QF G4 – Un Kaukenas ispirato porta Reggio Emilia a gara 5

QF G4 – Un Kaukenas ispirato porta Reggio Emilia a gara 5

Commenta per primo!

Reggio Emilia porta a casa gara 4 e Mercoledì andrà a giocare tra le mura amiche la partita decisiva della serie. Brindisi ha giocato in modo molto contratto, troppo lenti e prevedibili i giocatori dell’Enel, la lenta circolazione di palla probabilmente ha favorito una buona difesa degli ospiti che sono riusciti a chiudere letteralmente il pitturato. I padroni di casa si sono spesso affidati all’estro dei singoli con degli 1 contro 1, tiri da 3, che troppo spesso non sono andati a segno. Tanti sono stati gli errori sotto canestro e soprattutto ai tiri liberi. Dall’altra parte Reggio Emilia non ha giocato la partita della vita, ma è riuscita spesso a trovare extra-possessi tramutati spesso in punti, ha catturato più rimbalzi dell’Enel e nei momenti cruciali della partita è risultata più fredda e precisa, riuscendo a ributtare subito i padroni di casa ogni qual volta ha provato il recupero. Un plauso a Kaukenas che è riuscito a prendere per mano la squadra nel momento cruciale della partita, riuscendo a scavare un solco che Brindisi non è più riuscita a colmare.

STARTING FIVE

ENEL BRINDISIPullen, Cournooh, Denmon, James, Mays

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Cinciarini, Diener, Kaukenas, Polonara, Cervi

CRONACA

Primo quarto: Dopo 4 minuti, solo 2 punti per Brindisi contro i 7 di Reggio Emilia, errori da una parte e dall’altra, la partita stenta a decollare, per ora le difese sopratutto quella di Reggio, hanno la meglio sugli attacchi. L’Enel continua a non trovare la via del canestro, ma Reggio non ne approfitta del tutto, 5-12 al 7°20″. Il quarto termina con una tripla sulla sirena di Turner, che limita lo svantaggio a soli 6 punti. Un quarto decisamente non all’altezza per Brindisi e uno divario che sarebbe potuto essere ben più ampio, 12-18.

Secondo quarto: Il quarto non inizia nel migliore dei modi per Brindisi che subisce una tripla fortunosa con Polonara e un canestro facile da sotto con Chikoko, ma ci pensa di nuovo Turner con una tripla a rianimare gli animi dei tifosi, 16-23 al 13°. Brindisi rimane a galla grazie ad un Turner ispiratissimo, ma in avanti sono poche le idee, poca la circolazione di palla, ci si affida per lo più a giocate individuali, Reggio dal canto suo non sta giocando la partita della vita, ma risulta più concreta e sta riuscendo ad avere extrapossessi spesso tramutati in canestri, 21-29 al 16°24″.  Una tripla di Zerini, un tiro libero di Mays, un canestro di Harper dopo una palla rubata e il Pala Pentassuglia si infiamma, 27-29 al 18°30″. Il quarto termina con una tripla sulla sirena di Pullen, dopo due tiri liberi messi a segno da Kaukenas, 32-33 e partita ancora aperta a qualsiasi risultato.

Terzo quarto: Brindisi paga a caro prezzo di nuovo un extra-possesso di Reggio, che vale una tripla a Diener, e si tiene a galla grazie a 5 tiri liberi, 37-38 al 23°44″. Mays e Lavrinovic commettono il loro terzo fallo, Il primo concretizza l’ennesimo extrapossesso, il secondo continua a sbagliare tiri liberi, dopo un tap-in di Zerini 42-44 al 26°27.  Dopo un parziale di 0-4 firmato Kaukenas Cervi, Bucchi richiama i suoi, 42-48 al 27°. L’Enel si è bloccata, gli ospiti ne approfittano e cercano di aumentare il loro vantaggio riuscendo ad attaccare bene la difesa, dopo una tripla di Polonare e un arcobaleno di Kaukenas, molto caldo in questo momento, 45-57 e massimo vantaggio per Reggio Emilia al 29°30″. Il quarto termina con un canestro da sotto di Zerini e un errore sulla sirena di Diener, 47-57.

Quarto quarto: Lo show di Kaukenas continua anche nell’ultimo quarto, fa tutto lui per Reggio Emilia, sta letteralmente trascinando i suoi da solo, dopo il solito 1/2 dalla lunetta di Mays (5/10), 50-61 al 32°20″. Dopo una tripla di Denmon e una palla persa in avanti da Reggio Emilia, Menetti chiama subito timeout, 53-63 al 36°9″, l’Enel per adesso troppo lenta e prevedibile in avanti, contro però una difesa, quella di Reggio che sta riuscendo a chiudere nel migliore dei modi il pitturato. Cinciarini non da il tempo di esultare ai tifosi di Brindisi dopo la tripla di Pullen che gli risponde subito prontamente, Harper contro risposta e l’Enel si porta sul 61-68 al 37°30″. Scorrono i titoli di coda quando manca poco più di un minuto, Reggio Emilia porta a casa la partita del 2 pari.

MVP Basketinside.com: Kaukenas (16 punti 6/9 da due punti)

ENEL BRINDISIGRISSIN BON REGGIO EMILIA 62-73 (12-18, 32-33, 47-57)

Brindisi: Pullen 10, Harper 7, James 2, Bulleri, Cournooh, Altavilla, Denmon 7, Morciano, Zerini 12, Turner 11, Mays 12, Eric 1. All. Bucchi

Reggio Emilia: Mussini, Chikoko 8, Polonara 8, Lavrinovic 11, Della Valle 4, Pini, Kaukenas 16, Cervi 4, Silins 7, Diener 10, Cinciarini 5. All. Menetti

Arbitri: A. Martolini, M. Rossi, F. Paglialunga

Fotogallery a cura di Vito Massagli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy