e, Fall, Traini 2, Vitali M., 8 Sacchetti 11, Bushati 2, All. Diana Andrea

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy