Ottava meraviglia della Sidigas, è Ragland a gelare Sassari

Ottava meraviglia della Sidigas, è Ragland a gelare Sassari

Dopo aver centrato la finale alle Final Eight una settimana fa, la Sidigas continua nella sua marcia in campionato, superando la Dinamo in terra sarda 94-95.

Commenta per primo!

Partita spettacolare quella andata in scena al PalaSerradimigni, dove la Scandone Avellino si è imposta 94-95 sui padroni di casa della Dinamo Sassari. Gara dominata quasi interamente dai due attacchi, fatta eccezione per l’ultimo quarto dove l’intensità è prevedibilmente calata. La Sidigas ha avuto anche 9 lunghezze di vantaggio, ma il Banco di Sardegna ha tenacemente reagito mettendo a sua volta il naso avanti; la contesa è stata di fatto risolta soltanto da una bomba di Ragland (MVP dell’incontro con 18 punti e 7 assist) a pochi secondi dal termine che non ha dato scampo ai locali. Non sono bastati i 23 punti a testa di Akognon e Kadji per la Dinamo, che vede dunque scappare Avellino a quota 26 punti.

STARTING FIVE
Banco di Sardegna: Akognon, Logan, Mitchell, Alexander, Varnado.
Sidigas: Ragland, Acker, Nunnally, Leunen, Cervi.

PRIMO TEMPO: Inizio clamoroso per entrambi gli attacchi, con un super Akognon a fare la voce grossa per Sassari e la coppia Nunnally-Acker per Avellino: è già 19-18 al 5′. Realizza ancora Akognon per la quarta volta dall’arco, ma dall’altra parte Acker e Cervi danno il +4 alla Sidigas (22-26 al 7′); la Dinamo prova a reagire ma la Scandone è in grande spolvero e con altri canestri di Nunnally e Buva chiude sul +6 il primo quarto (28-34). La Dinamo comincia con mordente in difesa, trovando subito il -1 con la tripla di Stipcevic (34-35 al 13′); pronta la risposta ospite, che torna nuovamente sul +7 con l’ingresso in campo di Veikalas: con cinque punti del lituano è 37-44 al 15′. Dopo il +9 esterno firmato da Pini, Kadji e Stipcevic riportano Sassari a -5, ma una nuova tripla di Acker ridà il +8 alla Scandone (41-49 al 18′); non demordono i padroni di casa che, spinti dal rientro di un incontenibile Akognon, ritornano a contatto al 19′ (48-49), prima degli ultimi punti di Cervi che chiudono il tempo sul 50-53.
SECONDO TEMPO: Apre le danze Kadji con due canestri consecutivi e la risposta avellinese è affidata ad Acker, ma con la tripla di Logan il Banco di Sardegna torna avanti di due lunghezza (61-59 al 23′); due bombe di Leunen e Acker ridanno il vantaggio alla Sidigas, ma è ancora Kadji a ribaltare il match (72-10 al 26′). cala leggermente la lucidità dei locali con due palle perse, ne approfitta Buva per il +3 Avellino al 28′ (72-75); ma quattro punti consecutivi di Logan e una schiacciata di Alexander riportano Sassari avanti, che chiude il terzo periodo sull’80-77. Come prevedibile, calano di intensità gli attacchi delle due squadre, col punteggio al 34′ che segna un +1 interno (84-83). Con un gran canestro in fadeaway di Stipcevic e un layup di Kadji, Sassari tocca le cinque lunghezze di vantaggio, ma la Scandone riesce ad impattare con una tripla di Ragland e un canestro da sotto di Nunnally: è 88-88 al 38′. Sbaglia ancora la Dinamo da tre, ne approfitta quindi la Scandone che con un tiro in allontanamento di Acker e la schiacciata di Cervi tocca il +4 (88-92 al 39′); Alexander da sotto chiude il parziale di 0-9, seguito dai due liberi a segno di Akognon: è parità a quota 92 a 30” dal termine. Nell’azione successiva succede, però, che Ragland infila una tripla incredibile per il +3 Sidigas, costringendo Calvani al timeout; il layup di Logan non può bastare a pareggiare la partita, finita ormai nelle mani Scandone: 94-95 il finale, con Nunnally che sulla sirena fallisce la bomba che avrebbe ribaltato anche la differenza canestri.

Joe Ragland dopo il canestro decisivo

MVP basketinside.com: Joe RAGLAND

BANCO DI SARDEGNA Sassari 94-95 SIDIGAS Avellino
Parziali: 28-34; 50-53; 80-77

SASSARI: Mitchell 5, Logan 18, Formenti n.e., Devecchi, Alexander 13, D’Ercole, Marconato n.e., Sacchetti, Akognon 23, Stipcevic 10, Varnado 2, Kadji 23. Coach: Calvani.

AVELLINO: Norcino n.e., Ragland 18, Green, Veikalas 5, Acker 19, Leunen 8, Cervi 16, Severini n.e., Nunnally 16, Pini 2, Buva 11, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

Arbitri: Lanzarini, Bartoli, Quarta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy