Pesaro vince e convince contro una Sutor sempre più in crisi

Pesaro vince e convince contro una Sutor sempre più in crisi

Commenta per primo!

Ancona: una cornice di pubblico splendida qui al Palarossini di Ancona, teatro insolito ma perfetto per un derby delle Marche quanto mai sentito ed importante per le due squadre marchigiane in crisi di risultati e di gioco. Ben 7418 spettatori assiepati sulle tribune di un Palarossini festante.

Una vittoria indiscutibile e schiacciante per la società Fabi Sutor Motegranaro ed il suo direttore generale Gianmaria Vacirca che hanno fortemente voluto trasferire questo derby lontano da una Porto San Giorgio ingrata.

Primo Quarto

Si segna con il contagocce e si fischia anche meno. Il quarto si chiude 12-13 Pesaro quando il tempo era iniziato con due perentorie schiacciate di Sharrod Ford che sembravano far pendere l’ago del match verso  i colori gialloblù. La Sutor cerca la palla sotto innescando Ford e Ivanov e l’unico canestro di un piccoletto è quello di Williams in entrata per il 10-7. Aleksandrov entra bene in partita e anche Hackett  segna in entrata. Montegranaro cala ed a niente serve la girandola di cambi impartiti da Pillastrini. L’attacco della Sutor è monocorde mentre nella Scavolini tutti mettono il loro mattoncino per chiudere il quarto in vantaggio.

Secondo Quarto.

Pesaro scappa subito con una bomba di Aleksandrov a cui risponde Williams sempre dalla lunga per il 15-16 iniziale. I 6 punti in nemmeno un minuto lascerebbero presagire un parziale di quarto molto più proficuo ed invece la Sutor si blocca in attacco sbagliando tutto il possibile con gli esterni che non la mettono mai. Eloquente 1/9 da tre all’intervallo per al Sutor. Invece la Scavo inizia a macinare gioco e convinzione tirando mediamente di più e meglio. Cusin 8 punti è il top scorer di una Scavo che ne mette 17 nel quarto equilibrando i tiri da tre con quelli dalla media e breve distanza. Toolson delude e Melli schiaccia il +12 con un minuto da giocare. Il  risultato di 21-30 con cui si chude il quarto sta pure troppo stretto agli uomini di coach Dalmonte che non sfruttano a pieno tutte le possibilità che una Sutor in bambola offre.

Terzo quarto.

Dopo l’intervallo lungo la Sutor parte a tutto gas e in un amen addirittura sorpassa con un parziale di 10-0 firmato capitan Cinciarini pesarese doc e con il tiro da tre che finalmente entra per la Pilla band. Con 7’,38” da giocare il tabellone dice 31-30 Sutor. Il terzo fallo di Ford cambia l’inerzia e Pesaro trova nuova linfa per sorpassare con una schiacciata di Diaz in contropiede. Una serie di sorpassi con un Ray finalmente preciso. Ma Aleksandrov da tre e Hackett  scrivono il 43-38 Pesaro con Pilla che chiama time-out. Con 31” da giocare un generosissimo Antonutti vola a rimbalzo in attacco e cade male su Diaz con un brutto colpo alla schiena ed è costretto a uscire in barella. Per fortuna della Sutor Williams mette la bomba allo scadere del 41-45 che fa imbestialire Dalmonte.

Ultimo Quarto.

Collins show nei primi minuti del quarto con 5 punti consecutivi che fanno ripiombare la Sutor sul -9 (41-50). Attacco involuto in casa Sutor che non riesce ancora una volta ad attaccare la zona e con i giocatori troppo concentrati ad eseguire lo schema piuttosto che a tirare con un’altra sanguinosa infrazione dei 24” dopo un time-out chiamato da Pillastrini. Collins ancora all’ultimo secondo mette la bomba in faccia a Williams e riporta la Scavolini sul +10. Il divario tra le due squadre si allarga fino al +17 del 45-62 con 4 minuti da giocare. La Sutor non ne ha più ed il pressing è tardivo. La partita finisce sul 56-66 Pesaro che sfata la maledizione derby per la gioia dei numerosissimi tifosi arrivati dalla vicina Pesaro. Ottima partita per la vuelle di Hackett e Diaz ma tutti hanno contribuito ad una vittoria bella e convincente.

La Sutor stecca ancora perdendo la 10 partita delle ultime 11 che segna una crisi nera per Montegranaro ancora alla disperata ricerca dei punti salvezza di un campionato al di sotto delle attese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy