Orlandina da favola! Annientata Milano nella bolgia del PalaFantozzi

Orlandina da favola! Annientata Milano nella bolgia del PalaFantozzi

Commenta per primo!

Orlandina Basket – EA7 Armani Milano 71-57 (29-15, 44-33, 52-44)

Conferme, sono quelle che servono, nè il primo posto da dover difendere nè la salvezza da dover raggiungere, la chiave del match davanti i 3600 paganti del PalaFantozzi sono proprio le conferme. Milano ha blindato il primato in regular season, ma deve riscattare la sconfitta nel derby di Desio contro Cantù, l’Upea vuole fare bella figura davanti al calorosissimo pubblico accorso da tutta la Sicilia. A farla france dopo 40′ di dominio assoluto, è contro ogni pronostico l’Orlandina. I padroni di casa, forti dell’approccio positivissimo del primo Pecile di stagione formato MVP, vincono su Milano per 71-57. Per gli ospiti le note positive sono poche, forse nulle, e per colmare il malcontento dei propri tifosi dopo le ultime uscite non convincenti, dovranno darsi da fare in vista dei playoff scudetto.

Cronaca: 

1° quarto: Ad aprire il match è la tripla di Pecile, a far esplodere il PalaFantozzi è lo slalom di Henry. Si iscrive al match anche Milano con la schiacciata di Melli, dopo 3′ il risultato è di 11-4. Piazzato di Nicevic, lay up di Gentile, con l’incontro che prende ritmo e dispensa spettacolo. L’inerzia è tutta dei padroni di casa, galvanizzati dal perfetto “start”, conducono 17-9 dopo 7′. Arrivano i segni di ripresa milanesi con Samuels, ma è McGee dai 6,75 a cacciare sul -12 la capolista. Il 2/2 di Soragna chiude un primo quarto di dominio orlandino, 29-15 al primo riposo.

2° quarto: Imprecisa Milano al ritorno sul parquet, McGee in contropiede trova lo straordinario +16 per l’Orlandina. Alley-oop incredibile quello chiuso da Elegar, che costringe coach Griccioli al timeout. Triplona di Henry allo scadere dei 24″ dagli 8 metri, 35-17 al 14′. Gioco da tre punti completato da Melli, bomba di McGee,  ed ancora Ragland senza ritmo dal perimetro, -11 Olimpia. Piazzato di Karavdic, per l’ovazione del PalaFantozzi, dalla parte opposta 2/2 di Melli in lunetta, 40-29 ad 1’50” dalla fine del primo tempo. Inizia a svegliarsi l’EA7, che trova il -8 con il lay up di Samuels. L’ultimo possesso lo gioca Milano, stoppata di Hunt ai danni di Gentile, ed all’intervallo lungo il risultato è di 44-33.

3° quarto: Il secondo tempo inizia con un libero più possesso per l’Upea, causa fallo tecnico fischiato a Samuels negli spogliatoi. Solo 1/2 per Gentile in lunetta, dall’altra parte gran movimento in post per Nicevic, che appoggia al tabellone per il 47-34, al 25′. Ragland da tre, Milano tocca il -6 e costringe coach Griccioli al timeout. Ne esce bene l’Orlandina, Nicevic “dalla sua mattonella”, allunga sul +8. Viaggio in lunetta anche per Campbell e Moss, 2/2 per entrambi e lunghezze che restano invariate. L’ultimo canestro del quarto è il libero di MarShon Brooks, 52-44 all’ultimo riposo.

4° quarto: Il piazzato di Nicevic riapre i giochi, Milano prova la rimonta, Upea sugli scudi. Mini-parziale di 5-0 costruito da Soragna, che alimenta la bolgia del PalaFantozzi, 60-48. Tripla frontale per Gentile, McGee due volte in lay up, con l’Orlandina che rimane in sostanziale vantaggio sul +11 a 4’35” dalla fine. Stoppata di Hunt, con Henry che tiene in campo il pallone e lancia per il sottomano di Campbell, 66-53. Esplode il PalaFantozzi sulla tripla di Pecile, che porta i suoi sul +16 a 2′ dalla sirena finale, con i siciliani che sono ad un passo dalla clamorosa impresa. Quello di Cerella è l’ultimo ruggito del match. Game over al PalaFantozzi, l’Orlandina annienta Milano e mette la ciliegina sulla torta, rappresentata da una stagione fantastica.

 

Orlandina Basket: Hunt (3), Soragna (7), Nicevic (9), Pecile (13), Karavdic (4), Spampinato (ne), Henry (13), McGee (16), Sulejmanovic (0), Bianconi (ne), Campbell (6), Strati (0)

EA7 Armani Milano: Ragland (14), Brooks (3), Gentile (11), Gigli (0), Cerella (4), Melli (9), Elegar (4), James (ne), Pecchia (ne), Villa (ne), Samuels (8), Moss (4)

 

MVP Basketinside: Pecile con 13 punti, 5 rimbalzi, 5 falli subiti e 15 di valutazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy