Sassari parte alla grande: Cantù schiantata al PalaSerradimigni

Sassari parte alla grande: Cantù schiantata al PalaSerradimigni

Inizia alla grande l’avventura in campionato della Dinamo Banco di Sardegna Sassari che piega Cantù per 94-80.

Commenta per primo!

Inizia alla grande l’avventura in campionato della Dinamo Banco di Sardegna Sassari che, dopo due quarti equilibrati, piega Cantù per 94-80 sfruttando un finale tutto carattere e difesa. I sassaresi trascinati da un Randolph ispirato e dagli ottimi Spissu e Jones gioca due quarti finali perfetti in cui Cantù non riesce più a rientrare in partita nonostante un ottimo Smith (22pt.) ultimo a mollare.
I sardi nonostante le assenze mostrano sprazzi di buon basket complici ottimi automatismi offensivi ben orchestrati da Stipcevic e Spissu e ben concretizzati da Polonara e Jones. La squadra di Bolshakov tiene testa e mostra buone trame con Culpepper e Burns, ma non può nulla quando Sassari accende la luce nel terzo periodo.

1° QUARTO:

Pronti via e Levi Randolph segna i primi 2 punti della stagione sassarese, Smith risponde con un gioco da 3 punti, Randolph e ancora Smith tengono le squadre vicine, ma Culpepper tenta il primo strappo brianzolo con gli ospiti avanti 8-11. La partita si gioca punto a punto: i sardi vengono trascinati dall’indomabile Randolph, ma Cantù non molla tenendo il passo dei padroni di casa, grazie al solito Smith, con il primo periodo che si chiude 21-22 per i canturini.

2° QUARTO:

Al rientro in campo Pasquini tenta la carta Tavernari che è bravo ad aprire la difesa avversaria permettendo ai suoi di macinari punti con Pierre e Randolph bravi da sotto a impattare il nuovo vantaggio sassarese. Cantù viene tenuta a galla da Smith (15pt) e Culpepper che ricuciono lo strappo sul 39-36. Nel finale la partita si gioca punto a punto, ma Sassari non morde e gli ospiti si mantengono vicini chiudendo il periodo sul -2. Finisce 47-45.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo Polonara apre i giochi del terzo periodo con un bel coast to coast che vale 2 punti (49-45), Cantù risponde con Smith, ma per gli ospiti il match si mette subito male con i sassaresi capaci di macinare punti grazie ad un ispirato Spissu e alle giocate di Polonara e Randolph che portano i ragazzi di Pasquini sul massimo vantaggio di 19 punti (71-52). Nel finale Smith e Parrillo tengono accese le speranze di Cantù riavvicinando la compagine brianzola fino al -14.

4° QUARTO:

Spissu apre il quarto periodo come aveva chiuso il terzo, con una giocata sopraffina a eludere la difesa canturina con Sassari che vola nuovamente sul 77-63. Pierre sigilla la tripla del nuovo +17 che chiude virtualmente le speranze ospiti già ad inizio tempo. Il quarto scivola via senza emozioni. Finisce 94-80 per Sassari.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:
Spissu 11, Galizzi n.e., Bamforth n.e., Paninic 10, Devecchi 3, Randolph 18, Pierre 13, Jones 19, Stipcevic 11, Polonara9, Picarelli n.e., Tavernari 0
Coach Federico Pasquini

Red October Cantù:
Smith 22, Culpepper 11, Cournooh 5, Parrillo 4, Tassone n.e., Crosariol 4, Maspero 0, Raucci, Chappell 10, Burns 15, Thomas 9.
Coach Bolshakov

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy