Reggio Emilia è pazzesca, vittoria in quel di Brindisi

Reggio Emilia è pazzesca, vittoria in quel di Brindisi

Gli emiliani rialzano il capo ed abbandonano l’ultimo posto in classifica.

di Andrea Indovino

La Grissin Bon, in emergenza senza due americani (Ricky Ledo e Spencer Butterfield tagliati nei giorni scorsi) e senza KC Rivers, vince sul difficile campo di Brindisi (75-67) e scrive quota 6 in classifica, lasciando l’ultimo posto in graduatoria alla Dolomiti Trento. Scivolone inaspettato per l’Happy Casa Brindisi, che cede agli avversari giocando un ultimo quarto non all’altezza della situazione.

Starting five:

Happy Casa Brindisi (Banks, Brown, Clark, Chappell e Gaffney).

Grissin Bon Reggio Emilia (Aguilar, Cervi, Llompart, De Vico e Candi).

La Cronaca del match: Brindisi spinta dal calore del PalaPentassuglia si affida subito a Chappell che scrive sul tabellone 5-2, ma Cervi e De Vico tarantolati allungano per gli ospiti fino al 9-14. E’ timeout per Brindisi, che riordina così le idee e grazie ad un paio di canestri in rapida successione riesce ad impattare sul 19 pari al suono della prima sirena. Dopo un parziale di 0-10 a cavallo dei due quarti, la Grissin Bon torna a segnare con De Vico e dopo un attimo di parità, Brindisi torna avanti anche grazie agli errori da sotto dei biancorossi. Le percentuali al tiro sono basse, lo è quindi il punteggio che resta però in equilibrio. Si vivono momenti di pallacanestro non esaltante, ed a scuotere il torpore generale è Aguilar che propizia il parziale che permette ai reggiani di affrontare il riposo lungo avanti di tre lunghezze (34-31). Per l’ala ex Cedevita Zagabria sono 15 i punti messi a referto all’intervallo. Nel terzo quarto è Brindisi a farsi preferire, Brown nelle vesti di ‘direttore d’orchestra’ aumenta i giri motore, ma trova in Cervi un valido concorrente. Le due squadre si scambiano canestri, con la Grisson Bon che mantiene il vantaggio (+4, 51-47) al 30′.

L’8-0 di parziale di Brindisi in apertura di ultima frazione fa male ai reggiani e coach Cagnardi chiama time out per cercare di far calmare i bollenti spiriti di Chappell e soci. L’Happy Casa si sblocca da oltre l’arco dei 3 punti, mentre Reggio annaspa con Candi costretto a sedersi a causa del quarto fallo commesso. Il match sembra prendere la strada che conduce a Brindisi, ma Aguilar in formato ‘Steph Curry’ va a referto con la quinta tripla di serata e riporta nuovamente in partità la contesa (62-62). Il finale è vibrante, di quelli al cardiopalma. L’Happy Casa passa a condurre (65-64) grazie ad un canestro di Rush, ma gli ospiti sono bravi a trovare sei punti di fila arrivando sul 65-70. Banks, non nella sua miglior serata italiana, accende la luce ed è abile a riportare Brindisi ad un possesso di distanza negli ultimi secondi, ma i liberi di Mussini chiudono definitivamente la partita, poichè consegna il +5 ai reggiani a poco più di 15” dal termine.

IL TABELLINO

HAPPY CASA BRINDISI – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 67-75

HAPPY CASA BRINDISI: Banks 11, Brown 12, Rush 8, Gaffney 2, Zanelli 3, Guido, Moraschini 10, Clark 10, Cazzolato, Wojciechowski 4, Chappell 7, Taddeo. Allenatore: Vitucci.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Mussini 14, Cipolla, Candi, Diouf, Aguilar 29, Gaspardo 9, Vigori, Cervi 13, Soviero Ortner, Llompart 3, De Vico 7. Allenatore: Cagnardi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy