Punter è glaciale: Bologna batte Reggio Emilia in volata

Punter è glaciale: Bologna batte Reggio Emilia in volata

L’ex giocatore dell’AEK domina il finale di partita e trascina alla vittoria una Virtus brutta, ma vincente contro una Reggiana più che dignitosa.

di Matteo Capelli

Torna alla vittoria in casa (seppur all’Unipol Arena di Casalecchio) la Segafredo Bologna che batte nell’ultimo match natalizio la Grissin Bon Reggio Emilia con il punteggio finale di 81 a 69. La Virtus ha sofferto tantissimo ma ha dimostrato maggiore dedizione rispetto alle ultime uscite, meritando così la vittoria. Nel finale di partita, decisivi i canestri di Kevin Punter (21 pt, 5 rim e 2 ass con 3/9 da 3): l’ex guardia dell’AEK, dopo una partita complicata al tiro (1/7 da 3 fino a quel punto; forse anche a causa di ferri non troppo famigliari), esplode negli ultimi due minuti con 10 punti, trascinando alla vittoria le VNere. Non fosse stato per il finale di partita, l’MVP sarebbe sicuramente stato Taylor (19 pt, 8 ass e 9 falli subiti), autore di una prova da vero leader. La Virtus ha inoltre beneficiato dell’utilità di Kravic (13 pt e 6 rim, ma un terribile 1/6 ai liberi), M’Baye (8 pt, 4 rim e 2 stoppate) e Cappelletti, inferocito nel primo quarto. Con la vittoria, i bianconeri rimangono così in corsa per le Final Eight di Coppa Italia. Resta invece in fondo alla classifica Reggio Emilia che però ha indubbiamente fatto passi in avanti importanti rispetto alla brutta sconfitta casalinga con Trieste: tra i biancorossi si sono distinti i nuovi arrivati Rivers (14 pt e 5 rim) e Allen (18 pt con 4/9 da 3); ottimo anche l’apporto di Candi (8 pt e 2 ass con 2/2 da 3) e De Vico (7 pt e 2 rim, ma con giocate preziose), mancato invece in attacco il contributo di Aguilar, nonostante i 12 rimbalzi.

Quintetti

Virtus Bologna: Taylor, Cournooh, Punter, M’Baye, Qvale.

Reggio Emilia: Llompart, Allen, Rivers, Aguilar, Cervi. 

Davanti ai più di 7000 dell’Unipol Arena, la Virtus comincia con un discreto gioco di squadra offensivo: i bianconeri muovono bene la palla per innescare il talento di Punter e Taylor e si portano subito sul 17 a 7 dopo 5’, mentre la Reggiana si appoggia solo agli isolamenti di Rivers e Allen. Reggio prova a reagire con un infuocato Allen, ma la difesa bolognese tiene con grande solidità e un paio di feroci contropiede di Cappelletti fissano il punteggio sul 28 a 15 alla prima sirena. Diminuisce l’intensità della Virtus: gli ospiti ne approfittano immediatamente e con De Vico e Candi tornano a – 6 (30 a 24 al 13’), ma Cournooh e Kravic rispondono allargando nuovamente il gap (35 a 24 al 15’). L’impatto di Candi ed una fiammata di Rivers riavvicinano improvvisamente la Griffin Bon : dopo la tripla di Llompart è 35 a 33 al 18’. Candi ha la chance del pareggio ma viene cancellato da M’Baye (stoppata molto al limite dell’interferenza) e dall’altra parte spettacolare alley oop sull’asse Taylor-Kravic; Reggio però non si scompone e grazie ad un ottimo Llompart e al canestro sulla sirena di Allen va al riposo con una sola lunghezza da recuperare, dopo aver sostanzialmente dominato il secondo quarto: Virtus avanti 41 a 40 all’intervallo lungo. Al rientro, le due squadre fanno più fatica a trovare la via del canestro: con una buona difesa e la precisione ai liberi di Taylor e Punter, la Virtus riprende 5 punti di vantaggio sul 50 a 45 del 25’. La partita si sporca in maniera abbastanza evidente: pochi canestri da segnalare se non una bella bomba di Allen, cui Kravic risponde con una splendida schiacciata su assist del solito Taylor: il divario rimane invariato sul 57 a 52 per Bologna al 30’. Il quintetto con tre lunghi rende asfissiante la difesa della Virtus, mentre in attacco Taylor continua a dominare con assist e punti (65 a 56), ma una bomba di De Vico non fa capitolare Reggio (65 a 59 al 35’). Nel momento di massima difficoltà, Reggio si aggrappa alla difesa e hai canestri di Candi e Rivers per tornare a – 3 (67 a 64 al 38’). Si va verso un finale in volata: Allen impatta con una tripla siderale (67 pari a meno di 2’ dalla fine); Rivers risponde a Punter e tiene la partita in parità prima della bomba dello stesso Punter (72 a 69 a 40” dalla fine); un’altra tripla di Punter uccide la partita. Vince la Virtus 81 a 69 dopo il punto esclamativo di M’Baye.

Virtus Segafredo Bologna – Grissin Bon Reggio Emilia 81 – 69 (28 – 15; 41 – 40; 57 – 52)

Virtus Bologna: Punter 21, Pajola, Taylor 19, Baldi Rossi 3, Cappelletti 4, Kravic 13, Venturoli NE, Berti NE, M’Baye 8, Cournooh 7, Qvale 6. All. Sacripanti.

Reggio Emilia: Mussini, Allen 18, Candi 8, Rivers 14, Aguilar 5, Gaspardo 2, Vigori NE, Cervi 3, Soviero NE, Ortner 4, Llompart 8, De Vico 7. All. Cagnardi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy