Roma scatenata pareggia la serie: asfaltata Reggio Emilia e conquistata Gara 2

Roma scatenata pareggia la serie: asfaltata Reggio Emilia e conquistata Gara 2

Commenta per primo!

 

Sostanzialmente è stata la stessa partita dll’altro ieri, ma a parti invertite: a fare la voce grossa stasera è stata la Virtus Roma, che ha dominato sin dall’inizio del primo quarto una Reggio Emilia che sembrava una squadra del tutto diversa da quella vista in gara 1. Nonostante l’assenza di Taylor e Lawal Roma ha tirato tutto il carattere, la grinta e tutte le sue doti migliori, e ha giocato una partita quasi perfetta che fa tanto, soprattutto a livello mentale, per proseguire la serie al meglio. Tanti minuti nei quarti finali per i giovani della Virtus (Tambone, Gorrieri, Guagliardi) e per l’ex capitano Tonolli. In un clima caldo, esaltante e con il costante incitamento di un pubblico caldo per 40 minuti e sesto uomo in campo. La serie si porta cosi sull’1-1-, appuntamento a lunedi per gara 3, dove i reggiano esordiranno in casa e avranno tutta la voglia di riscattare la prestazione di questa sera.

LA CRONACA

Il primo quarto vede le mani un po’ fredde per entrambe le formazioni, anche se Roma parte con una difesa forte che limita l’attacco reggiano. Arrivano dalla lunetta i primi punti della Virtus, ma subito Reggio risponde con tripla di Taylor; Roma sembra più presente di gara1 almeno in questi primi minuti, si vede subito la differenza di intensità:difende forte e soprattutto segna: a 5:06 è avanti 10-8. Entrambe le squadre giocano questi minuti con intensità e c’è grande equilibrio in campo; per Roma è Datome a suonare la carica e a trascinare la squadra, che sembra riuscire in tutto quello in cui è mancata l’altro ieri. Reggio certo non ha intenzione di cedere, ma i suoi tiratori sono meno precisi oggi, mentre la Virtus per ora non sbaglia un colpo e chiude ill primi dieci minuti avanti 23-14.

Apre il secondo quarto una tripla di Goss che infiamma il pubblico del PalatiZiano, seguita da un canestro di Jones che costringe Reggio al time out per fermare una Roma in fuga: 28-14 con 8 ancora da giocare. Non serve a molto però, perché i reggiani poco possono contro una Roma devastante: Lorant e Czyz protagonisti dei minuti che portano al 36-18. Vede di nuovo il campo per Roma anche Tonolli, nel giorno della sua presenza numero 645; a 4:45 l’inerzia della partita è tutta in mano ad una Virtus strepitosa che segna su ogni azione e manda sempre più in palla una Reggio totalmente disconnessa. Spazio anche per il giovane Tambone, che subito fa un assist splendido per una schiacciata di Czyz che segna il 43-22. I restanti due minuti scorrono all’insegna di una Reggio sempre più imbambolata, e di una cascata di triple di Goss e Lorant; il tiro allo scadere di D’Ercole porta la Virtus al riposo lungo avanti 50-24.

Inizio grintoso nel terzo quarto per Reggio Emilia, che subito segna (Slanina da 3) e recupera un pallone che porta ad un canestro di Antonutti. Roma però ha ancora in mano l’andamento della gara, e nonostante un leggero calo di precisione sette punti di Bobby Jones portano la virtus a condurre 57-33 a 5:32. Qualche imprecisione e molti falli caratterizzano i minuti successivi, Reggio continua a provare a salvare il salvabile, ma con solo 36 punti le sue speranze riguardo la partita sembrano sempre più lontane, soprattutto per Gigi Datome, che continua a spadroneggiare in ogni parte del campo: è la sua schiacciata a segnare il 63-36, con due minuti ancora rimasti sul cronometro. Continua la grande partita di Lorant anche in questo finale di quarto, e Roma si prepara ad affrontare gli ultimi dieci minuti avanti 67-43.

Inizia l’ultimo quarto con Reggio Emilia che prova a rosicchiare qualche punto di una gara che ormai sembra essere già archiviata. Molto spazio per il veterano Tonolli e il giovane Gorreri in questo quarto che sa di garbare time, mentre arriva anche la tripla di Matteo Tambone ed è 72-47 con ancora più di sei minuti da giocare. Arriva qualche sprazzo di vita da Reggio Emilia, che Jeremic rosicchia qualche punto, ma i reggiani stasera proprio non erano in partita e ormai poco possono fare per questa gara2. Continuano ad avere molto spazio negli ultimi minuti di questo incontro le giovani leve della Virtus Roma, che comunque si fanno valere e mettono tanto cuore e tanta grinta; scorre veloce l’ultimo minuto con tanti bei tiri dei giovani romani e in un clima di gioia, festa e esaltazione Roma porta a casa gara 2 pe 82-58.

MVP DI BASKETINSIDE: GIGI DATOME. Ancora una volta è lui a fare la differenza…cuore di capitano, un giocatore sempre più grande. Anzi, GIGIgante!

Virtus Roma: Datome 20, Lorant 14, Goss 13, Jones 11, Czyz 8, D’Ercole 7, Tambone 4, Guagliardi 3, Bailey 2

Reggio Emilia: Taylor 13, Bell 12, Antonutti 10, Jeremic 8, Slanina 6, Cinciarini 6, Brunner 3

PER LE PAGELLE DELL’INCONTRO CLICCA QUI

 Fotogallery a cura di Federico De Angelis 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy