QF G2 – Sosa e Lawal schiantano Trento e si prendono gara 2

QF G2 – Sosa e Lawal schiantano Trento e si prendono gara 2

Commenta per primo!

Dopo una gara 1 da dimenticare, Sassari si risolleva e stabilisce la meritata parità nella serie. Un impressionante Sosa, autore di ben 21 punti regala la vittoria ai sardi che ora avranno la possibilità di disputare le prossime due partite tra le proprie mura amiche. La Dolomiti Energia è apparsa stanca e deconcentrata a tratti, subendo parziali rilevanti e non riuscendo quasi mai a stare al ritmo dei biancoblu. Tutto rimandato quindi a Venerdì 22 Maggio dove questa volta saranno i bianconeri a dover fare la partita per rimediare alla pessima prestazione di questa sera. Trento:  Forray, Sanders, Pascolo, Mitchell, Owens. Sassari: Logan, Devecchi, Dyson, Kadji, Lawal. PRIMO TEMPO: Il primo possesso dell’incontro va alla Dinamo Sassari che parte bene con la schiacciata di Lawal, bravo a rubare il tempo a rimbalzo ad Owens. E’ ancora Sassari con Devecchi e poi con il solito Lawal ad andare a segno (0-7). Sassari entra benissimo in partita, pare motivata e vogliosa di riscattare l’insuccesso di gara 1. Coach Buscaglia, sapientemente decide di fermare subito il gioco per non lasciare troppo l’iniziativa agli avversari ma il time-out non ottiene l’effetto desiderato, sono ancora i biancoblu infatti ad andare a segno (0-11). Il primo canestro per i padroni di casa arriva dalle mani sapienti di Tony Mitchell, bravissimo a trovare il tiro da tre complice l’assist di Forray. I bianconeri però sembrano alquanto spenti in attacco e così i ragazzi di coach Sacchetti ne approfittano in contropiede (5-13). Ad alimentare le speranze di rimonta per i trentini è ancora Mitchell, autore fino ad ora di tutti i punti della sua squadra (11). Dopo 5 minuti di totale sbandamento la squadra di casa riprende  le redini della gara e si porta sul -3 (10-13). Baldi Rossi dopo aver rubato palla a Lawal percorre tutto il rettangolo di gioco e va a segnare (12-13). Time-out chiamato da Meo Sacchetti. Le squadre ritornano in campo con la palla in mano a Sassari. Logan inventa per Kadji che gioca bene sotto canestro, segnando e costringendo Baldi Rossi al terzo fallo personale (12-15). Anche Trento si procura un gioco da tre con Davide Pascolo, che realizza e firma il pareggio. Gli ultimi due minuti del quarto sono un botta e risposta delle due squadre che chiudono la frazione in parità (21-21). Il secondo quarto inizia sulla falsa riga del primo con entrambe le compagini molto attive in attacco ma abbastanza fallose in difesa (24-23). Sanders perde la seconda palla di fila della sua partita, lasciando libero in contropiede Logan, che realizza da tre e porta i suoi a +5, costringendo coach Buscaglia a fermare il gioco (24-29). Ancora una volta però la palla viene gestita male dai trentini che regalano il contropiede a Lawal, che inchioda al tabellone e regala il +9 ai suoi. La Dolomiti Energia appare in netta difficoltà, ma riesce a trovare un ottimo spunto con Owens che penetra e realizza il momentaneo 29-36. Spanghero lascia il posto in campo al capitano Forray ed è proprio quest’ultimo a mettersi in mostra con una bomba dall’angolo ed una palla rubata che decreta il -5 per i bianconeri. Trento per la seconda volta in questa partita recupera i nove punti di svantaggio e si riporta alle spalle di Sassari. Sacchetti non può far altro che fermare l’impeto della Dolomiti Energia con un time-out. Questa volta l’interruzione di gioco da parte dell’allenatore dei sardi sembra aver ottenuto l’effetto desiderato. Sosa si prende un tiro in pieno ritmo e lo realizza con estrema facilità (34-39). Ancora una volta, dopo essere stata brava a recuperare lo svantaggio, la squadra di casa si trova sotto di 7 lunghezze, complice anche un fallo tecnico fischiato a Buscaglia (35-42). La Dolomiti Energia cerca una reazione nel finale e  la trova con Owens che firma il -4 e sull’attacco di Sassari “ruba” un fallo in attacco a Kadji. Le squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 43-46. SECONDO TEMPO: I quintetti tornano in campo dopo la pausa lunga. E’ Trento a guidare il primo attacco della seconda metà di gara e lo fa benissimo con Forray che realizza e fissa il punteggio sul 45-46. La Dolomiti Energia inizia il terzo quarto con uno piglio diverso rispetto ai primi due che l’avevano vista in notevole difficoltà, ruba due palle in attacco alla squadra sarda e si porta sul +3. Ancora un’ottima difesa dei padroni di casa dopo il time-out chiamato da Sacchetti e ancora una volta a segno con Mitchell (51-48). Sassari non si fa spaventare dalla partenza più che positiva di Trento e cerca di rimanere aggrappata al match con Lawal (52-50). E’ Formenti a segnare la tripla del momentaneo vantaggio biancoblu cui risponde immediatamente Davide Pascolo con un tiro da 3, colpo non proprio facente parte del suo repertorio, ma che spesso ha mostrato di possedere in questa stagione. Partita bellissima e molto vivace, le squadre si trovano in parità e nessuna delle due da l’idea di poter prevalere sull’altra (59-59). Sosa in questa frazione è il vero e proprio trascinatore dei suoi, realizza l’ultimo possesso del quarto e regala ai suoi il momentaneo vantaggio (59-61). L’ultimo quarto di gara 2 inizia con Sassari in vantaggio di 4 lunghezze sui padroni di casa grazie al canestro di Brooks (59-63). Dopo un’ottima fase difensiva Sassari trova l’allungo grazie alla tripla di Logan e si porta sul +9. Buscaglia non vede una reazione nei suoi ragazzi e decide di fermare il gioco. Logan continua però a martellare la squadra di casa da tre fissando il punteggio sul 62-71. A questo punto del match la Dinamo sembra avere dalla sua l’inerzia della partita, mentre i bianconeri sono chiamati dal proprio pubblico ad una reazione. Quando mancano 5 minuti alla fine delle ostilità il punteggio dice 66-73 in favore degli ospiti. La partita si accende quando Mitchell straccia la retina e porta i suoi sul 69-75. Sosa risponde immediatamente all’americano segnando il ventunesimo punto della sua partita. L’aquila sembra accusare il colpo, Lawal penetra e segna il +9 per gli ospiti (71-80). Quando mancano due minuti alla fine della partita Dyson realizza la tripla che affonda la Dolomiti Energia, +12 e time-out per Coach Buscaglia. L’andazzo della partita rimane lo stesso con il cronometro sfavorevole ai padroni di casa. La partita finisce 79–88 in favore del Banco di Sardegna Sassari. MVP: Shane Lawal DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 79-88 (21-21,21-25,17-15,20-27) TRENTO: Mitchell 21, Sanders 10, Pascolo 11, Grant 1, Forray 8, Flaccadori 0, Owens 17, Baldi Rossi 6, Armwood 0, Spanghero 5. SASSARI: Logan 13, Sosa 21, Formenti 5, Sanders 2, Devecchi 3, Lawal 18, Chessa 0, Dyson 7, Sacchetti 0, Mbodj0 , Vanuzzo 0, Brooks 13, Kadji 6.

Fotogallery a cura di Marco Brioschi e Nicola Marchesini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy