QF G2 – : la Reyer schianta Cantù nel primo tempo, poi rischia l’harakiri: serie sul 2-0

QF G2 – : la Reyer schianta Cantù nel primo tempo, poi rischia l’harakiri: serie sul 2-0

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Tutto facile, anche troppo. Non inganni il risultato finale, la resistenza dei canturini dura solo 10′, poi Venezia scappa via e non si volta più indietro. Con un secondo quarto da 24-9, la Reyer chiude gara-2 già nel primo tempo, poi si limita ad amministrare in vista di gara-3 in terra lombarda, anche se il tremendo 8-34 degli ultimi 8 minuti di gioco non sarà certo andato giù a coach Recalcati. MVP della partita un incontenibile Julyan Stone, autore di una non più inedita doppia-doppia da 11 punti e 13 rimbalzi.

Mutano i quintetti iniziali rispetto a gara 1: partono dallo starting five Metta World Peace da una parte, Tomas Ress dall’altra. Avvio superbo della Reyer che piazza un micidiale break di 10-1 nei primi 3’ di gioco: Sacripanti costretto a chiamare timeout ed inserire in campo Feldeine. Cantù reagisce con un ritrovato ed energico World Peace (8 punti ed un tecnico per proteste nel primo quarto) e torna a contatto (15-12 al 7’). Cominciano le rotazioni e le due squadre faticano ad ingranare con le “seconde linee”: la prima frazione si conclude sul 18-14 in favore degli orogranata.

World Peace timbra subito il secondo periodo con una tripla, gli risponde Dulkys con il primo canestro a referto della serie (21-17 al 12’). Bomba anche di Feldeine che riporta i suoi a -1, poi Venezia aumenta l’intensità difensiva e trascinata dal roccioso Ortner, dal chirurgico Goss ed un meraviglioso Stone piazza un mortifero break di 21-3 che spacca in due la partita. Si va all’intervallo con la Reyer avanti 42-23, Cantù pare annichilita.

Non cambia la musica nella terza frazione: grande gestione e fluidità del pallone degli orogranata di coach Recalcati con un Julyan Stone, osannato dai 3509 del Taliercio, dominatore incontrastato in entrambe le fasi del gioco: Venezia al 25’ raggiunge il +26 con un’incredibile giocata da 3 punti dell’ex Denver Nuggets (54-28). Il timeout di Sacripanti non sortisce effetti e la Reyer continua a macinare basket spettacolo: altro break firmato interamente da Tomas Ress, l’Umana tocca il +31 (59-28 al 27’). L’Acqua Vitasnella è tramortita, partono i primi cori dal settore ospiti che richiedono maggiore impegno ai propri giocatori: l’unico a dare segnali di risveglio è Johnson-Odom, ma ormai Venezia è già in fuga: al 30’ la Reyer controlla 63-38.

Partita finita? A quanto pare no. Dopo aver toccato nuovamente il +31 con Jackson (69-38 al 32’), la Reyer si rilassa improvvisamente: Cantù, che sembrava sul punto di non ritorno, ritrova forza e coraggio: Johnson-Odom e Feldeine rilanciano le ambizioni biancoblù e riportano l’Acqua Vitasnella addirittura a -10 (71-61 al 37’, break di 23-2 per gli ospiti!), timeout Recalcati. Si esce dal minuto di sospensione e Jarrius Jackson mette a segno una provvidenziale tripla che ridà ossigeno ai lagunari (74-61). A 2’50” dal termine s’infortuna Stefano Gentile: probabile problema alla clavicola per il playmaker canturino che deve tornare anzitempo negli spogliatoi. L’Acqua Vitasnella continua a crederci: 5 punti consecutivi di Johnson-Odom danno il -8 al team di Sacripanti a 100” dalla conclusione (74-66). La Reyer fatica ad uscire dal tunnel: Cantù con un Feldeine stellare ricuce fino al -5 a 12” dal termine: nonostante la grande reazione degli ultimi 8 minuti, gli ospiti si devono arrendere 77-72 con la serie che va meritatamente sul 2-0 in favore di Venezia.


UMANA REYER VENEZIA 77–72 ACQUA VITASNELLA CANTU (18-14, 42-23, 63-38)

Umana Reyer Venezia
Stone 11, Goss 13, Viggiano 11, Peric 7, Ress 9 – Starting Five
Ruzzier, Jackson 9, Ceron ne, Dulkys 3, Aradori 6, Nelson, Ortner 8 . All.: Recalcati

Acqua Vitasnella Cantù
Gentile 2, Johnson-Odom 25, Jones, World Peace 11, Shermadini 3 – Starting Five
Feldeine 24, Bloise ne, Zugno ne, Abass 1, Maspero ne, Buva 2, Williams 4. All.: Sacripanti

Arbitri: Mazzoni, Baldini, Lo Guzzo
Note: 3509 spettatori

MVP BASKETINSIDE.COM: Julyan Stone (11 punti, 13 rimbalzi, 5 falli subiti, 2 assist, 2 recuperi, 27 di valutazione)

Fotogallery a cura di Giacomo Martines e Marco Brioschi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy