Pargo è già decisivo, Venezia stende Avellino all’overtime

Venezia stende la Sidigas dopo un tempo supplementare e si prende i playoff. L’ex stella del Maccabi trascina al successo la Reyer, ottimi anche Ress e Green, per l’Umana 5° posto in cassaforte. La Sidigas chiude invece in 3° posizione.

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Forse è cominciata una nuova era a Venezia. Jeremy Pargo, arrivato alla Reyer solamente cinque giorni fa, ha deciso che è venuto in Italia per dettare legge. Una prova monstre nel secondo tempo e supplementari che ha risvegliato dal torpore i compagni di squadra. Accanto all’ex talento del CSKA e del Maccabi, eccellenti le prove di Green e Ress. In casa Avellino grande amarezza per aver sciupato importanti vantaggi (+14 nel 2° quarto e un 59-67 al 37′) nonostante un Nunnally da 20 punti.

Inizio positivo per la Sidigas che al 3’ comanda 3-8. Tonut accorcia sul -2, ma Avellino replica con un contro break di 7-0 (8-17 al 9’). Nell’azione seguente primo canestro per Pargo in maglia orogranata, mentre è un canestro di Viggiano in contropiede a chiudere la prima frazione: al 10’ VE 12-17 AV. L’asse Ragland-Green è come di consueto inarrestabile: la Sidigas, contrariamente all’Umana, muove bene il pallone e con Buva trova due facili canestri da sotto, mentre è Ragland a fissare il vantaggio sopra la doppia cifra (15-27 al 16’). Dopo il timeout di De Raffaele, Avellino tocca anche il +14 (20-34 al 18’). Negli ultimi 120” del periodo Venezia colpisce con Tonut e Ress: al 20’ VE 25-34 AV.

Gli orogranata entrano in campo con un’altra marcia guidati da un ispirato Pargo: la tripla di Mike Green regala alla Reyer il -4 (34-38 al 25’) costringendo Sacripanti al timeout. Ancora un Pargo letteralmente “on fire” a trascinare i suoi alla parità sul 38-38 al 26’, risponde Nunnally con un gran gioco da 4 punti (38-42). Venezia continua a giocare con intensità e riesce a trovare il primo vantaggio con Green dalla lunetta (45-44 al 28’). Pini e Ragland portano la Sidigas nuovamente sul +4, poi ci pensa Jackson allo scadere con una tripla a far tornare Venezia a contatto: al 30’ VE 50-51 AV.

Gli irpini partono con l’acceleratore nell’ultimo quarto: Acker, dopo una tripla, al 33’ fissa il punteggio sul 52-58. Venezia fatica a trovare ritmo e Ragland punisce dall’arco (55-64 al 35’). Ress e Viggiano dimezzano il gap, poi ancora Ragland allunga sul +8 (59-67 al 37’). La Reyer sembra sul punto di mollare ma Ress è in serata di grazia: due triple dell’ex capitano senese permettono all’Umana di riavvicinarsi pericolosamente sul 68-71 al 39’. La Sidigas si affida a soluzioni personali che non vanno a buon fine, mentre Mike Green è bravo a guadagnarsi falli ed impattare sul 71 pari a 30” dal termine. La palla scotta: Nunnally in 1vs1 sbatte contro il muro lagunare ma Leunen è caparbio a prendere il rimbalzo d’attacco e convertire a canestro (71-73 a 8”). Senza paura è l’ultimo arrivato Jeremy Pargo a prendersi la responsabilità dell’ultimo attacco orogranata: entrata fulminante ed appoggio a tabella a 3” dalla conclusione (73-73). Rimessa da metà campo per la Sidigas: Nunnally prova il tiro della disperazione con la palla che viene sputata dal ferro. Al 40’ VE 73-73 AV, si va all’overtime.

Un Pargo devastante accende i supplementari con due magie dal post (77-73 al 41’). Avellino prova a resistere con Cervi e Leunen, ma di lì in avanti è solo un monologo a tinte orogranata: la tripla di Ress (80-77 al 43’) fa esplodere il Taliercio, la Sidigas non ha più energie. E’ dunque Green, top scorer dell’incontro con 22 punti a prendersi in mano la squadra e con sei punti di fila chiude i conti. Termina 86-77.

UMANA REYER VENEZIA 86–77 SIDIGAS AVELLINO (12-17, 25-34, 50-51, 73-73)

Umana Reyer Venezia
Green 22, Tonut 4, Bramos, Ejim 5, Ress 18.
Ruzzier ne, Pargo 18, Jackson 5, Visconti, Viggiano 7, Savovic 3, Ortner 4. All.: De Raffaele

Sidigas Avellino
Ragland 13, Acker 9, Nunnally 20, Leunen 4, Cervi 11.
Green 5, Norcino ne, Parlato ne, Veikalas 2, Pini 3, Buva 8. All.: Sacripanti

MVP BASKETINSIDE.COM: Jeremy Pargo (Umana Reyer Venezia)

Note: 3430 spettatori.

Arbitri: Begnis, Di Francesco, Borgioni

Fotogallery a cura di Giacomo Martines

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy