Pioggia di bombe al PalaSavelli: Siena vince con il batticuore contro un’ indomita Sutor

Pioggia di bombe al PalaSavelli: Siena vince con il batticuore contro un’ indomita Sutor

Commenta per primo!

Seconda partita consecutiva casalinga in quel di Porto S. Giorgio contro l’attuale quarta forza del campionato Montepaschi Siena ancora in gara per poter arrivare terza. Nulla in palio invece per i Marchigiani.

Il “trasloco” dal PalaRossini alla ricerca di nuovi fan continua però a non dare i sperati risultati previsti dopo il flop avuto con la Scavolini.

Siena vince una partita con un bel batticuore finale: domina per ¾ e quasi si fa riacciuffare in extremis. La Montepaschi si è tenuta a distanza per gran parte del match grazie alle elevate percentuali dall’arco dei 3 punti specialmente con Moss e Kangur; quanto queste sono mancate, la Sutor ne ha approfittato rientrando in partita e costringendo i toscani agli straordinari. Montegranaro ha però dominato sotto le plance, infatti Siena non schierava veri lunghi se non Eze, ed il conto dei rimbalzi è stato 28 a 43 per i marchigiani. Siena conquista così una vittoria importante per sperare nel quarto posto dato la contemporanea vittoria di Roma.

Quintetto iniziale:

Montegranaro: Di Bella, Cinciarini, Campani, Amoroso, Slay.

Siena: Brown, Janning, Eze, Kangur, Moss.

CRONACA

1°QUARTO:

Siena deve assolutamente vincere per sperare nel terzo posto, ma quella che sembra avere bisogno della vittoria è la Sutor. Cinciarini con 6 punti consecutivi è il leader dei gialloblu e con i tre liberi di Slay, Montegranaro si porta avanti 12 a 9. Siena rimane aggrappata ai locali soltanto con delle giocate singole, in quanto il gioco di squadra latita. Il primo vero allungo però è della MenSana che vola 13 a 20 con l’ennesima bomba di Janning. Anche il 23esimo punto biancoverde è dall’arco dei 6,75 sempre con firma Janning. Ancora una bomba permette a Siena di continuare ad allungare il proprio vantaggio portandolo a 9 punti (17 – 26). L’incontenibile Janning ne piazza ancora un altra, e il quarto si chiude così 29 a 18 per Siena.

2°QUARTO:

Amoroso come nel primo quarto realizza i primi punti del quarto per i gialloblu messa in crisi da un’ottima difesa a zona Senese che perde però per infortunio alla caviglia Janning. La Sutor trova il canestro a sprazzi ma nonostante ciò, riesce ad accorciare (27 – 34). Ma è solo un’illusione perchè Siena da 3 punti è micidiale e così in un amen si arriva a 42 a 27 in un amen. Montegranaro barcolla, Siena però rifiata e così i locali ritornano a meno 9 sulla tripla realizzata dall’ex capitano Di Bella (37 – 46). Distanza che a Siena non va bene e così con 2 canestri e una stoppata ritorna a +13 con il secondo quarto che si conclude 37 a 50.

3°QUARTO:

Montegranaro segna da 3 punti con Burns e Amoroso, ma Siena continua a bombardare come nei primi 2 quarti (Moss 2/2 dalla stessa mattonella) e il divario di punteggio tra le due squadre si allunga per ben 17 punti in favore dei biancoverdi (45 – 62) Nonostante il punteggio il Palas è in festa, i giocatori gialloblu ci credono e così grazie ai liberi di Slay e la bomba di Cinciarini i locali tornano a -12. E’ solo un’illusione: ancora una bomba. Questa volta è Kangur lasciato libero dalla difesa a metterla (15 su 25 da tre punti per Siena). E come in precedenza la Sutor si riporta sotto ( questa volta – 10) ma subisce subito l’ennesima (iniziano ad essere incontabili) bomba. Poi tecnico per Slay (due liberi messi da Brown) e un nuovo canestro da tre punti che valgono il 58 a 73 in favore degli ospiti. Prima della fine canestro per Di Bella e quarto che si conclude a 60 per i locali e 73 per gli ospiti.

4°QUARTO:

Siena con Moss e Carraretto continua con la pioggia di bombe e il -17 è inevitabile. Gli unici a tenere in vita Montegranaro sono Cinciarini e Johnson con il resto della squadra che sembrano estraniati da quello che capita attorno. Così quando mancano 3 minuti e 31 secondi il tabellone segna 75 a 87 sempre in favore dei biancoverdi. Siena continua a vivacchiare di rendita e il canestro più libero di Burns fa si che la Sutor riesca a tornare sotto le 10 lunghezze di distanza con due liberi da tentare per Jhonson il quale però ne ralizza soltanto 1 (79 a 87). Kangur ritrova la via del canestro, ma Cinciarini e Johnson continuano la loro superba prova ed incredibilmente con un minuto da giocare Siena conduce solo di 4 punti (85 a 89). Siena è in confusione e commette un fallo di frustazione che vale ancora due liberi tentati e realizzati da Johnson (87 a 89). Brown vuole strafare, gioca uno vs 5 e tira la palla sopra il tabellone. Montegranaro sbaglia l’attacco, fallo su Hackett che va in lunetta con 2 su 2 realizzati. 11 secondi e +4 Montepaschi con palla in mano Montegranaro. Liberi per Montegranaro con Amoroso: entrambi messi. Fallo senza far passare neanche un secondo e Ress dalla lunetta sbaglia il primo ma mette il secondo. +3 Siena e 7 secondi: fallo su Amoroso con 3secondi sul tabellone. Mette il primo (90 – 92), sbaglia apposta il secondo ma Hackett prende il rimbalzo e subisce fallo. Non sbaglia nessuno dei due liberi (90 – 94), Montegranaro ha la palla del meno 1, Amoroso tira, non subisce fallo e prende a malapena il ferro. Siena vince con il batticuore.

MVP BASKETINSIDE: MOSS

Sutor Montegranaro-Montepaschi Siena 90-94 (18-29;37-50;62-73)

Sutor Montegranaro: Cinciarini 22, Panzini, Perini Ne, Vallasciani Ne, Slay 11, Freimanis 2, Campani 3, Di Bella 12, Mazzola 2, Johnson 15, Burns 10, Amoroso 13. All.Recalcati.

Montepaschi Siena: Brown 13, Eze 4, Carraretto 12, Rasic 3, Kangur 16, Sanikidze 4, Ress 6, Ortner Ne, Lechthaler Ne, Janning 12, Hackett 7, Moss 17.All. Banchi.

Arbitri: Guerrino Cerebuch, Lorenzo Baldini, Mauro Pozzana.

Fotogallery a cura di Paolo Centanni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy