QF G2 – Reggio dà tutto ma nel finale viene spenta da Logan: raddoppio Sidigas

QF G2 – Reggio dà tutto ma nel finale viene spenta da Logan: raddoppio Sidigas

Seconda vittoria nella serie per la squadra di Sacripanti, che ora ha già sulla racchetta il match point: appuntamento mercoledì a Reggio Emilia.

Commenta per primo!

La Scandone Avellino batte la Grissin Bon Reggio Emilia col punteggio di 75-67 e si porta sul 2-0 nella serie. Partita pazza quella andata in scena al PalaDelMauro, dove gli uomini di Menetti hanno condotto, di fatto, fino al 37′, momento in cui David Logan ha propiziato con dieci punti consecutivi il parziale di 16-0, che ha indirizzato incredibilmente la partita verso Avellino: chiude a quota 21 punti l’ex Sassari, ben supportato da un commovente Fesenko che ha giocato sul dolore al ginocchio (13+10 rimbalzi per lui); alla Reggiana non sono bastati i 18 punti con 7/9 dal campo del solito Aradori. Vittoria dunque fondamentale per la Sidigas, che adesso si trova sul 2-0 e andrà a Reggio Emilia con la possibilità di chiudere la serie.

STARTING FIVE
Sidigas: Green, Logan, Thomas, Leunen, Cusin
Grissin Bon: Needham, Della Valle, Kaukenas, Wright, Cervi

PRIMO TEMPO: Partono forte le due difese, che nei primi 2′ non concedono punti, prima che due liberi di Cervi e un canestro di Thomas fissino il punteggio sul 2-2 al 2′. La Sidigas continua ad avere poche idee in attacco, quindi Reggio può approfittarne e si porta sul +4 grazie a Needham e Kaukenas (4-8 al 5′); Leunen firma la prima tripla di serata per Avellino, ma dall’altra parte sono Wright ed Aradori a tenere avanti di 3 lunghezze la Grissin Bon all’8′. Sono di fatto gli ultimi punti di un periodo pieno di intensità e decisamente avaro di spettacolo: 8-12 al 10′. Aprono il quarto due canestri avellinesi firmati da Randolph e Thomas, ma Reggio risponde subito con il talento di Wright per il rinnovato +4 al 13′ (13-17); dopo un canestro in tap-in di Fesenko, la Reggiana piazza un mini break di 0-6, tutto griffato Aradori, col quale va a +8 al 15′ (15-23); dopo una schiacciata di Polonara, Leunen riporta la Scandone a -8, ma subito dopo un incredibile tap-in schiacciato di Wright permette alla Reggiana di raggiungere il +10 al 18′ (22-32). Green e Thomas riavvicinano la Sidigas, ma è ancora una volta Aradori a ricacciarla indietro a -9, mandando le squadre all’intervallo col punteggio di 30-39.
SECONDO TEMPO: Nel terzo periodo entra meglio sul parquet la Sidigas, che grazie a Fesenko e Leunen torna a -5, ma Reggio reagisce con i primi punti di Della Valle, che le riconsegnano il +8 al 23′ (38-46); la pressione di Avellino continua e la squadra di Sacripanti si riavvicina a -4 con Logan prima e a -2 con Leunen poi: al 26′ è 44-46. Sempre il numero 6 biancoverde, dà il -1 ai suoi, ma dall’altra parte il solito Arardori da tre punti scuote la Grissin Bon, che riesce a chiudere comunque il quarto sul +2, in seguito ad un altro canestro di Logan: al 30′ è 51-53. Kaukenas realizza in avvicinamento per la Reggiana, ma Fesenko risponde subito con la schiacciata per il 55-57 del 32′; la Grissin Bon, dopo il pareggio firmato da Cusin, trova una tripla dall’angolo di De Nicolao ed un canestro di Polonara per il nuovo +5 (57-62) al 24′. Ingenuità di Leunen, che commette un discutibile doppio fallo: gli ospiti ne approfittano quindi per rimanere a +4 al 26′ (60-64); la Scandone ha uno scatto d’orgoglio e, trascinata da sette punti in fila di Logan, passa in vantaggio al 38′: è 67-64 nella bolgia del Del Mauro. Reggio è in bambola, l’ex Sassari è una spina del fianco, di fatto fatale; gli ospiti si perdono completamente e la Sidigas può addirittura dilagare con i canestri della coppia Logan-Green: il finale è 75-67.

MVP basketinside.com: David LOGAN

SIDIGAS Avellino 75-67 GRISSIN BON Reggio Emilia
Parziali: 8-12; 30-39; 51-53

AVELLINO: Zerini 1, Green 9, Logan 21, Esposito n.e., Leunen 11, Cusin 8, Severini n.e., Randolph 6, Obasohan, Fesenko 13, Thomas 6, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

REGGIO EMILIA: Aradori 18, Needham 4, Polonara 10, Reynolds, Della Valle 7, De Nicolao 7, Kaukenas 8, Cervi 2, Wright 11, Williams n.e. Coach: Menetti.

Arbitri: Mazzoni, Biggi, Baldini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy