QF G3 – Brindisi strabiliante, vittoria che vale il vantaggio nella serie

QF G3 – Brindisi strabiliante, vittoria che vale il vantaggio nella serie

Commenta per primo!

 

L’Enel Brindisi continua a sorprendere, si porta in vantaggio nella serie e Lunedì si gioca il match point che potrebbe valere una storica semifinale. In una partita dove per larghi tratti sono state le difese ad avere la meglio sugli attacchi, con il punteggio sempre in bilico, l’Enel Brindisi nell’ultimo quarto è riuscita a dare quel qualcosa in più che le ha permesso, prima di recuperare lo svantaggio e infine a portarsi in vantaggio e vincere la partita. La squadra è stata letteralmente spinta dal suo pubblico che, quando ha visto Reggio Emilia sempre più vicina, ha sentito l’odore del sangue ed ha incitato la sua squadra, mettendo letteralmente ko gli ospiti. Finalmente si è rivisto un ritrovato Denmon, autore di 21 punti, Mays è stato sempre il solito mastino sotto canestro subendo una marea di falli, nel complesso una prestazione magistrale sopratutto in difesa di tutta la squadra. In alcuni tratti l’Enel è sembrata in difficoltà contro l’arcigna difesa messa in campo dagli uomini di coach Menetti, sempre con le mani addosso, sempre dura, ma alla fine la squadra c’era e ha vinto con grande carattere questa partita, riuscendo a stare concentrata, questa volta per tutti e 40 i minuti.

STARTING FIVE

ENEL BRINDISIPullen, Cournooh, Denmon, James, Mays

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Cinciarini, Diener, Kaukenas, Polonara, Cervi

CRONACA

Primo quarto: La partita inizia non nel miglire dei modi per Cervi che in un amen commette due falli, Menetti lo tiene in campo e lui commette anche il terzo. Partita combattuta con le due squadre che segnano da un lato e dall’altro, 7-10 al 4°.  Un paio di azioni offensive non proprio buone per Brindisi con errori al tiro e scelte non esaltanti, dall’altra parte sbaglia tanto anche Reggio Emilia, in questi minuti le difese stanno avendo la meglio, dopo la tripla di Denmon su scarico di Pullen e un canestro di James, 14-12  al 7° 30″. Mussini sbaglia, ma il rimbalzo è di Reggio Emilia, ci riprova Della Valle che non>??? sbaglia, Eric dall’altra parte facile da sotto canestro, in difesa ingenuamente commette fallo sul tiro da 3 di Diener, che ne mette due. Il quarto termina con un tiro da tre sbagliato da Denmon sulla sirena, 20-21.

Secondo quarto: L’intensità difensiva è aumentata, si gioca con le mani addosso e con tanta aggressività, Brindisi sbaglia tanto in attacco, solo una tripla di Denmon e un punto ai tiri liberi di Pullen. Reggio Emilia non è da meno e sono solo 3 i punti all’attivo, 24-24 al 14°12″. Brindisi è in difficoltà e soffre la difesa asfissiante degli Reggio Emilia, che in avanti si sblocca grazie all’apporto dei suoi veterani. Prima Kaukenas, poi Diener dalla lunga distanza e per ultimo due punti più fallo subito di Cinciarini e tiro libero segnato, 25-32 al 16°13″. Con un controparziale di 5-0 targato Denmon, oggi ispiratissimo, Brindisi si riavvicina agli ospiti, Menetti chiama timeout. Il quarto termina con una arcobaleno sbagliato da Denmon e il punteggio di 30-36.

Terzo quarto: Sono ancora le difese ad avere la meglio nella partita, dopo quasi 4 minuti si è segnato solo 2 punti a testa e tutti e due dalla lunetta, 32-38 al 3° 46″.  La partita stenta a decollare, ancora tanti errori da ambo le parti, con un canestro più fallo subito e tiro libero sbagliato, Brindisi si porta sul 38-43 al 17°. Con un canestro da due di Turner sul fischio della sirena, che manda alle ortiche Kaukenas, Brindisi si fa sotto e inizia a far paura a Reggio Emilia, 42-45.

Quarto quarto: Il quarto inizia con un secco 0-5 di Reggio Emilia, grazie ad una tripla di Della Valle e ad un canestro libero di Cervi da sotto, 42-50 al 31°5″. Denmon appena rientrato tiene accese le speranze dell’Enel segnando una tripla. Pullen subisce fallo, il quarto di Cervi, mette dentro i due tiri liberi e il Pala Pentassuglia si infiamma, 49-52 al 34°45″. Turner segna la tripla del sorpasso, Brindisi è in fiducia spinta dal suo caldo pubblico, l’inerzia sembra essersi spostata dalla parte di Brindisi, così come la dea bendata, Mays mette dentro due tiri liberi, uno molto fortunosamente, dall’altra parte rimbalzo offensivo e canestro da sotto di Lavrinovic, 56 pari al 37°17″. Reggio Emilia non perde la testa, continua a ragionare sotto i fischi assordanti del pubblico di casa. Polonara segna la tripla, ma fuori tempo massimo, ultimi 7 secondi con l’Enel in vantaggio 60-58. Canestro di James per Brindisi, ed errore di Cinciarini dalla lunga distanza sulla sirena, 62-58 e l’Enel si porta sul 1-2.

MVP Basketinside.com: Marcus Denmon (21 punti)

ENEL BRINDISIGRISSIN BON REGGIO EMILIA 62-58 (20-21, 30-36, 42-45)

Brindisi: Pullen 10, Harper, James 6, Bulleri 7, Cournooh, Pacifico, Denmon 21, Morciano, Zerini, Turner 11, Mays 12, Eric 2. All. Bucchi

Reggio Emilia: Mussini, Chikoko 2, Polonara 3, Lavrinovic 15, Della Valle 8, Pini, Kaukenas 5, Cervi 4, Silins, Diener 15, Cinciarini 6. All. Menetti

Fotogallery a cura di Vito Massagli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy