QF G1 – Milano fa il suo dovere: Bologna cerca di lottare, Hackett la spegne

QF G1 – Milano fa il suo dovere: Bologna cerca di lottare, Hackett la spegne

Commenta per primo!

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – GRANAROLO BOLOGNA 90 – 67 (20-18, 48-28, 67-53) Pronostico secco, pronostico rispettato: Milano batte la Virtus Bologna col punteggio di 90-67 e fa sua gara-1 dei Quarti di Finale dei Playoff. Bologna resta attaccata nei primi 10′, mentre nel 2° quarto l’EA7 fa il vuoto e tocca il +20 all’intervallo. Gli ospiti rientrano nel terzo, guidati da Hazell ma vengono traditi dalla scarsa prova di Ray, fermo a 4 punti in 25′ (oltre ai 4 falli in 13′ di Gaddy) e nel quarto periodo si arrendono Per gli uomini di Banchi ottime prove per Hackett (MVP) e Cerella, ma in palla c’è stata tutta la squadra. Tra 48 ore di nuovo tutti in campo per gara-2, sempre al Forum. QUINTETTO BASE MILANO: Hackett, Gentile, Moss, Melli, Samuels QUINTETTO BASE BOLOGNA: Gaddy, Ray, Hazell, White, Cuccarolo CRONACA – Il primo canestro dei playoff 2015 è un lay-up di Daniel Hackett, subito pareggiato da Cuccarolo. A regnare nei primi minuti è la fretta: Bologna ne ha tanta, Milano inspiegabilmente ancora di più (tante perse e 4-4 firmato solo Hackett vs Cuccarolo dopo 3′). La bad news per le V-nere è però il secondo fallo di Ray già al 4′: non un problema, perchè Gaddy ne mette 5 in fila e fa +2 (10-12 al 6′). Due triple di Gentile e Moss valgono il contro-sorpasso milanese: 18-14. Rientra Ray per gli ultimi 2′, mentre Bologna con la tripla di Hazell si riavvicina. Al 10′ però è Milano ad essere avanti 20-18. Al rientro in campo Milano prova a scappare: Brooks, Ragland ed una tripla di Moss danno il +8 all’EA7 (26-18 al 13′). Valli chiama time-out, ma il ritorno in campo dei suoi porta al 4° fallo di Gaddy (e siamo solo 13′). L’inchiodata da linea di fondo di Cerella fa esplodere il Forum e dà il +9 a Milano, che trova anche la doppia cifra di vantaggio, grazie a Melli e ad una tripla ancora di Cerella (in mezzo ad un paio di fischi contestati da Valli): 40-26 al 18′. La Virtus è in bambola e l’EA7 colpisce ancora: lay-up di Cerella e schiacciata di Melli su assist di Hackett: Milano vola via e al 20′ è a +20, 48-28. Bologna rientra sapendo di aver ancora meno da perdere di inizio gara e gioca più sfrontata: le % si aggiustano ed Hazell e Fontecchio riducono lo svantaggio a 14 punti. Hazell prosegue il suo show: 11 per lui e Bologna a -11, Banchi corre ai ripari e chiama time-out (54-43 al 15′). La Virtus non si ferma e fa -9, con Melli ed Hackett a metterci una pezza. Hazell esce per 4 falli e Milano tira un sospiro di sollievo: Kleiza e ancora Hackett fanno un nuovo +18 (66-48 al 29′). Il terzo quarto si chiude sul 67-53 per i padroni di casa. Come in avvio di terzo quarto, Bologna entra con la faccia tosta: Gaddy, con 4 falli, guida la Virtus fino al -12 in 3 occasioni, segnando 6 punti in un amen. La Granarolo segna con regolarità, ma non riesce ad impedire che Milano faccia lo stesso: è Kleiza a 3′ dal termine a mettere la tripla ed il lay-up che di fatto chiudono la partita, dando il +17 all’EA7 (80-63 al 37′). A mettere i lucchetti è invece Gentile con 2 “canestro+fallo”, capitalizzandone solo uno, ma regalando comunque il +21 a 1′ dalla fine (85-64). Il punteggio finale dice 90-67 per Milano, che fa 1-0 nella serie. BASKETINSIDE MVP: DANIEL HACKETT TABELLINI: MILANO: Ragland 7, Brooks 6, Gentile 16, Gigli n.e. Cerella 11, Melli 8, Kleiza 10, Elegar 4, Hackett 15, Samuels 5, Tabu 0, Moss 8. Coach: Banchi. BOLOGNA: White 7, Cuccarolo 9, Gaddy 16, Imbrò 3, Fontecchio 15, Mazzola 0, Benetti 0, Hazell 11, Ray 4, Reddic 2. Coach: Valli.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy