Okoye sulla sirena consegna la vittoria a Varese, Betaland ancora KO

Okoye sulla sirena consegna la vittoria a Varese, Betaland ancora KO

E’ l’Openjobmetis a vincere di misura al PalasikeliArchivi, per l’Orlandina arriva la 13° sconfitta consecutiva

di Giuseppe Crivillaro

E’ un’autentica prodezza di Okoye a spegnere le speranze della Betaland di uscire dalla crisi. Gli uomini del nuovo coach Andrea Mazzon, hanno dimostrato di voler combattere fino alla fine per ottenere due punti preziosissimi in ottica salvezza. Varese, invece, centra così l’ottava vittoria in 11 partite nel girone di ritorno e si conferma in piena corsa playoff.

Quintetto Capo d’Orlando: Atsur, Stojanovic, Kulboka, Likhodey, Knox
Quintetto Varese:Abramovic, Vene, Okoye, Cain, Larson

CRONACA:

1° Quarto: Parte subito con grande intensità la partita tra Betaland e Openjobmetis, con le due squadre che sono molto aggressive in difesa e rispondono colpo su colpo in attacco rimanendo in sostanziale parità al 6’ (13-14). Abramovic, però è indemoniato e continua a segnare dall’arco dei 6,75 (14 punti nel quarto) portando, insieme a Tambone, Varese sul +6 (16-22) al 8’, con Mazzon che è costretto al time-out. Smith dalla linea della carità e Kulboka con una bomba allo scadere accorciano le distanze portando l’Orlandina a -2 (21-23) al primo mini-intervallo.
2° Quarto: l’Openjobmetis riparte alla grande con Okoye, autore di 5 punti consecutivi, e Ferrero centrando subito il + 9 (21-30), Kulboka prova a tamponare con la specialità di casa ma il solito Okoye conduce  i varesini alla doppia cifra di vantaggio (25-32 al 3’). Capo d’Orlando non vuole arrendersi e  sfruttando bene il gioco in transizione con Atsur e Smith che si arrestano dai 6,75 ritrova il –1 (31-32) al 5’  facendo letteralmente impazzire il PalaSikeliArchivi e costringendo Caja a chiamare minuto. La difesa di Capo d’Orlando è invalicabile, Smith in contropiede appoggia a canestro e centra il sorpasso. Cain e Vene però non voglio cedere il passo e riportano la formazione di coach Caja sul +5 (37-42 al 18’).  Likhodey finalizza l’ultimo possesso così alla fine del primo tempo è 41-45.
3° Quarto: Al rientro sul parquet le due fiammate di Stojanovc riportano la Betaland a contatto, ma Larson e compagni riprendono a costruire buoni tiri e tengono, così, lontani i siciliani. Knox, Smithe Likhodey e l’Orlandina mette la feccia al 23’ (51-5o), ma un paio di fischi arbitrali non incontrano il gusto dei tifosi siciliani che contestano aspramente e Varese si ritrova così ripetutamente in lunetta centrando la parità a quota 53 al  27’. Kulboka e Faust, però permettono a Capo d’Orlando di chiudere il quarto in avanti, sul 57-55.
4° Quarto: Vene pareggia subito i conti, ma Kulboka e Campani vogliono i due punti a tutti i costi così al 32′ è 64-57. L’ex Delas con due giocate permette alla squadra di Caja di tornare a -4 (64-60 al 34’).  Tutto il PalaSikeliArchivi è in piedi per incitare i propri beniamini, ma Okoye  smorza gli entusiasmi mettendo a segno 2 triple consecutive che restituiscono ossigeno all’Openjobmetis riportandola in vantaggio sul 64-66 al 36’. Ci pensano Knox e Smith a restituire l’assoluta parità a Capo d’Orlando impattando quota 71 al 39°. Larson da un lato e Likhodey dall’altro si annullano facendo presagire l’overtime, ma a 2″ da giocare Varese ha l’ultima possibilità che Okoye, con una magia, non spreca consegnando la vittoria a l’Openjobmetis.

MVP BASKETINSIDE: Stanley Okoye ( 18 punti, 3/13 da 2, 4/8 da tre)

Betaland Capo D’Orlando- Openjobmetis Varese 73-75 (21-23, 41-45, 57-55)

Betaland Capo D’Orlando: Smith 14, Faust 2, Atsur 3, Kulboka 11, Laganà, Likhodey 13, Campani 5, Egwoh ne, Carlo Stella ne, Stojanovic 9, Knox 16, Donda ne. Coach: Mazzon
Openjobmetis Varese: Avramovic 17, Bergamaschi ne, Natali, Vene 5, Okoye 18, Tambone 2, Cain 15, Delas 6, Ivanaj ne, Ferrero 2, Larson 10. Coach: Caja

Arbitri: Rossi (AR), Weidmann (CB), Borgo (VI)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy