Reggio recupera 21 punti a Cantù e vince all’overtime

Reggio recupera 21 punti a Cantù e vince all’overtime

Commenta per primo!

Incedibile vittoria della Grissin Bon che grazie ad un ultimo quarto ed un overtime perfetti, trova due punti in una gara che a metà del 3° quarto diceva + 21 per gli ospiti. Ancora una volta è il duo lituano a dare la carica e grazie a Lavrinovic che si è letteralmente preso sulle spalle tutta la squadra, Reggio vince dopo un supplementare a senso unico. Miglior realizzatore per i biancorossi chiaramente Lavrinovic con 24 punti, mentre per gli ospiti Heslip con 30.

Starting five

Grissin Bon: Gentile, Aradori, Polonara, Della Valle, Veremeenko

Acqua Vitasnella: Berggren, Abass, Heslip, Ross, Hall

1° Quarto: 

Partenza punto a punto della gara con entrambe le squadre che segnano molto, Aradori da una parte e Heslip con 2 triple, ed al 3° il parziale è 9-10 per gli ospiti, un minuto dopo arriva i vantaggio biancorosso con la tripla dell’ex Gentile 14-13. Dopo un avvio in cui si è segnato molto arriva un periodo in cui le difese hanno la meglio sugli attacchi, ed è Cesana con un libero a fissare la parità a quota 16 a 3 minuti dalla fine. Arbitraggio molto fiscale, si segna solo dalla lunetta dove Cantù è più precisa e dopo una decina di liberi arriva anche un  canestro su azione di Lavrinovic per +1 reggiano ma è Hasbrouk con una tripla a fissare il risultato del quarto che vede Cantù avanti 26-23.

2° Quarto: 

Reggio fatica molto a trovare linee buone di tiro mentre Cantù prima con Heslip e poi con Berggren trova il + 5 ( 25- 30 ), costringendo Menetti  a chiamare subito timeout. Nulla da fare per Reggio che è in rottura prolungata mentre Cantù trova con due triple di Heslip e Ross trova il + 11 ( 25-36 ).  Polonara con due canestri consecutivi riporta sotto la doppia cifra lo scarto (29-38), ma Heslip è scatenato e continua a segnare ovunque: sono sue le due triple del canadese a allontanare ancora  gli ospiti sul 31-44. Reggio nonostante le tante difficoltà, riesce a reagire ricucendo con due bombe di Della Valle. Il protagonista in campo è però solo uno: il numero sette canturino torna infatti a segnare con continuità disarmante, toccando i 23 punti personali che valgono il 40-53 all’intervallo.

3° Quarto: 

Si ricomincia da dove si era terminato con Reggio che non ne azzecca una mentre Cantù prosegue la sua onesta partita, trovando sempre tiri buoni.  La partita si accende, il tecnico di Aradori vale il massimo vantaggio canturino, con Berggren che in lunetta scrive più ventuno (44-65). Piccolo break reggiano grazie alla tripla di Lavrinovic ed il gioca da tre punti di Aradori ( 50-65 ) ma Cantù non molla e mantiene il vantaggio con Ross ed il solito Heslip, chiudendo sul 54-71 il terzo periodo.

4° Quarto: 

Gli ultimi dieci minuti vedono subito la reazione reggiana: nei primi 3 minuti la squadra di Menetti piazza sette punti consecutivi sull’asse De Nicolao-Lavrinovic (63-73), infiammando il PalaBigi. Cantù accusa il rientro della Grissin Bon e inizia a sentire il peso dei due punti: Kaukenas prima e Silins poi bucano nuovamente la retina per il 68-73 a sei minuti dal termine. La partita ora è apertissima, Reggio è scatenata e spinta da un super Kaukenas, ricuce passo dopo passo, tornando fino a un singolo possesso di scarto (73-75), costringendo Corbani a chiamare minuto di sospensione. L’Acqua Vitasnella però non trova ossigeno e così si concretizza il sorpasso, con i liberi di Lavrinovic e il tap in vincente firmato Polonara a valere l’80-79. Il finale è vietato ai deboli di cuore: Silins mette tre punti di distanza quando si entra nell’ultimo giro di lancette, ma quando il più sembra fatto, la difesa reggiana si scorda Wojciechowski che a diciassette secondi dal termine impatta la partita da tre punti. L’ultimo tiro di Silins si scontra contro la difesa biancoblu e il tiro disperato di Abass da metàcampo non va a buon fine decretando l’overtime sul punteggio di 84-84.

1° Overtime:

 Le prime 3 azioni reggiane sono tutte su Lavrinovic che colleziona 5 punti e porta Reggio avanti di 5 lunghezze( 89-84 ). Cantù non riesce a replicare e così Kauklenas la punisce, siglando il 91-84. Aradori con il più sette manda i titoli di coda sulla gara. Cantù ricuce fino al meno tre con la bomba di Ross a tre secondi dal termine, ma è ormai troppo tardi e il 2/2 di Lavrinovic vale il game set and match. Reggio Emilia batte Cantù 97-92.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – ACQUA VITASNELLA CANTU’ 97-92

Grissin Bon : Aradori 17,Polonara 13,Lavrinovic 24 ,Della Valle 6,De Nicolao 7,Pechacek ,Veremeenko 9 ,Kaukenas 12,Silins 6,Lever ,Gentile 3,. Allenatore Menetti

Acqua Vitasnella : Berggrenn 9, Abass 4, Heslip 30,Laganà 6,Ross 18,Zugno,Nwohuocha,Wojciechowski 10 ,Cesana 1,Hall 7 ,Tessitori ,Hasbrouck 7 . Allenatore Corbani

Arbitri: Sahin,Bettini,Morelli

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli-Roberto Pistilli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy